Archivio storico notizie dal 2005 al 2014

  • -

Archivio storico notizie dal 2005 al 2014

Category : Uncategorized

30/08/2005           

1° TROFEO VELICO DELL’AREA MARINA PROTETTA ” CAPO RIZZUTO”

LA LEGA NAVALE ITALIANA SEZ. DI CROTONE CON IL PATROCINIO DELLA PROVINCIA DI CROTONE – ENTE GESTORE DELL’AREA MARINA PROTETTA ‘CAPO RIZZUTO’ ORGANIZZANO IL 1° TROFEO VELICO DELL’A.M.P. CAPO RIZZUTO

LA LEGA NAVALE ITALIANA SEZ. DI CROTONE E LA PROVINCIA DI CROTONE – ENTE GESTORE DELL’AREA MARINA PROTETTA ‘CAPO RIZZUTO’

ORGANIZZANO IL 1° TROFEO VELICO DELL’AREA MARINA PROTETTA ‘CAPO RIZZUTO’

PROGRAMMA:

SABATO 3 SETTEMBRE 2005

REGATA D’ALTURA SUL PERCORSO CROTONE – LE CASTELLA

IN SERATA PREMIAZIONE DELLA TAPPA CON CENA DI GALA

RELAZIONE SULLA NAVIGAZIONE AI TEMPI DELLA MAGNA GRAECIA

DOMENICA 4 SETTEMBRE 2005

REGATA DI BASTONE DAVANTI AL CASTELLO ARAGONESE DI LE CASTELLA

IN MATTINATA PREMIAZIONE DELLA REGATA A BASTONE.

02/01/2006

BRILLANTE RISULTATO CONSEGUITO DAL DELEGATO REGIONALE LNI PER LA CALABRIA

Grazie all’assiduo impegno del Delegato Regionale, Rag. Antonio Nicoletta, la Legge della Regione Calabria n. 17 del 21 dicembre 2005 ha formalmente riconosciuto il valore dei servizi di interesse pubblico svolti dalla LNI.

L’articolo 16 della Legge regionale della Calabria n. 17 del 21.12.2005 – Norme per l’esercizio delle funzioni amministrative sulle aree del demanio pubblico – costituisce per la Lega Navale un valido e ben definito riconoscimento degli scopi e delle caratteristiche dell’Associazione e tiene in debita considerazione le nostre esigenze ai fini demaniali. Se ne trascrive, pertanto, il testo integrale. (fonte www.leganavale.it)

05/08/2005

PROTOCOLLO D’INTESA

E’ stato siglato un protocollo d’intesa tra l’AMP di caporizzuto e la Lega Navale di Crotone, al fine di istituire nuove forme di collaborazione per promuovere in modo efficente nuove attività e servizi.

E’ stato siglato un protocollo d’intesa tra l’AMP di caporizzuto e la Lega Navale di Crotone, al fine di istituire nuove forme di collaborazione per promuovere in modo efficente nuove attività e servizi.

06/09/2005

1° TROFEO VELICO DELL’AREA MARINA PROTETTA ‘ CAPO RIZZUTO’

E’ andato ad un equipaggio catanzarese il PRIMO TROFEO VELICO DELL’AREA MARINA PROTETTA ‘CAPO RIZZUTO’

La manifestazione, organizzata dalle Sezioni LNI di Crotone e Le Castella, dalla Provincia di Crotone e dall’Ente Gestore dell’Area Marina Protetta ‘Capo Rizzuto’, in collaborazione con la Banca Popolare di Crotone e con la Federazione Italiana Vela, è stata vinta dall’imbarcazione catanzarese ‘LINUS 23’, il cui equipaggio era composto da Saverio Rotella, Luciano Ricci, Sergio Mirarchi e Loredana De Ferraris.

Le regate, all’interno dell’evento sportivo sono state complessivamente due. La prima, costiera da Crotone a Le Castella si è svolta sabato 3 settembre. Le imbarcazioni partecipanti sono state in totale 11. Barche ed equipaggi sono partiti dallo specchio d’acqua antistante il molo Sanità intorno alle 11.00 con un vento in poppa, proveniente da nord, che ha consentito a tutti di doppiare Capocolonna. Poi, improvvisamente il vento è calato e raggiungere punta Le Castella è stato faticoso per tutti i team impegnati nella competizione. I primi a raggiungere il porticciolo di Le Castella sono stati gli skipper catanzaresi di ‘LINUS 23‘. A seguire, al secondo posto, si è classificato l’equipaggio crotonese di ‘AUDREY‘, formato da Sabino Vetta, Ugo Pugliese, Alex Papadopulos e Francesco Palmieri. Ha conquistato il terzo posto il team pitagorico di ‘ALBATROS’, costituito da Salvatore Ottaviani, Salvatore Ruperto, Salvatore e Frabrizio Sinopoli, Anselmo Greco e Salvatore Suppa.

La giornata di domenica 4 settembre ha visto impegnati gli undici equipaggi nella regata a bastone che si è disputata in uno scorcio di mare molto suggestivo che si staglia tra il Castello Aragonese e il villaggio Praialonga. Le condizioni meteo sono state buone, con un vento che spirava da sud-est. L’equipaggio di ‘LINUS 23’si è aggiudicato la vittoria di questa seconda regata in tempo compensato, anche se a tagliare realmente il traguardo per prima era stata l’imbarcazione crotonese ‘GREGORY‘, con gli skipper Pasquale Varano, Giancarlo Greco, Elena Lobeato e Roberto Sorrentino. In classifica si è piazzato, poi, al secondo posto il team pitagorico di ‘AUDREY III’, composto da Riccardo, Andrea e Enrico Proto, Rosario Locanto e Saverio Greco. Al terzo posto si è classificata l’imbarcazione crotonese ‘ALBATROS’.

Al termine delle due regate, il Primo Trofeo dell’Area Marina ‘Capo Rizzuto’ è stato conquistato dai catanzaresi di ‘LINUS 23‘, che lo conserveranno gelosamente per un anno prima di rimetterlo successivamente in palio. Le regate si sono disputate senza alcun problema per gli equipaggi grazie anche al supporto logistico fornito dalla Sezione LNI di Le Castella.

01/07/2006

Ritorna a Crotone il Giro D’Italia a Vela.

L’arrivo delle imbarcazioni da Messina è previsto per il giorno 3 di luglio , mentre il giorno 4 le stesse riprenderanno il mare per la volta di Orikumin Albania.

La sera del 2 e del 3 luglio sul Molo Sanità si terrà uno spettacolo denominato “KantaVela”, una manifestazione canora improntata al karaoke show con graduatoria – Crotone sarà l’unica eliminatoria in Calabria – e finale nazionale che si terrà a Lignano, città d’arrivo del Giro a Vela; come di consueto, sarà presente il Villaggio con stand di distribuzione di gadget pubblicitari e sarà possibile incontrare i personaggi famosi del mondo della vela.

13/04/2006

Trofeo tre mari 2006

Inizia con il piede giusto la stagione per i velisti pitagorici della Lega navale di Crotone che militano nella classe Optimist. Lo skipper Danilo Suppa, 12 anni, è riuscito a salire sul podio nella prima regata valida per l’aggiudicazione del Trofeo Tre Mari 2006 che si è svolta nello specchio d’acqua della città pugliese nei giorni scorsi.

Le successive prove per conquistare il Trofeo si svolgeranno nel mese di maggio a Formia e nel mese di luglio a Giulianova. Suppa, tra gli juniores, si è messo ben inevidenza già durante la prima giornata della selezione. Bravura, tecnica e tenacia sono state le costanti delle sue prestazioni che gli hanno consentito il buon piazzamento conseguito, scalando il vertice della classifica e piazzandosi al quinto posto della classifica generale, collocazione utile per salire sul podio (ad essere premiati sono infatti i primi cinque miglior velisti).

Il risultato è ancora più incoraggiante se pensa che il giovane skipper pitagorico gareggia nella categoria juniores soltanto dallo scorso mese di gennaio, fino a dicembre, infatti, figurava tra i cadetti della classe Optimist. Il risultato riportato a Taranto è più che ottimo, considerata la giovane età di Suppa che nelle prove è riuscito ad avere la meglio su atleti più grandi di lui e con maggiore esperienza. Alla regata hanno partecipato oltre 90 atleti del Centro Sud (Abruzzo, Marche, Puglia, Calabria, Campania, Lazio). Nutrita la flotta della Lni che oltre a Suppa è stata costituita da Giusy Federico per la categoria juniores (nati 91/94), e da Thomas De Fonte e Ugo Federico per la categoria cadetti (nati 95/96). Nei due giorni di competizione gli Juniores, in tutto 60 partecipanti, hanno disputato cinque prove, mentre i cadetti, in tutto 30 partecipanti, hanno affrontato quattro gare. Il piazzamento migliore lo ha ottenuto Suppa. Gli altri skipper crotonesi sono riusciti ad assestarsi al centro della classifica nelle rispettive categorie, cosa imputabile alle minori esperienze maturate a livello nazionale. Il resto della flotta crotonese risente ancora della tensione da gara e soprattutto delle difficoltà di partenza che solo con ripetute e frequenti partecipazioni a competizioni con numero elevato di partecipanti possono essere colmate.

Ma siamo ancora ad inizio stagione e sicuramente si andrà a migliorare nelle future competizioni in programma. Il prossimo appuntamento per i velisti pitagorici è dietro l’angolo: il Meeting internazionale di Riva del Garda, dal 13 al 16 aprile a cui parteciperanno anche gli altri componenti della squadra agonistica della Lega navale di Crotone e successivamente le selezioni interzonali che si terranno ad Agropoli dal 23 al 25 aprile. Su questo gruppo di velisti lo staff tecnico della Lni punta per continuare la tradizione di successi avviata da Sergio Racco che, nel 2005, ha partecipato al Mondiale Optimist e per raggiunti limiti d’età, ora milita nella classe 420 in coppia con Antonio Spagnolo e seguito da Gianmarco Trapasso e Salvatore Giungato. La Lni, dunque, è pronta ad affrontare una stagione impegnativa su più fronti: gli Optimist cadetti e juniores ed i 420 classe per equipaggi doppi e più grandi.

Didascalia foto: da sinistra Giusy Federico, Thomas De Fonte, Danilo Suppa, Ugo Federico

04/07/2006

ALLE 10:47 E’ PARTITA LA 9° TAPPA DA CROTONE A ORIKUM

Crotone, 4 luglio 2006. La flotta del Girovela saluta Crotone e l’Italia, la prossima volta che gli equipaggi scenderanno a terra sarà nel porto di Orikum in Albania.

