Storia

 

 

La L.N.I. sezione di Crotone nasce il 15/08/1933. Oggi conta oltre 300 soci.

Ha in concessione uno specchio acqueo attrezzato con i relativi pontili gallegginati che ospitano circa 200 imbarcazioni di soci ed una sede sociale coperta di circa 300 mq con terrazzo e annesso bar/tavola calda. Sulla banchina, è opertativa una gru fissa fino a 10 t.

C’è anche la “Casa della Vela” attrezzata per derive, dove istruttori qualificati svolgono la loro preziosa attività di avviamento dei giovani allo sport velico con corsi di iniziazione e prefezionamento.
La sezione è anche proprietaria di una barca a vela di 6,60 m, attrezata per la vela d’altura.

Si presta ascolto continup su VHF can. 6.
La sezione, nel corso dell’anno, promuove diverse manifestazioni a livello locale e nazionale, oltre che nel campo della vela, anche in quello della pesca sportiva, del nuoto e dell’ecologia, rappresentando un valido punto di riferimento per tutte l’attività marinare della provincia di Crotone e della Calabria.

il porto

Generalità. La città di Crotone è situata su un promontorio; nell’abitato si nota una fortezza con alti bastioni al centro del quale vi è il castello di Carlo V°. La struttura portuale è costituita dal porto nuovo e dal porto vecchio.

Descrizione. Il porto vecchio nella zona E-SE della città, è protetto da una larga scogliera internamente banchinata. Tutte le banchine sono munite di bitte per l’ormeggio.

Pericoli. Con venti freschi dal II° quadrante il mare frange all’imboccatura del porto, rendendo pericolosa la manovra di ingresso. L’illuminazione cittadina e le luci azzurrognole rendono difficoltoso il riconoscimento dei segnali sul poto; scogli affioranti in prossimità della banchina foranea.

Orario di accesso. Continuo.

Accesso. Accedere seguendo una rotta perpendicolare alla linea che congiunge i fanali di accesso in porto e mediana sulla suddetta congiungente.

Fari e fanali. 3408 (E 2122) – fanale a lampi verdi, grp2, periodo 5 sec., portata 8M, sulla testata del molo vecchio (mantenersi a non meno di 60m dal fanale); 3410 (E 2123) – fanale a lampi rossi, grp2, periodo 5 sec., portata 8M, sulla testata del moletto sanità.

Fondo marino. Sabbia e Fango.

Fondali. In banchina da 2 a 2,5m

Radio. VHF canali 16 – 11 capitaneria di porto radio, servizio continuo.

Divieti. È assolutamente vietato l’ingresso al porto alle unità navali di qualsiasi tipo che hanno pescaggio superiore ai 2 metri.

Venti. Da levante a scirocco producono risacca moderata.

Traversia. Scirocco e libeccio.

Ridosso. I° e IV° quadrante.

Rade sicure più vicine. Per i venti da S, la rada tra Capo Colonna e il porto vecchio, per i venti da N, la rada di San Leonardo di Cutro.

Aree riservate al diporto. Moletta sanità, con 190 posti barca, dato in concessione alla lega navale che ha proveduto alla sistemazione di n.3 pontili galleggianti; 1 pontile gestito dalla Yachting Kroton Club.

Servizi e attrezzature. Rifornimento gasolio sul molo foraneo del porto vecchio; Rifornimento miscela e benzina in via C. Colombo – prese per acqua energia elettrica presso la L.N.I. – presso Yachting Kroton Club ottimo attracco in banchina con corpi morti – presso il cantiere san Michele: energia elettrica, acqua e assistenza cantieristica con scivolo, 1 scalo con alloggio fino a 150 tons, 2 gru mobili fino a 75 tons, rimessaggio all’aperto, assistenza elettrica ed elettronica, officine motori, riparazioni scafi in legno e vtr – Sul porto è inoltre possibile usufruire di servizi di: guardianaggio, pilotaggio, sommozzatori, ormeggiatori, antincendio, servizio meteo, rivendita ghiaccio, ritiro rifiuti.