Con buone le condizioni meteo, mare a forza 2 e vento da Nord-NordEst di circa 15 nodi, alle 11.47 è stato dato il via alla 9ª tappa del GiroVela 2006, una regata d’altura di circa 135 miglia nautiche. Il Comitato di Regata ha concesso un tempo massimo di 36 ore per completare la tappa e ha posto un cancello a Santa Maria di Leuca, poco oltre metà percorso. La prima imbarcazione a raggiungere la boa di disimpegno, valida per il Trofeo Pole Position Naviop, è stata Grado ­ GPS Buste Ecologiche timonata da Lorenzo Bodin (3 pt.), secondo passaggio per Paolo Cian al timone di Fiamme Gialle (2 pt.) e terzo Matteo Ivaldi (1pt.) su Riva del Garda ­ Moinet Prosecco.

L’ultimo rilevamento del sistema satellitare Naviop mostra la flotta abbastanza compatta affrontare il golfo di Taranto, con le donne di Roma-Fondazione Serono in posizione di attacco che restano sopravento a tutto il gruppo. Le imbarcazioni hanno coperto fino ad ora una distanza di 40 miglia in poco meno di 6 ore e sono attese al cancello di Santa Maria di Leuca intorno a mezzanotte, per poi entrare in Adriatico e iniziare la traversata fino ad Orikum. Il vento continua a spirare da Nord-Est, ma è previsto un po’ in calo una volta superato il cancello. Le barche sono comunque attese ad Orikum nella mattinata di domani.

03/07/2006

VALE LA CLASSIFICA AL CANCELLO DI CAPO SPARTIVENTO

Crotone, 4 luglio 2006. La flotta del Girovela saluta Crotone e l’Italia, la prossima volta che gli equipaggi scenderanno a terra sarà nel porto di Orikum in Albania.

Nella seconda parte del percorso, dopo che le barche hanno superato il cancello di Capo Spartivento e si sono dirette verso Capo Rizzuto, Fiamme Gialle aveva recuperato tutto ill suo svantaggio e, adottando un opzione al largo, era riuscita a conquistare la testa della gara con un buon margine sulle inseguitrici CastelSanPietroTerme-Marocchi/Grafiche Faenza e Riva del Garda Moinet Prosecco. Al passaggio di Capo Colonna il vento è caduto per ritornare soltanto nelle ultime due miglia. A quel punto la posizione più a terra favoriva CastelSanPietroTerme-Marocchi/Grafiche Faenza che riprendeva il comando. Sfortunatamente a nulla è servita la concentrazione e l¹impegno dei due equipaggi che sono arrivati a duecento metri dalla linea del traguardo quando è esaurito il tempo massimo a disposizione per concludere la regata. La sentenza del cancello di Capo Spartivento sa di beffa per l¹equipaggio delle Fiamme gialle che, al posto di una sfolgorante vittoria o perlomeno di un importante secondo posto, deve accontentarsi dell¹11 posto conquistato al cancello. Domattina alle nove è prevista la partenza dell nona tappa che trasferirà tutta la flotta per la proma volta in Albania, nel porto di Orikum.

Ordine d’arrivo dell’8ª tappa regata costiera Messina ­ Crotone: 1) Castelsanpietroterme ­ Castelsanpietroterme 2) Grado ­ GPS Buste Ecologiche 3) ) Carnia – Cometal 4) Riva del Garda ­ Moinet Prosecco 5) Cervia ­ Naviop 6) Genova – Postel/Elsag 7) Rosignano Marittimo ­ Solvay Bicarbonato 8) MarinaRA – Marinara 9) Cagliari – Provincia di Cagliari 10) Valmontone – Industrial Packaging 11) Fiamme Gialle – Sez. Vela Fiamme Gialle 12) Roma – Fondazione Serono 13) Terra di Bari ­ Terra di Bari 14) Barcola ­ Barcolana38

Maglia Rosa La Gazzetta dello Sport ­ Sergio Tacchini
Classifica Barche / Sponsor Skipper Punti
1 Riva del Garda – Moinet Prosecco Gianni Torboli 78,20
2 Carnia – Cometal Daniele Augusti 77,20
3 Grado ­ GPS Buste Ecologiche Anselmo Cosmo 74,20
4 CastelSanPietroTerme – CastelSanPietroTerme Giuliano Cava 70,20
5 Fiamme Gialle – Sez. Vela F.F.G.G. Andrea Casale 67,40
6 Genova – Postel / Elsag Ciccio Rossi 62,20
7 Cagliari – Provincia di Cagliari Antonello Ciabatti 62,00
8 Roma – Fondazione Serono Cristiana Monina 53,00
9 Marina di Ravenna – Marinara Vladimir Siamenau 51,00
10 Barcola ­ Barcolana38 Riccardo Termini 48,20
11 Rosignano Marittimo – Solvay Bicarbonato Matteo Savelli – Masala 33,00
12 Cervia – Naviop Antonio Antonelli 27,00
13 Valmontone ­ Industrial Packaging Corrado Tartarini 22,00
14 Terra di Bari – Terra di Bari Luigi Erriquez 9,00

23/08/2006

Buona prova dei nostri velisti

Buona prestazione della flotta della Lega navale di Crotone a due regate che si sono tenute sul lago di Garda nei giorni scorsi. I velisti pitagoriciUgo Federico e Thomas De Fonte, per la categoria cadetti, e Giusy Federico e Danilo Suppa, per la categoria juniores, hanno partecipato alla Ora Cup Ora 2006, a Torbole, e al meeting Trofeo “Simone Lombardi”, a Malcesine. Gli skipper crotonesi, nelle due regate, si sono confrontati con atleti provenienti da tutta Europa. I partecipanti per la classe juniores sono stati in tutto 200 e 102 per la classe dei cadetti.

Entrambe le regate sono statecaratterizzate da vento medio leggero, tranne che negli ultimi due giorni a Malcesine, dove il vento ha ripreso a soffiare forte e le prove sono state anticipate alle 8 del mattino. I risultati della Ora Cup Ora 2006 hanno visto così posizionarsi i crotonesi in classifica generale: per i cadetti De Fonte si è piazzato al 57° posto e Ugo Federico al 53°; per gli juniores Giusy Federico è arrivata al 145° posto, Danilo Suppa 75°. Meglio ha fatto la flotta pitagorica al trofeo “Lombardi”. Tutti gli skipper hanno migliorato i risultati conseguiti nella Ora Cup Ora. Per i cadetti De Fonte è risalito in 31^ posizione e Ugo Federico è arrivato al 62° posto in classifica. Per gli juniores Suppa si è classificato 39° e Giusy Federico al 114° posto. La piccola flotta pitagorica è in crescita ed in continuo miglioramento soprattutto grazie all’esperienza che sta maturando in campi di regata importanti come quello del lago di Garda. Per cimentarsi in prove così impegnative, però, i piccoli velisti, oltre alle gare, devono sobbarcarsi lunghi ed estenuanti viaggi. Per raggiungere Garda skipper e imbarcazioni hanno dovuto percorrere ben 1200 chilometri. Il viaggio alla fine ha pesato anche sulle prestazioni dei crotonesi che, anche per questo motivo, hanno dato il meglio nella seconda regata, a Malcesine. Alle due competizioni gli skipper pitagorici sono stati gli unici a partecipare della VI zona.

Didascalia foto: da sinistra: Thomas De Fonte, Danilo Suppa, Giusy e Ugo Federico

07/08/2006

Il trofeo “Pugliese” si conclude con un ex aequo

Si è conclusa con un insolito ex aequo la diciottesima edizione del trofeo ‘Ugo Pugliese’, manifestazione natatoria riservata a atleti professionisti svoltasi nel pomeriggio di ieri con partenza alle ore 17 dal molo Sanità di Crotone.

Dopo un tiratissimo ed emozionante testa a testa nei cinque chilometri di percorso tra la Lega navale e Casa Rossa, sono arrivati al traguardo col medesimo tempo (1h.08.01) due atleti: Alessandro Rivellini del gruppo sportivo del’esercito di Genova e Piergiorgio Gaglioti, delle Fiamme oro di Napoli. La prima delle donne a giungere al traguardo, invece, è stata Schantal Schiavoncini, della Asd Aurelia Sport di Roma. Quest’anno hanno ben figurato anche gli atleti crotonesi; è, infatti, arrivato al quarto posto assoluto nella classifica generale, Alessandro Capozza, della Kroton nuoto. Nonostante il clima non proprio ideale, vista la pioggia caduta poco prima, nel primo pomeriggio le condizioni del mare sono state favorevoli e la gara ha potuto prendere il via. Quest’anno gli iscritti sono stati ben 68, a testimonianza dell’importanza e dell’interesse che nel tempo questa gara ha saputo conquistarsi. Durante tutto il percorso questi atleti sono stati supportati dai mezzi delle forze dell’ordine e dalle imbarcazioni dei pescatori della zona. La gara si è svolta senza alcun problema, se si esclude un piccolo incidente di percorso subito da uno dei partecipanti, punto da una medusa e che all’arrivo è stato soccorso dal 118.

Al Trofeo Ugo Pugliese era abbinata anche la settima edizione di “Amare il mare”, riservata a coloro che sono appassionati del nuoto ma non lo praticano a livello professionistico; a primeggiare in questa competizione sono stati Francesco Martucci di Lamezia Terme e Alessandro Capozza di Crotone, che ha partecipato sia alla gara riservata ai professionisti che a quella degli amatori. L’assegnazione del primo posto, fino alla tarda serata di ieri, era ancora incerta in quanto si attendeva l’esito dell’esame antidoping. Ricordiamo che il Trofeo Pugliese è stato promosso da Giovanni Pugliese e dal presidente della Fin regionale, Daniele Paonessa, con la collaborazione della Lega navale diretta da Venturino Pugliese.

Fonte: Il Quotidiano

25/08/2006

Campionato italiano rafting di Giulianova

Nelle acque antistanti Giulianova Lido, in provincia di Teramo, è in corso di svolgimento il campionato italiano di Rifting pesca al tonno gigante. Partecipano 24 equipaggi, in rappresentanza delle rispettive province e che, nei mesi scorsi, hanno effettuato le gare di selezione.

Anche la Lega Navale di Crotone, per la prima volta, è presente alla più importante ed affascinante gara di pesca organizzata dalla F.I.P.S.A.S., Federazione Italiana Pesca Sportiva ed Attività Subacquee, con un proprio equipaggio formato da: Fausto Tricoli, capo pesca; Mimmo Tomaino, skipper; Giuseppe Falbo e Fabio Tomaino, marinai mozzi. ‘Questo validissimo equipaggio, ha dichiarato Giovanni Pugliese, presidente della LNI di Crotone, scaturito da una regolare e partecipata selezione, ha il compito di rappresentare le grandi tradizioni di pesca sportiva di cui può fregiarsi la Fipsas provinciale ed i club che ne fanno parte, guidati da me e dal professor Salvatore Tiano.’ Proprio nella più avvincente ed affascinante pesca sportiva, quella al tonno gigante, i nostri soci possono vantare un palmares di primissimo piano. Negli anni precedenti, quando il mare antistante la costa crotonese fu interessato da consistenti passaggi di tonni giganti, gli equipaggi delle barche ormeggiate nei nostri pontili, sbarcavano prede del peso di oltre il quintale, anche il quintale e mezzo. Il nostro intendimento sarà quello di riuscire a coinvolgere pienamente la città ed il territorio, avvicinandoli a quelle tradizioni marinare che fanno parte integrante della nostra storia e che potrebbero, in misura anche considerevole, contribuire alla crescita ed allo sviluppo delle nostre comunità.

Sarebbe opportuno e davvero lungimirante porre il mare e tutto ciò che esso può animare, al centro di una riflessione più complessiva. Intanto abbiamo avviato un ragionamento che potrebbe rivelarsi efficace e proficuo con l’Amministratore Provinciale, che è sponsor ufficiale del nostro equipaggio. Continueremo su questa strada anche con quelle Amministrazioni Comunali che intenderanno promuovere iniziative finalizzate alla conoscenza ed al consolidamento della cultura del mare; soprattutto fra i giovani e soprattutto nelle scuole. Ripeteremo, per esempio, quell’iniziativa di formazione alla pesca sportiva che già è stata realizzata fra giovanissimi aspiranti pescatori e che fornì indicazioni e risultati lusinghieri. Intanto ci dobbiamo preparare alle selezioni per la partecipazione ai campionati italiani di traina d’altura e traina costiera, alle quali potranno partecipare tutti i soci in regola con il tesseramento alla Fipsas che svolgeremo in autunno e dentro le quali tenteremo di promuovere iniziative di approfondimento culturale alle tematiche del mare.

07/09/2006

Campionato italiano 420

Ancora un’ottima prestazione degli skipper della Lega navale di Crotone,Sergio Racco e Antonio Spagnolo. Impegnati nei giorni scorsi nel campionato italiano 420, che si è svolto a Trapani, la flotta crotonese, composta appunto da Racco e Spagnolo, ha conquistato risultati davvero soddisfacenti, posizionandosi al quarto posto, negli juniores, e al dodicesimo posto, tra gli assoluti.

Un risultato che, ancora una volta, mette in evidenza la bravura e la tecnica dei velisti pitagorici e che li colloca tra imigliori equipaggi italiani 420. Il quarto posto, conquistato a Trapani, tra gli juniores, vale doppio, in quanto costituisce per Racco e Spagnolo un’ipoteca per la riconferma della loro presenza in Nazionale per l’anno prossimo (ogni anno vengono convocati nella squadra azzurra i primi 12 classificati del campionato italiano juniores 420, tra gli juniores). Ma Racco e Spagnolo nelle 11 prove, distribuite in quattro giorni di regate, hanno fatto ancora di più. Fino all’ultimo di giorno di gara erano in corsa per il secondo posto, il podio gli è sfuggito per un soffio a causa di un brutto tiro che gli hanno giocato gli avversari. Mentre la flotta crotonese, conduceva in seconda posizione la testa della regata, ad un giro di boa un equipaggio avversario si è infilato nella loro traiettoria, sbattendoli fuori e catapultandoli indietro. Il colpo di mano degli antagonisti ha fatto perdere a Racco e Spagnolo ben 25 posizioni di stacco.

Gli skipper crotonesi, però, non si sono persi d’animo e, stringendo i denti, sono riusciti a recuperare ben 15 posizioni che, al termine delle prove, gli sono valsi il quarto posto negli juniores e il dodicesimo, negli assoluti. La flotta della Lni di Crotone, in questa competizione, si è misurata con i migliori equipaggi italiani. Al campionato italiano 420 hanno partecipato 120 imbarcazioni e 240 atleti. La regata è stata divisa in due categorie: i migliori settanta skipper italiani hanno gareggiato nella Gold; i restanti 50 nella Silver. Racco e Spagnolo hanno fatto parte dei Gold. Le 11 prove del campionato sono state caratterizzate da condizioni del mare dure, il vento è sempre stato d’intensità medio – forte. La prestazione dei due velisti della Lni di Crotone conferma, se ancora ce ne fosse bisogno, l’alto livello tecnico e agonistico raggiunto dagli skipper crotonese, allenati da Massimo Racco.

08/09/2006

Mostra – concorso alla Lega Navale

Continua presso la sede della Lega Navale Italiana di Crotone la 2° Mostra – Concorso fotografico “Supermarecross a Crotone”, rassegna espositiva che segue il concorso fotografico istituito nell’ambito della 21° edizione del Campionato Italiano di motocross su sabbia “Supermarecross” svoltasi sull’arenile del lungomare di Crotone lo scorso 28 maggio.

Alla mostra sono esposte 27 foto realizzate dai fotografi crotonesi Sergio Cimino, Giuseppe Roberto De Caria, Dionigi Gagliardi, Gregorio Patanè (vincitore dell’edizione 2005), Domenico Perpiglia, Felice Trailo, Paolo Troilo e Vincenzo Vrenna, i quali attraverso un percorso di immagini raccontano la manifestazione sportiva che daben 21 anni si svolge nella città di Crotone. La mostra, che rimarrà aperta tutti i giorni fino al 16 settembre (dalle ore 08.30 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 20.00), è organizzata dal Moto Club Crotone e dal Gruppo Fotoamatori di Crotone, con il patrocinio dell’Amministrazione Provinciale di Crotone e con la collaborazione della Lega Navale Italiana. L’esposizione fotografica si concluderà a metà settembre con la cerimonia di premiazione delle prime tre foto classificate, alle quali si aggiungerà un premio speciale (menzione d’onore). A tale proposito nei giorni scorsi si è riunita la giuria, composta dal presidente Gaetano Leopardi, da Santo Greco (vicepresidente del Coni Provinciale), da Fabio Gallo e da Francesca Trocino, per la selezione delle opere vincitrici del concorso. Al termine d’una scrupolosa valutazione la giuria ha selezionato, per votazione, in una prima fase undici foto e successivamente le quattro vincitrici, utilizzando criteri di valutazione di elementi caratterizzanti la città di Crotone, il gesto atletico, la composizione, il cromatismo. La premiazione dei vincitori è prevista per il 16 settembre presso la Lega Navale e si concluderà alla pizzeria “La Gola” di Giancarlo, sponsor ufficiale dell’iniziativa, che realizzerà una pizza speciale a tema (pizza Supermarecross) per i partecipanti e la giuria.

11/09/2006

Crescono i giovani velisti pitagorici

Sono giorni impegnativi per la piccola flotta della Lega navale italiana di Crotone. I giovani velisti pitagorici sono, infatti, occupati su più fronti e in diverse competizioni. Alcune delle gare concluse hanno messo in luce, ancora una volta, come gli skipper, a piccoli passi, stiano crescendo, guadagnando posizioni nelle classifiche e nel confronto con altri atleti provenienti da tutt’Italia. Buona la performance di Danilo Suppa al campionato nazionale Optimist, organizzato dal circolo velico di Pietrabianca, in provincia di Livorno.

Per Suppa questo è il primo anno da juniores, una stagione di prova per lui, dove tutte le esperienze maturate andranno ad accrescere il suo bagaglio tecnico sportivo. Al campionato hanno partecipato 120 atleti selezionati dalle dodici zone italiane. Allo skipper crotonese è spettato l’arduo compito di rappresentare, da solo, la sesta zona, che comprende la Calabria e la Basilicata. Suppa, al termine delle nove prove suddivise in quattro giornate di regata, si posizionato al 75° posto in classifica generale. Considerando che è la sua prima volta da juniores in questo campionato e che a gareggiare con lui c’erano atleti più grandi e con più esperienza, questo risultato lascia ben sperare per il futuro. I quattro giorni a Pietrabianca non sono stati facili per nessuno degli atleti partecipanti. Le condizioni di vento e di mare, quasi proibitive, hanno reso più difficile la gara e anche i più bravi hanno avuto non pochi problemi. Mentre Suppa era impegnato nel campionato italiano di Optimist, un’altra velista della Lni di Crotone, Giusy Federico, era nel campo di regata della coppa Aico. Anche per Giusy Federico il podio è rimasto un miraggio ma, in questa fase di crescita, accumulare esperienze è quello che più conta. In contemporanea, sempre in Toscana, si svolgeva la coppa Touring, riservata ai cadetti, gli atleti più giovani. Alla regata hanno partecipato tre skipper pitagorici: Thomas De Fonte, Ugo Federico e Giuseppe Gaetano. Il miglior risultato lo ha ottenuto De Fonte che su 124 partecipanti si è piazzato 29°. In questi giorni la flotta della Lega navale di Crotone sta partecipando alla ventunesima edizione della coppa Primavela, a Follonica, in provincia di Grosseto.

12/09/2006

Secondo trofeo velico dell’Area marina protetta “Capo Rizzuto”

L’imbarcazione della Lega navale di Crotone “Strawberry Taste” si è aggiudicata il secondo trofeo velico dell’Area marina protetta “Capo Rizzuto”. La suggestiva regata che, da Crotone fino a Le Castella, doppia Capo Colonna, Capo Cimiti e Capo Rizzuto, ha visto primeggiare, in due giorni di gare mozzafiato, l’equipaggio crotonese composto da Venturino Pugliese, Stefano Pugliese, Domenico Battaglia e timonato da Giacinto Tesoriere.

Per la “Strawberry Taste” è stata una rivincita. L’anno scorso la battaglia, a pelo d’acqua, aveva visto fronteggiarsi l’equipaggio pitagorico e quello catanzarese di “Linus 23” in un vero derby tra le onde. A vincere, allora, furono i catanzaresi ma quest’anno gli skipper crotonesi hanno recuperato la distanza e, questa, volta sono stati i pitagorici a riportare a casa il trofeo. La regata si è svolta in due giornate di gare. Le barche, iscritte alla seconda edizione del trofeo velico “Capo Rizzuto”, sono state otto ma due si sono ritirate per il vento forte che non ha dato tregua nel weekend. E’ stato un braccio di ferro tra le imbarcazioni e le raffiche di vento, che hanno caratterizzato la manifestazione con 23 nodi durante la regata costiera Crotone – Le Castella di sabato scorso, con punte anche di 35 nodi, scesi poi a 27, durante la regata di triangolo davanti a Le Castella di domenica. La forza del vento ha causato agli equipaggi non pochi problemi, arrivando a spezzare due alberi ed una vela. Le forti correnti d’aria non hanno, però, piegato il team della “Strawberry Taste” che alla fine ha avuto la meglio sull’imbarcazione catanzarese. L’evento sportivo, anche per quest’anno, è frutto della sinergia tra le sezioni di Crotone e di Le Castella della Lega navale italiana e l’ Area marina protetta “Capo Rizzuto”. Il successo dell’iniziativa mette in luce come questa collaborazione stia conseguendo buoni risultati nel campo dello sport nautico. La classifica generale, al termine della manifestazione ha visto sul primo gradino del podio “Strawberry Taste”, timoniere Giacinto Tesoriere, al secondo “Estasi”, timoniere Barone Massimo Focarelli, al terzo “Siloa”, timoniere Vincenzo Ioppoli, al quarto posto “Paperinik”, timoniere Luciano Ricci, al quinto “Giogiò”, timoniere Renato Sisca. Il trofeo è stato consegnato ai crotonesi dal presidente della Lega navale di Le Castella, Domenico Calabretta.

Didascalia foto: da sinistra Stefano Pugliese, Giacinto Tesoriere – skipper ed armatore della barca- Bonaventura Pugliese, Domenico Calabretta- presidente LNI Le Castella- e Domenico Battaglia. Foto di Raffaella Vinci

10/10/2006

Trofeo Panerai

Un crotonese nell’equipaggio che ha conquistato il Trofeo Paneraicollegato alle Regates Royales di Cannes, disputatosi nei giorni scorsi nelle acque della cittadina francese. Bonaventura Pugliese, direttore sportivo della Lega navale di Crotone e consigliere nazionale della Fiv, federazione italiana vela, ha fatto parte del gruppo di skipper dell’equipaggio di Emeroude, imbarcazione dell’armatore padovano Vittorio Cavazzana, che ha partecipato al Trofeo Panerai, nella categoria Yacht Classici.

Giunto alla sua seconda edizione, il prestigiosocircuito Panerai Classic Yachts Challenge ha richiamato il meglio delle vele d’epoca del Mediterraneo e non solo. La premiazione di questa edizione ha visto il tripudio per i due vincitori assoluti del Panerai Classic yachts Challenge 2006: Bona Fide (Yacht d’Epoca) ed Emeraude (yacht Classici). A compiere l’impresa un team di skipper italiani d’eccezione composto da Vittorio Cavazzana, Bonaventura Pugliese, Massimo Scarioli, Cesare Giro, Max Milan, CanzioFincato, Paolo Spada, MarcoFrosi, Luciano Sabaini, IsidoroRuocco.; nelle altre regate, in alternanza, Valentina della Paglia, Patrizia Scarioli, Giovanni Cobianchi, Simone e Sandro Pizzolato Mauro Filotello, Oscar Bisegna, Adriano della Nora, Claudio Cagnin provenienti da Padova, Trieste,Trento, Torino, Vicenza, Caorle, Verona, Bologna, Rovigo e Crotone. Emeraude è una barca dal passato significativo: progetto di German Frers, costruita nel 1974 dai cantieri Huismann in Olanda, ha partecipato all’Admiral’s Cup in Inghilterra (un vero e proprio mondiale a squadre di vela d’altura) alla metà degli anni settanta, con un timoniere d’eccezione come Dennis Conner. L’attuale armatore, il padovano Vittorio Cavazzana, è il terzo proprietario e corre con il guidone dello Yacht Club Adriaco di Trieste. Emeraude è un tipico disegno I.O.R. (International Offshore Rule, il sistema di stazza protagonista negli anni settanta e ottanta), con linee strette ed estremità slanciate, e con un piano di coperta flush-deck con pozzetti separati per l’equipaggio, pensato espressamente per le manovre in regata.

L’equipaggio di Emeroude, di cui ha fatto parte anche il crotonese Pugliese, ha fatto man bassa di premi: oltre a vincere il trofeo del Challenge Panerai, ha conquistato la vittoria anche nella categoria Classici. Al Panerai Classic Yachts Challenge hanno partecipato complessivamente 239 yacht. Il Panerai Classic Yachts Challenge, si è concluso nei giorni scorsi a Cannes, dopo cinque raduni (Antibes, Argentario, Mahon, Imperia e Cannes) e tre regate di trasferimento (la Coupe de Printemps dello Yacht Club de France da Antibes a La Spezia per il Trofeo “Durand De La Penne”; la Big Boats Race, da Mahon a Imperia; la Coupe d’Automne dello Yacht Club Italiano da Imperia a Cannes). Ottima la prestazione di Emeroude in quasi tutte le tappe che hanno caratterizzato il Challenge Panerai: primo alle regate di altura da Imperia a Cannes e da Mahon ad Imperia, terzo alle regate di Mahon, risultati delle prove (3,1,3 ), quinto alle regate di Imperia e di Porto S, Stefano e secondo alle regate di Napoli fuori circuito con questi risultati (3,2,1,1). Grande la soddisfazione della Lni di Crotone per l’impresa compiuta da Bonaventura Pugliese. Durante la premiazione a Cannes l’equipaggio di Emeroude ha fatto suonare l’Inno d’Italia. Insomma, dopo i mondiali di calcio in Germania, un altro boccone amaro da digerire per i francesi.

Didascalia foto: Bonaventura Pugliese brinda alla vittoria insieme all’equipaggio di Emeroude

19/10/2006

Campionato provinciale di traina d’altura

L’equipaggio “Astice”, composto da Rauol Elia, Tommaso Ciccopiedi, Domenico Lucente e Roberto Elia, si è aggiudicato il titolo di campione provinciale di traina d’altura 2006. Al termine di sei lunghe ore di gare, dopo aver catturato alletterati e lampughe di peso superiore ai due chilogrammi, “Astice” l’ha spuntata sui 14 equipaggi che, domenica scorsa, hanno partecipato alla selezione provinciale di traina d’altura, valevole come qualificazione al campionato italiano 2007. L’equipaggio di “Astice”, inoltre, ancora una volta ha dimostrato di non aver rivali in questa tecnica di pesca sportiva. Negli ultimi quattro anni, per ben tre volte, “Astice” si è aggiudicato il primo posto nella selezione provinciale.

La gara sportiva si è svolta nello specchio d’acqua antistante la città di Crotone. I 14 equipaggi, che hanno partecipato alla competizione, hanno preso il mare alle 7, 15 dal porticciolo della Lega navale di Crotone. La manifestazione, secondo quanto previsto dal regolamento, è continuata fino alle 13,15. Gli equipaggi hanno dovuta pescare in condizioni meteo non proprio ottimali. Al termine della prima manche, il giudice di gara, Antonino Maccarone, dopo un veloce consulto via radio con i partecipanti e con la motovedetta della Capitaneria di porto, ha deciso di far proseguire la competizione. Alla fine della prima manche “Astice” dichiarava alla radio, dopo un black out dovuto ad una lieve burrasca, undici prede valide che la ponevano in testa alla classifica provvisoria, davanti a “Bradypus” di Giovanni Pugliese che ha gareggiato in squadra con Giuseppina Pirozzi e Ottavio Cavallaro e a “Benedetta” di Salvatore Sitra, in team con Natalino Sitra e Domenico Tomaino. Situazione immutata anche nella seconda manche con “Astice” sempre alla testa della classifica, seguita, questa volta, dalla barca “Berlusca” dei fratelli De Luca, Giovanni e Giuseppe in squadra con Salvatore Manica, da “Benedetta” e da “Key largo 28” di Gianfranco Antonante, in team con Anna Lucia Ciccopiedi e Saverio Sorrentino. La premiazione si è svolta nella serata di domenica scorsa, nei locali della Lega navale di Crotone. Si è tenuta una cena sociale per gli equipaggi, alla presenza della deputata dei Ds Marilina Intrieri e del presidente del consiglio comunale, Giancarlo Sitra. Per l’occasione, il presidente della Lni di Crotone, Giovanni Pugliese, ha dato appuntamento agli appassionati di pesca sportiva per il prossimo 29 ottobre, quando si terrà la selezione provinciale Fipsas di traina costiera.

Didascalia foto: Marilina Intrieri mentre premia l’equipaggio di “Astice”, Tommaso Ciccopiedi, Roberto Elia, Raoul Elia e Domenico Lucente.

23/11/2006

Trofeo “ Linea pesca Tica Falkon”

Gli ‘Squali’ Vincenzo MoratiAntonio Muraca Gustavo Astorino hanno vinto la selezione provinciale di traina costiera Trofeo ” Linea pesca Tica Falkon”, svoltasi nei giorni scorsi e valida per la qualificazione al Campionato Italiano del 2007. L’equipaggio dello “Squalo” ha portato a casa due risultati, in un solo colpo: vincere la tappa crotonese della gara di pesca sportiva e conquistare il diritto a partecipare al Campionato italiano 2007.

La manifestazione, organizzata dal gruppo dilettantistico pesca sportiva della Lega Navale Italiana di Crotone ha visto la partecipazione di 11 imbarcazioni, ognuna con tre persone di equipaggio, che si sono dati battaglia nello specchio d’acqua antistante città, nella caccia ai pesci più grossi. La gara, era stata già rinviata due domeniche fa per cattive condizioni meteomarine, e si è svolta regolarmente in due prove. La prima vinta da “Rifatami”, con a bordo Fausto Tricoli, Giuseppe Falbo e Sergio Sestito che hanno pescato una bella ricciola di 13 kg, La seconda prova ha visto primeggiare “Emanuele”, con Salvatore Manica , e lo skipper Francesco Oliverio, che hanno tirato in barca un ricciola di ben 18 kg.. Ma la classifica finale ha riservato più di qualche sorpresa. Al primo posto si è posizionato “Lo Squalo” di Vincenzo Morati, Antonio Muraca e Gustavo Astorino, che,con solo 4 punti di penalità, frutto di una bella pescata di alletterati che gli consentiva una buon a posizione nelle due prove, si aggiudicava la selezione provinciale di traina costiera ed il diritto a partecipare al Campionato italiano 2007. Al secondo posto e al terzo posto si sono posizionati rispettivamente “Bagheera” di Salvatore Tiano, Giuseppe Perrotta e Livio Perticone e “Rifatami” di Fausto Tricoli, Giuseppe Falbo e Sergio Sestito. La premiazione dei vincitori è avvenuta nell’ambito della cena sociale, a cui ha partecipato anche il presidente della Lni, Giuseppe Pugliese, con consegna dei premi offerti dallo sponsor tecnico Linea Pesca.

06/12/2006

Gara di pesca sportiva Fipsas

Sedicie chili e 300 grammi di seppie. E’ stato questo il ricco bottino della gara di pesca sportiva Fipsas di bolentino a coppie, trofeo Framir, organizzata nei giorni scorsi dal Gruppo pesca sportiva dilettantistico della Lega navale italiana di Crotone. A primeggiare nella cattura dei “preziosi” cefalopodi, la pesca era rivolta esclusivamente verso polpi, seppie e calamari, è stato l’equipaggio composto dalla coppia Salvatore Manica e Elio Siniscalchi, che durante lo svolgimento della prova, nelle acque della cittadina pitagorica, ha pescato ben 20 prede, totalizzando 7750 punti.

La gara di pesca sportiva, specialità di bolentino a coppie, ha visto la partecipazione di nove equipaggi che si sono sfidati in mare nella caccia a seppie, polpi e calamari. Le condizioni meteo ottimali e il mare calmo hanno favorito la buona riuscita della manifestazione, per cui a fine gara, i nove equipaggi hanno portato a casa ben 16 chili e 300 grammi di pescato, tutte seppie. Salvatore Manica e Elio Siniscalchi non hanno lasciato spazio a nessuno, riuscendo a pescare ben 20 seppie, il doppio di quanto catturato dagli altri equipaggi. Al secondo posto si sono classificati Gustavo Astorino e Natalino Sitra con 10 prede e 4080 punti , al terzo Mimmo Scotta e Saverio Scida con 9 prede e 4010 punti, al quarto Mario Cardamone e Maurizio Rocco Pontieri con 10 prede e 3100 punti, al quinto posto Gianfranco Antonante e Pino Sorrentino con 2100 punti. I vincitori della gara parteciperanno di diritto al Campionato italiano di bolentino a coppie 2007, organizzato dalla Fipsas. Tutti hanno ricevuto premi offerti dallo sponsor tecnico Framir . Con questa gara si chiude la stagione agonistica 2006 del Gruppo pesca sportiva della Lni di Crotone, che ha già qualificato per i campionati 2007 ben tre equipaggi che rappresenteranno la nostra provincia ai campionati di traina d’altura, traina costiera e bolentino a coppie.

Nella foto: i signori Franco della Framir premiano i vincitori Salvatore Manica e Elio Siniscalchi.

05/03/2007

Selezione Interzonale Optimist

La regata si svolgerà nello specchio di mare antistante il porto di Crotone, con il seguente calendario:

  • Giovedì 22 marzo 2207 Iscrizioni, Timbratura delle vele inizio h.16.00.
  • Venerdì 23 marzo 2007 Iscrizioni, Timbratura delle vele inizio h.08.00. Skipper Meeting, cons. dei nastri inizio h.10.30. Prove, Segnale di avviso 1° prova h. 13.00.
  • Sabato 24 marzo 2007 Prove.
  • Domenica 25 marzo 2007 Prove; Premiazione al termine delle prove.

L’orario del segnale di avviso della prima prova di giornata per i giorni 24 e 25 marzo 2007 verrà comunicato mediante avviso “all’Albo Ufficiale dei Comunicati” entro le ore 19.30 del giorno precedente a quello in cui avranno effetto. In caso di mancata comunicazione si riterrà confermata l’ora stabilita per il giorno precedente. Non è previsto alcun limite di orario per la partenza della prova di chiusura della manifestazione.

Regolamenti: La regata sarà disciplinata dalle Regole come definite nelle Regole di Regata dell’ISAF 2005/2008 (RRS) e dalla Normativa FIV per l’Attività Velico Sportiva in Italia 2007.

Non si applica l’eccezione della RRS 61.1(a)(2): Esiste, quindi, l’obbligo di uso della bandiera rossa.

Approfondimenti

» Downolad bando di gara e modulo d’iscrizione

 

12/03/2007

Sergio Racco e Antonio Spagnolo confermati in Nazionale

Ancora una bella riconferma per gli skipper crotonesi della Lega navale Sergio Racco e Antonio Spagnolo. I due velisti anche quest’anno vestiranno i colori azzurri della nazionale. Racco e Spagnolo sono, infatti, stati confermati nel gruppo agonistico nazionale per la classe 420. Della squadra azzurra sono chiamati a far parte, ogni stagione, i migliori skipper italiani. Racco e Spagnolo avranno l’onore e l’onere di portare in alto il buon nome non sono della Calabria ma dell’intero centro sud Italia.

La flotta crotonese è l’unico equipaggio scelto nel Meridione. Una bella soddisfazione per la sezione di Crotone della Lega navale italiana che ha in Racco e Spagnolo gli atleti di punta del Sud della Penisola. Gli impegni dei due velisti pitagorici in nazionale sono appena cominciati. Sabato e domenica scorsi sono stati impegnati a Napoli per il primo raduno zonale degli azzurri, allenati dal tecnico della nazionale di vela, Claudio Borens. Il primo vero banco di prova per Racco e Spagnolo sarà a Rosignano, dove si disputerà la prima regata della stagione.

‘Siamo molto orgogliosi di questo risultato – ha spiegato Bonaventura Pugliese, direttore sportivo della Lega navale di Crotone e consigliere nazionale della Fiv, federazione italiana vela – anche perché i nostri atleti sono stati gli unici ad essere convocati in tutto il Centro Sud’.

Intanto, fervono i preparativi della Lega navale di Crotone per la regata interzonale, selezione valida per l’accesso ai campionati europei e mondiali, che si svolgerà nello specchio d’acqua della città pitagorica a fine mese. Giovedì 15 marzo, alle ore 12, sulla terrazza della Lega navale si terrà la conferenza stampa di presentazione della manifestazione. La regata torna in città dopo quasi otto anni d’assenza. La selezione porterà a Crotone i migliori skipper nazionali in circolazione che duelleranno in acqua per conquistarsi l’accesso agli europei e ai mondiali.

15/03/2007

Regata interzonale Optimist

Torna in città, dopo sei anni d’assenza, la regata interzonale Optimist, selezione valida per la qualificazione ai campionati europei e mondiali di vela. L’importante avvenimento sportivo si svolgerà per tre giorni, i prossimi 23, 24 e 25 marzo. Per un lungo weekend si daranno battaglia nello specchio d’acqua antistante il mare crotonese oltre 100 velistiprovenienti da Calabria, Basilicata, Campania e Sicilia. I dettagli della regata, organizzata dalla sezione di Crotone della Lega navale con il patrocinio del Coni, della Regione, della Provincia, del Comune, dell’Area marina protetta “Capo Rizzuto”, e della Federazione italiana vela sono stati illustrati ieri mattina nel corso di una conferenza stampa tenutasi sulla terrazza della Lni.

‘Con questo evento – ha spiegato Bonaventura Pugliese, direttore sportivo della Lni di Crotone e consigliere nazionale della Fiv – che porterà in città ben 100 velisti, nati tra il ’92 e il ’95, apriamo ufficialmente la stagione crotonese della vela. Sarà una manifestazione molto impegnativa dal punto di vista della sicurezza. Saranno, in tutto, una trentina i mezzi impegnati in mare, tra barche e gommoni, che supporteranno gli skipper’.

A contendersi il lasciapassare per gli europei e i mondiali di vela ci sarà anche la piccola flotta calabrese, costituita in gran parte dagli skipper pitagorici.

‘Ci saranno quattro velisti della Lega navale e due dello Yachting club di Crotone – ha precisato Pugliese – quattro ragazzi verranno dal circolo di Reggio Calabria e due da Roccella Jonica’. Un piccolo esercito, quello calabrese, che dovrà vedersela con plotoni più nutriti.

‘L’esigua partecipazione dei nostri velisti è una nota dolente – ha osservato Pugliese – dalla Campania e dalla Sicilia giungeranno 40 velisti a testa. In Calabria su 20 circoli soltanto tre, o quattro, sono attivi. Gli altri sono attivi da poco e per avere un aumento considerevole della presenza calabrese in queste manifestazioni dovremo attendere altri cinque anni’ La manifestazione prenderà il via il 23 marzo alle 13 e sarà preceduta, questo weekend, da un raduno zonale per preparare i velisti calabresi a questa prova impegnativa. Erano presenti alla conferenza stampa di ieri anche Salvatore Di Giorgio, vicepresidente della Lega navale di Crotone, Vincenzo Sisca, tesoriere della Lni e Fausto Tricoli, consigliere della Lni per l’attività di pesca sportiva.

 

26/03/2007

Podio ai Napoletani

Sbancano i napoletani alla regata interzonale Optimist, selezione valida per la qualificazione ai campionati europei e mondiali di vela, svoltasi in città per tre giorni e conclusasi ieri mattina. Dopo un lungo weekend di vela, caratterizzato da prove intense, rese ancora più difficili dalle cattive condizioni meteo e del mare, ieri si sono chiuse le selezioni. A conquistare il podio della regata interzonale Optimist, tornata in città, dopo sei anni d’assenza, sono stati Guido D’Errico del circolo canottieri Savoia di Napoli, primo in classifica generale, seguito da Carlo Cucinotta, dell’associazione sportiva Tennis e vela di Messina, al secondo gradino del podio, e da Federico Cattaneo, sempre del circolo canottieri Savoia di Napoli.

Prima, tra le veliste donne partecipanti, è stataRoberta Caputo, anche lei del circolo canottieri Savoia di Napoli. Per gli skipper calabresi che hanno preso parte alla manifestazione è stata invece un’occasione mancata. Il maltempo ha giocato un brutto tiro alla flotta calabrese, composta da 10 elementi: Giusy Federico, Giammarco Trapasso, Danilo Suppa, Thomas De Fonte, Alessio Veraldi della Lega navale di Crotone, Alfio Pugliese e Roberto Gallo dello Yachting club di Crotone, Emiliano Fabrici, Alberto Laganà e Sacha Ruffo del circolo velico di Reggio Calabria). Nessuno dei velisti calabresi è riuscito a conquistare le postazioni alte della classifica, peraltro utili per partecipare alla prossima selezione valida per i campionati europei e mondiali. Al termine delle prove, in classifica generale meglio di tutti hanno fatto: Emiliano Fabrici, primo tra i calabresi, seguito a ruota dai crotonesi Thomas De Fonte, Giusy Federico e Danilo Suppa.

Quest’ultimo partito benissimo il primo giorno, al termine delle prove era 14°, non è riuscito a far di meglio successivamente, la sua barca ha più volte “scuffiato” e imbarcato acqua. Molte le difficoltà in mare che hanno dovuto affrontare i 69 partecipanti alla regata organizzata dalla sezione di Crotone della Lega navale con il patrocinio del Coni, della Regione, della Provincia, del Comune, dell’Area marina protetta “Capo Rizzuto”, e della Federazione italiana vela. La pioggia e il vento forte, arrivato a soffiare fino a 25 nodi, ha reso particolarmente difficile lo svolgimento della selezione. Il primo giorno è stato possibile realizzare soltanto una prova. Il secondo il forte vento ha fortemente fiaccato i velisti. Molti si sono ritirati, facendo calare da 69 a 52 il numero dei partecipanti. Ieri, poi, le condizioni meteo hanno reso impossibile l’espletamento dell’ultima prova. In mare, gli skipper provenienti da Calabria, Basilica, Campania e Sicilia, sono stati supportati da circa 30 mezzi messi a disposizione dalla Lega navale di Crotone.

‘E’ stata una manifestazione molto complessa – ha spiegato Giovanni Pugliese, presidente della Lega navale di Crotone – senza l’aiuto dei genitori degli skipper crotonesi e di tutta l’organizzazione della Lni crotonese questo evento sportivo non sarebbe stato possibile’. ‘I nostri gommoni – ha aggiunto Bonaventura Pugliese, direttore sportivo della Lni di Crotone e consigliere nazionale della Fiv – hanno supportato i velisti, flagellati dal maltempo. Abbiamo dovuto recuperare molti mezzi che avevano imbarcato acqua’. Al termine della manifestazione, ieri mattina, sono stati premiati i vincitori della regata.

03/05/2007

Ottimo risultato degli skipper crotonesi

In crescendo le prestazioni degli skipper crotonesi Antonio Spagnolo e Sergio Racco alle regate nazionali della classe 420. I due velisti pitagorici della sezione di Crotone della Lega navale, qualche giorno fa, nelle acque del Lago di Garda, hanno compiuto una vera e propria impresa alla terza regata nazionale della classe 420, valida per la Ranking list dalla quale saranno selezionati gli equipaggi che parteciperanno ai campionati Europei Juniores e Mondiali assoluti oltre che ad accedere al campionato nazionale di categoria. Spagnolo e Racco hanno recuperato ben 15 posizioni in classifica e al termine delle undici prove previste si sono piazzati al 15° posto negli assoluti e ottavi negli juniores.

Un ottimo risultato, soprattutto quello conquistato nella categoria juniores, che potrebbe lasciare le porte aperte agli skipper della Lni di Crotone per la partecipazione agli europei. Il campo di regata ospitato dal circolo della Vela Arco ha regalato alla flotta di oltre centoquaranta imbarcazioni ben 11 regate, disputate con un vento costante e regolare (sempre sopra i 5 m/s e fino ai 8 m/s), consentendo di portare a 25 il numero di prove totali della ranking. Le condizioni del vento e del mare sono risultate particolarmente favorevoli alla flotta crotonese che, grazie alla sua esperienza tecnica e bravura, è riuscita a scalare agevolmente la classifica. La regata disputata sul Lago di Garda è la terza, delle quattro selezioni nazionali della classe 420. La prima si è tenuta a Rosignano, in provincia di Livorno, nel mese di marzo. Quattro sono state in tutto le prove svolte, caratterizzate da poco vento. La seconda regata si è svolta dal 6 al 9 aprile a Cagliari. Dieci sono state le prove portate a termine, caratterizzate anche queste da poco vento. Le condizioni di vento medio, più congeniali a Racco e Spagnolo, che hanno caratterizzato la regata del Lago di Garda hanno consentito l’exploit dei velisti della Lni di Crotone, che stanno confermando i pronostici per la loro performance stagionale. Come si ricorderà, Racco e Spagnolo vestono la maglia azzurra della Nazionale vela e a metà maggio saranno ad Antignano per la convocazione della Nazionale.

18/05/2007

Danilo Suppa vince il campionato nazionale della Lni

Continua a mietere successi la sezione di Crotone della Lega navale italiana. Questa volta è stato il giovanissimo skipper Danilo Suppa, classe 1994, a tener alto il buon nome della vela crotonese. Suppa ha portato a casa un risultato davvero eccezionale. Il velista pitagorico è riuscito nella difficile impresa di aggiudicarsi il primo Trofeo della lega navale italiana, partecipando al primo campionato nazionale della Lni, classe Optimist, svoltosi nei giorni scorsi a Sabaudia.

Sul lago di Paola, nello specchio d’acqua antistante il centro sportivo della Marina militare italiana, lo skipper crotonese non ha lasciato spazio a nessuno. Suppa ha avuto la meglio su una flotta composta daimigliori velisti Optimistprovenienti da tutta la Penisola. In tutto sono state disputate tre prove, caratterizzate da vento medio leggero, e nelle tre prove Suppa si è classificato sempre al primo posto. Dunque, per gli altri skipper non c’è stata storia. Il velista della Lega navale crotonese non ha lasciato spiragli a nessuno. Grande la soddisfazione alla Lni di Crotone per l’impresa di Suppa. ‘Ancora una volta – ha spiegato Bonaventura Pugliese, direttore sportivo della Lni di Crotone e consigliere nazionale della Federazione italiana vela – la nostra sezione si dimostra una fucina di talenti. La Lni è riuscita ad emergere grazie al vivaio che si arricchisce di anno in anno. Il fatto che Suppa sia riuscito a stravincere il primo trofeo della Lni è per noi motivo di orgoglio’. Intanto, il gruppo vela della Lni di Crotone è già al lavoro per la prossima regata. Domenica 20 maggio, a Crotone, a partire dalle 11 si terrà la prima selezione zonale categoria Optimist, valida per l’accesso ai campionati nazionali juniores e per la Coppa del presidente, nella categoria cadetti. Le premiazioni dei vincitori sono previste per il pomeriggio di domenica, sulla terrazza della Lega navale, intorno alle 17.

28/06/2007

Ancora in evidenza gli skipper crotonesi

Ottima prestazione degli skipper della Lega navale di Crotone nelle due regate disputatesi, nei giorni scorsi, nello specchio d’acqua antistante la città di Pitagora. Le regate Optimist, organizzate dalla Lega navale di Crotone, dallo Yachting club Crotone e dall’associazione sportiva Mare sport, sono state due: una valida come selezione zonale per la Coppa Calabria Basilicata, riservata alla categoria juniores, l’altra, invece, valida come riunione cadetti per la Coppa Primavera e per la Coppa del Presidente. In tutto, i partecipanti sono stati circa una ventina.

Le condizioni di afa e l’assenza di vento hanno condizionato le regate, tanto che è stato possibile portare a termine una sola prova. Nella classifica dei cadetti gli skipper pitagorici non hanno lasciato spazio a nessuno.Le prime sette posizionisono state, infatti, conquistate da velisti crotonesi. Questa la classifica dei cadetti: al primo posto Ugo Federico, della Lega navale di Crotone, al secondo posto Valerio Piro, della Lega navale di Crotone, al terzo posto Giuseppe Gaetano, della Lega navale di Crotone, al quarto Giuseppe Cizza, dello Yachting club Crotone, al quinto Marco Lentini, della Lega navale di Crotone, al sesto Luca Pugliese, dello Yachting club Crotone, al settimo Alessandro Brutto, Yachting club Crotone.

Anche nella categoria juniores sono stati gli skipper pitagorici ad avere la meglio. In cima alla classifica si è piazzato Danilo Suppa, della Lega navale di Crotone, al secondo posto Emiliano Fabbrici, del circolo velico di Reggio Calabria, al terzo posto Thomas De Fonte, della Lega navale di Crotone, al quarto posto Sacha Ruffo, del circolo velico di Reggio Calabria, al quinto posto Roberto Laganà, del circolo velico di Reggio Calabria, al sesto posto Samuele Tarantino, del circolo velico di Reggio Calabria, al settimo posto Demetrio Morabito, del circolo velico di Reggio Calabria, all’ottavo Roberto Adamo, Yachting club Crotone, al nono posto Alessio Veraldi, della Lega navale di Crotone. Intanto, sono stati resi noti i nominativi per il raduno velico che si terrà a Palermo e Trapani dal 17 al 20 luglio. Per la Lega navale di Crotone sono stati convocati Ugo Federico, Valerio Piro e Giuseppe Gaetano.

14/09/2007

Classe 420

Continuano a macinare successi i due skipper di punta della Lega navale italiana di Crotone. Ancora un ottimo posizionamento per i velisti pitagorici Sergio Racco e Antonio Spagnolo, impegnati nella classe 420. I due skipper crotonesi, nei giorni scorsi, sono stati impegnati nel Campionato italiano 420 ad Andora, in provincia di Savona. Al termine di due giorni di prove molto impegnative, la flotta pitagorica ha agguantato il quinto posto fra gli Juniores e il 13° posto tra gli assoluti, confermandosi così tra la rosa dei migliori equipaggi italiani. Racco e Spagnolo, allenati da Massimo Racco, hanno sfidato in acqua 120 partecipanti, i migliori skipper italiani della classe 420.

E ancora una volta i velisti della Lni di Crotone si sono confermati tra i migliori skipper della Nazione, confermando le posizioni conseguite negli ultimi due anni. La regata di Andora si è articolata in due giornate. In tutto sono state disputate sette prove. Il primo giorno è stato caratterizzato dall’assenza di vento, condizione questa poco favorevole ai nostri skipper, più avvezzi a combattere in acqua con condizioni di vento estreme. Il primo giorno per la flotta crotonese è stato, dunque, catastrofico. Racco e Spagnolo sono partiti in sordina ma il secondo giorno hanno avuto un exploit grazie all’aiuto di Eolo che ha spirato forte. Nelle sei prove della seconda giornata i velisti sono stati, così, artefici della rimonta, risalendo la classifica e catapultandosi nella rosa dei migliori equipaggi a livello nazionale. Un successo per la Lega navale di Crotone che ripaga di tutti gli sforzi profusi fino a questo momento. L’intento della sezione crotonese della Lni è quello di ampliare il gruppo di velisti che gareggiano nella classe 420 già dal prossimo anno. Sotto la guida di Massimo Racco si stanno, infatti, preparando a questo importante appuntamento altre due flotte, composte rispettivamente da Gianmarco Trapasso e Giusy Federico, e da Alessandro Giuntato e Luigi Pascuzzi. Intanto, anche sul fronte degli impegni agonistici gli skipper crotonesi raccolgono riconoscimenti. Sergio Racco è stato convocato per il Campionato italiano di match race under 19, che si tiene in questi giorni a Rimini. Per questo evento sono stati chiamati i migliori otto timonieri a livello nazionale. Racco, a sua volta, ha dovuto scegliere il suo equipaggio per il match race e ha voluto al suo fianco un’altra giovane promessa della vela crotonese: Antonio Spagnolo.

18/09/2007

XXIII Coppa Primavela

Frenetica l’attività dei velisti della Lega navale di Crotone in questo scorcio di settembre, impegnati su più fronti. Nei giorni scorsi, sul Lago di Bracciano si è disputata la XXIII Coppa Primavela, V Coppa del Presidente.

E’ stata ancora una volta un’occasione per i giovani skipper crotonesi di mettersi in bella mostra.

Nella Coppa del Presidente Ugo Federicoha agguantato il 27° posto in classifica; nella Coppa Cadetti Optimist bene la prestazione di Pino Valerio, che ha conquistato la dodicesima posizione; bella la prova anche del reggino Ugo Pace, dodicesimo nella classifica della Coppa Primavela. Complessivamente i risultati raggiunti dai velisti della Lni di Crotone confermano il trend positivo raggiunto dal gruppo. I giovani skipper, sempre nei giorni scorsi, sono stati impegnati nel Campionato nazionale Optimist, tenutosi ad Ancona e al quale hanno partecipato i vincitori delle selezioni zonali. Alla regata hanno partecipato i pitagorici Danilo Suppa, giunto 63°, e Thomas De Fonte, arrivato 113°. Ma è stata, soprattutto, la giornata di domenica a far registrare le prestazioni migliori della flotta della Lega navale di Crotone. Anche in questo caso gli skipper sono stati impegnati in manifestazioni diverse. In città si è tenuto il III trofeo velico dell’Area marina protetta, una regata d’altura organizzata dalla Lega navale di Crotone, dallo Yachting Kroton club, dal circolo velico di Catanzaro, dalla Lega navale di Le Castella, dal circolo velico Alto Ionio Roccella. In tutto, hanno partecipato 14 imbarcazioni.

A primeggiare sono stati i crotonesi. Ha vinto ‘Strawberry taste’, di Giacinto Tesoriere, con un equipaggio d’eccezione formato dai velisti azzurri Sergio Racco e Antonio Spagnolo e da Stefano Pugliese e Francesco Affatati. Al secondo posto si è classificata l’imbarcazione catanzarese ‘Mentira’, equipaggio composto da alberto Carpino, Luigi Ricci, Enzo Nobile e Dino Audino al terzo i crotonesi di ‘Siloa’, armatore Vincenzo Ioppoli, equipaggio composto da Franco De Santis, Salvatore Ruperto e Salvatore Ioppoli, Domenico Mazza e Antonio Manica . Nel contempo, i giovani velisti della Lni di Crotoneerano impegnati a Paola, per la seconda fase della Coppa Calabria Basilicata. Anche qui, i pitagorici non hanno lasciato spazio a nessuno. Nei cadetti, primo e secondo posto sono andati, rispettivamente, ai crotonesi Giuseppe Gaetano e Marco Lentini. Negli juniores, podio anche per lo skipper pitagorico Danilo Suppa. Buona anche la prova di Thomas De Fonte giunto quarto. A Paola i ragazzi sono stati accompagnati da Fabrizia Torchia, segretaria classe Aico. Sempre domenica scorsa, nello specchio di mare cittadino si è tenuto il raduno velico ‘Sibari Crotone’, organizzato dalle Lni di Crotone, Le Castella, Sibari, Corigliano e dallo Yachting Kroton club, capitanate da Ugo Striano, presidente della Lni di Sibari. Hanno partecipato otto barche.

06/12/2007

L’Area Marina Protetta va a scuola

Sui banchi delle scuole crotonesi si studieranno le bellezze dell’Area marina protetta Capo Rizzuto. Parte lunedì prossimo, 10 dicembre, il progetto promosso dall’Amp e cooordinato dalla sezione locale della Lega navale italiana che mira a far conoscere a docenti e ad alunni l’ambiente marino della Riserva più grande d’Italia. La prima lezione si terrà lunedì, dalle 9 alle 13, all’istituto nautico, scuola capofila di questa importante iniziativa che coinvolgerà 17 istituti su 53 di ogni ordine e grado della provincia di Crotone, per un totale di oltre 1000 studenti. Hanno aderito al progetto dieci istituti comprensivi e sette istituti d’istruzione secondaria, soprattutto dell’hinterland crotonese più che della città. La maggior parte delle scuole sono infatti del circondario: Cirò Marina, Isola Capo Rizzuto, Roccabernarda, Rocca di Neto, Cutro.

Il progetto è rivolto sia ai docenti che agli studenti. A illustrare ilpatrimonio floro – faunistico presente nell’Area marina protetta saranno due biologhe: Stefania Tammaro e Vittoria Alessio Cavarretta. Nella prima fase saranno formati gli insegnanti che, a loro volta, attiveranno nelle scuole di appartenenza dei progetti didattici sull’ambiente marino della Riserva rivolti agli alunni. Da lunedì prossimo fino a mercoledì – hanno spiegato Tammaro e AlessioCavarretta – terremo degli incontri specifici con i docenti, divisi in due gruppi a seconda della tipologia dell’istituto di riferimento. Le lezioni saranno articolate in moduli interdisciplinari, con nozioni sulla biologia, sull’educazione ambientale, sulla psicologia e sull’antropologia. Nel corso per docenti approfondiremo diversi argomenti: l’acqua e il mare, l’ecosistema marino, la flora e la fauna dell’Amp Capo Rizzuto e l’inquinamento

Dopo che i docenti saranno formati si aprirà la seconda parte del progetto che interesserà direttamente gli studenti. La conoscenza della Riserva marina avverrà in maniera diretta. In primavera si entrerà nel vivo di questa iniziativa. Gli alunni visiteranno l’Area marina sia in superficie, sul battello con la chiglia trasparente, sia in profondità, immergendosi nelle acque cristalline dello Ionio. Per questo saranno attivati per gli studenti mini corsi di diving, sea watching e vela. Le lezioni pratiche saranno sempre supportate dalle spiegazioni teoriche delle biologhe Tammaro e Alessio Cavarretta. La finalità di questo progetto è avvicinare i ragazzi al mare e far conoscere loro da vicino il patrimonio dell’Amp Capo Rizzuto

12/12/2007

Concluso il primo ciclo di lezioni

Hanno aderito i docenti di 16 scuole crotonesi al progetto di educazione ambientale sull’Area marina protetta Capo Rizzuto. Si conclude domani, 12 dicembre, il primo di ciclo di lezioni rivolte agli insegnanti del progetto promosso dall’Amp e cooordinato dalla sezione locale della Lega navale italiana che mira a far conoscere a docenti e ad alunni l’ambiente marino della Riserva più grande d’Italia. La prime tre lezione sono partite, come si ricorderà, dall’istituto nautico “Ciliberto”, scuola capofila di questa importante iniziativa che coinvolgerà oltre 1000 studenti.

‘Il progetto – ha spiegato Giovanni Pugliese, presidente della Lega navale di Crotone – nasce da una proposta della Lni ed è finanziato con fondi ministeriali. Il soggetto proponente è l’Amp mentre l’idea e il coordinamento è della Lni crotonese. Questa iniziativa mira a diffondere la cultura del mare in senso lato e, in particolare, punta alla conoscenza della nostra Amp e delle problematiche inerenti alla gestione del parco marino’. Il progetto è stato realizzato in partnership con l’istituto nautico “Ciliberto” insieme al quale la sezione crotonese della Lega navale condivide la diffusione della cultura del mare presso le giovani generazioni. ‘Siamo molto contenti – ha precisato il dirigente scolastico dell’istituto “Ciliberto”, Antonella Cosentino – della sinergia con la Provincia e la Lega navale. Ci teniamo che la cultura del mare possa diventare patrimonio degli alunni attraverso i docenti e nello stesso tempo auspichiamo che il nostro istituto possa promuovere sempre più competenze utili per la creazione di nuove professionalità legate al mare’.

Il progetto è rivolto sia ai docenti che agli studenti. A illustrare il patrimonio floro – faunistico presente nell’Area marina protetta sono due biologhe: Stefania Tammaro e Vittoria Alessio Cavarretta. Nella prima fase, fino ad aprile, saranno formati gli insegnanti che, a loro volta, attiveranno nelle scuole di appartenenza dei progetti didattici sull’ambiente marino della Riserva rivolti agli alunni. ‘L’iniziativa – ha osservato Tiziana Rossin, responsabile del settore marketing dell’Amp Capo Rizzuto – tende a sensibilizzare le nuove generazioni per evitare il perpetrarsi di infrazioni o abusi a sfavore della flora e della fauna marina’. Hanno aderito al progetto istituti soprattutto dell’hinterland crotonese: Cirò Marina, Isola Capo Rizzuto, Roccabernarda, Rocca di Neto, Cutro e Strongoli. Dopo che i docenti saranno formati si aprirà la seconda parte del progetto che interesserà direttamente gli studenti. Gli alunni visiteranno l’Area marina sia in superficie, sul battello con la chiglia trasparente, sia in profondità, immergendosi nelle acque cristalline dello Ionio. Per questo saranno attivati per gli studenti mini corsi di diving, sea watching e vela. Il coordinamento e l’ideazione di questo progetto è di Bonaventura Pugliese, consigliere e responsabile allo sport del diretto della Lni di Crotone.

12/02/2008

Ancora successi!

Continuano a collezionare successi i due velisti di punta della Lega navale di Crotone Sergio Racco e Antonio Spagnolo. Gli skipper impegnati nella classe 420 hanno riportato a casa un altro bel risultato a Sanremo dove hanno conquistato il secondo posto assoluto al campionato nazionale 420. Conducendo delle regate esemplari si sono ben meritati il podio. Alla regata di Sanremo l’equipaggio crotonese ha dovuto tenere testa a 136 imbarcazioni, i migliori team italiani della classe 420.

E ancora una volta i velisti della Lega navale di Crotone non hanno deluso le aspettative e hanno mirato dritto al vertice della classifica, centrando, anche questa volta, l’obiettivo prefissato. Laflotta pitagorica, allenata da Massimo Racco, e riuscita a conquistare il podio grazie soprattutto alle ottime partenze in regata.  Quest’anno – ha spiegato Massimo Racco – abbiamo molto puntato nel mese di gennaio a potenziare l’aspetto partenza. Gli skipper Racco e Spagnolo, come si ricordera, nelle settimane scorse avevano partecipato ad altre due competizioni importanti, la Christmas regatta ad Andora e la Primazona winter contest – trofeo Coopsette, a Genova, classificandosi in entrambe le regate al secondo posto. I risultati delle esperienze accumulate a gennaio – ha osservato Massimo Racco – si sono visti a Sanremo, dove Sergio e Antonio hanno messo a segno cinque partenze una piu bella dell’altra. A Sanremo in tutto si sono svolte  cinque regate caratterizzate da condizioni meteo piu che buone e che hanno permesso alla flotta della Lega navale di Crotone di esprimersi al meglio.

Come sempre, i velisti Racco e Spagnolo hanno saputo mettere a frutto esperienze, tecnica e bravura scalando il vertice della classifica 420 e posizionandosi al secondo posto. La Lega navale di Crotone e  stata presente con due equipaggi a Sanremo per la prima selezione nazionale, europea e mondiale 420. La flotta pitagorica e  stata composta: nel primo equipaggio Sergio Racco, Antonio Spagnolo e Giusy Federico; nel secondo equipaggio  Alessandro Giungato e Luigi Pascuzzi.

28/02/2008

Trofeo dei Tre Mari

Ancora un ottimo piazzamento per i velisti della Lega navale di Crotone. Questa volta a tornare a casa con un risultato da incorniciare sono stati gli skipper crotonesi che militano nella classe Optimist che, nei giorni scorsi,  hanno partecipato alla prima tappa della X edizione del Trofeo dei Tre mari a Napoli.

Alla regata, complessivamente, hanno preso parte 160 optimist, 100 juniores e 60 cadetti, che hanno regatato nel golfo di Napoli in due bellissime giornate. La flotta della Lega navale di Crotone era composta daValerio Piro, che ha gareggiato tra i cadetti, e da Danilo Suppa e Ugo Federico, negli juniores. A scalare il vertice della classifica dei cadetti al termine delle quattro prove disputate e stato Valerio Piro che ha conquistato il secondo posto. Buona anche la prestazione degli juniores.  Danilo Suppa si e assestato al 14° posto, conquistato il lasciapassare utile per la qualificazioni alle selezioni nazionali, Ugo Federico, invece, si e classificato al 75° posto.

I risultati dei velisti della Lega navale di Crotone confermano il trend positivo di tutta la flotta pitagorica in questo primo scorcio del 2008 che, come si ricordera, e iniziato sotto ottimi auspici. Nelle scorse settimane gli skipper Sergio Racco e Antonio Spagnolo a Sanremo hanno conquistato il secondo posto assoluto al campionato nazionale 420. Ora un altro secondo posto, quello di Valerio Piro a Napoli, confermano l’impegno e gli alti livelli agonisti a cui i velisti crotonesi sono ormai abituati. <Questa prima uscita dei nostri ragazzi optimist – ha commentato Venturino Pugliese, direttore sportivo della Lega navale di Crotone e consigliere federale della Fiv – e andata bene, pur non avendo una grossa preparazione. Quest’anno e stato caratterizzato dal forte vento che spesso non ci ha consentito di uscire in mare ad allenarci come avremo voluto ma nonostante cio abbiamo totalizzato un secondo posto nei cadetti e un quattordicesimo tra gli juniores>.

A Napoli grazie alle condizioni di buon vento e sole sono state disputate cinque prove dagli juniores e quattro dai cadetti. La prestazione di Suppa e stata penalizzata da una bandiera nera, in una prova, che equivale ad un ultimo posto. <Senza questa penalita  – ha osservato Pugliese – si sarebbe potuto piazzare tranquillamente tra i primi 10>.

Al Trofeo dei Tre mari erano presenti anche gli osservatori della Fiv, federazione italiana vela, che si sono complimentati con la flotta della Lega navale di Crotone.  Le prossime tappe del Trofeo vedranno impegnati gli skipper pitagorici a Giulianova, a Taranto e Formia.

06/05/2008

Trofeo Accadema navale

Due ottimi piazzamenti per i velisti della flotta della Lega navale di Crotone. Il gruppo vela crotonese, al termine di una settimana ricca di impegni, è stato impegnato su più fronti, classe Optimist e 420, portando a casa ancora una volta due bei risultati. Gli skipper pitagorici Sergio Racco e Antonio Spagnolo hanno partecipato, nei giorni scorsi, alla venticinquesima edizione del Trofeo Accademia navale, disputatosi a Livorno.

Alla regata 420, che ha visto in acqua anche i velisti della Lega navale di Crotone Racco e Spagnolo, hanno partecipato i migliori 128 equipaggi italiani. La regata nazionale è valida per la ranking list che servirà per la convocazione agli europei e ai mondiali. L’obiettivo dei due velisti di punta della Lega navale di Crotone è quello di mantenersi alti nella ranking list. Siamo infatti a metà del campionato nazionale 420 e la prudenza e la strategia sono le carte che Racco e Spagnolo vogliono giocarsi per conquistare l’accesso agli europei e ai mondiali. Alla fine del campionato soltanto i primi 7 della ranking list porteranno a casa la qualificazione per gli europei e per i primi 60 velisti in classifica si giocheranno il titolo italiano proprio a Crotone dal 24 al 31 agosto prossimi.Quelli che si posizioneranno dal 61° al 120° posto, invece, si contenderanno il Trofeo di classe 420 ‘Marco Lai’, che si terrà sempre a Crotone dal 24 al 31 di agosto. Complessivamente a Livorno sono state dieci le prove svolte a Livorno. Nella classifica utile per il Trofeo Accademia navale Racco Spagnolo si sono posizionati all’ottavo posto mentre nella ranking list provvisoria hanno mantenuto il podio, assestandosi al terzo posto.

Buono anche il risultato portato a casa da Danilo Suppa, tra i migliori specialisti Optimist, che ha partecipato alla selezione nazionale Optimist per i mondiali e gli europei di vela a Marsala. A questa prima selezione Suppa si è classificato 19°. Alle regate marsalesi hanno preso parte i primi 120 atleti qualificatisi nelle selezioni interregionali svoltesi in cinque diverse località. Suppa è l’unico velista calabrese presente in questa importante competizione. Come si ricorderà, a rappresentare l’Italia ai Campionati del mondo andranno i primi cinque classificati al termine delle due selezioni nazionali, mentre gli atleti compresi tra il 6° e il 12° posto parteciperanno agli europei. Suppa si gioca il tutto per tutto per la qualificazione alla seconda selezione nazionale Optimist che si terrà dal 30 maggio al 2 giugno a Riva del Garda.

07/05/2008

Educazione e conoscenza dell’ambiente marino

Centinaia di studenti crotonesi alla scoperta delle bellezze dell’Area marina protetta. In barca a vela, sul battello con la chiglia trasparente, o sott’acqua, attraverso attività di snorkeling e diving, gli alunni di 14 scuole della città e della provincia in questi giorni stanno studiando da vicino la flora e la fauna della Riserva marina. E’ entrato nel fase pratica il progetto promosso dall’Amp “Capo Rizzuto” e coordinato dalla sezione locale della Lega navale italiana che mira a far conoscere a docenti e ad alunni l’ambiente marino della Riserva più grande d’Italia, l’unica Amp della Calabria.

Il progetto coordinato dalla Lega navale di Crotone rientra nell’azione di intervento “Applicazione pratica dell’educazione e della conoscenza dell’ambiente marino dell’Area marina protetta Capo Rizzuto con riprese in diretta dal mare, rivolto alle scuole elementari, medie e superiori e che coinvolge gli studenti che hanno un’età dagli 8 ai 18 anni. In questi giorni. 300 sono gli alunni che stanno navigando in barca a vela per conoscere da vicino le peculiarità del nostro ecosistema marina, 200 studenti sono coinvolti in attività di snorkeling e 60 praticheranno diving. Il progetto è stato articolato in due fasi: una teorica e l’altra pratica. Le lezioni in aula sono state affidate a due biologhe marine che, come si ricorderà dal mese di dicembre, hanno formato, nei diversi istituti, gli insegnanti che, a loro volta, hanno attivato nelle scuole di appartenenza dei progetti didattici sull’ambiente marino della Riserva rivolti agli alunni. Le lezioni sono state articolate in moduli interdisciplinari, con nozioni sulla biologia, sull’educazione ambientale, sulla psicologia e sull’antropologia.

La seconda parte del progetto, quella pratica, ha preso il via proprio in questi giorni e interessa direttamente gli studenti che hanno la possibilità di conoscere la Riserva marina in maniera diretta. A guidarli in questa esperienza davvero unica in barca a vela, sul battello con la chiglia trasparente, sia in profondità, immergendosi nelle acque cristalline dello Ionio, ci sono due istruttori di vela e quattro istruttori per lo snorkeling e il diving. La finalità di questo progetto è avvicinare i ragazzi al mare e far conoscere loro da vicino il patrimonio dell’Amp Capo Rizzuto. A conclusione dell’attività agli studenti sarà rilasciato un attestato di partecipazione al progetto.

04/06/2008

Al via la stagione estiva

Ancora un’altra estate all’insegna della sinergia tra le sezioni della Lega navale di Crotone e di Le Castella. Continua la proficua collaborazione tra le due Lni impegnate insieme nell’organizzazione di manifestazioni sportive.

Per il terzo anno – ha spiegato Domenico Calabretta, presidente della sezione della Lega navale di Le Castella – ci troviamo ad operare al fianco della Lni di Crotone. Questa sinergia è stata fortemente voluta dalle due sezioni per promuovere sempre più quella che è la cultura del mare.

Anche per la stagione estiva ormai alle porte non mancheranno le manifestazioni promosse da entrambe le Lni, per lo più regate che fungeranno da coreografia al suggestivo scenario naturale offerto dallo specchio d’acqua del borgo marinaro di Le Castella. In questi giorni – ha ricordato Calabretta – stiamo collaborando con la Lni di Crotone per il campionato primaverile d’altura. Il prossimo appuntamento si terrà domenica prossima, 8 giugno. La manifestazione si concluderà, con l’ultima regata in programma, il 29 giugno. Il 6 settembre, sempre sotto l’egida delle Lni di Crotone e di Le Castella, si svolgerà la terza edizione del Trofeo Crotone Le Castella.

15/07/2008

Trofeo Ugo Pugliese

Sabato 19 luglio torna il Trofeo “Ugo Pugliese. E’ giunta alla suaventesima edizione la gara di fondo, da cinque chilometri, che costeggia il suggestivo tratto di mare tra la Casarossa e il molo Sanità. Anche quest’anno, come capita da nove anni a questa parte, al Trofeo “Pugliese”, si accompagna la manifestazione non agonistica “Amare il mare”. Entrambe le gare sono state presentate questa sera nella sede della Lega navale di Crotone.

Ormai il Trofeo “Ugo Pugliese” – ha spiegato Giovanni Pugliese, presidente della Lega navale di Crotone – è diventato un classico tra gli appuntamenti sportivi crotonesi. Il fatto, poi, che questa manifestazione sia giunta alla ventesima edizione è anche un chiaro segnale di gradimento da parte della Federazione italiana nuoto che sceglie Crotone come location. Il Trofeo “Pugliese” sempre più conosciuto in Calabria e fuori regione registra ogni anno una crescita dei partecipanti. Questa edizione – ha detto Daniele Paonessa, presidente Fin Calabria – si ricorderà per il maggior numero di iscritti. Fino ad oggi, infatti, i partecipanti iscritti sono in tutto 63, 46 uomini e 17 donne. In crescita la partecipazione delle nuotatrici. L’anno scorso non erano più di cinque. Le società partecipanti sono 14 e cospicua è la delegazione calabrese: da Crotone, da Lamezia , da Cosenza, Reggio Calabria e Cittanova.

Sia per il Trofeo “Pugliese” che per “Amare il mare” la partenza è fissata alle 17 dalla spiaggia del Lido Casarossa. L’arrivo è previsto intorno alle 18 al Molo sanità. Alle 20, alla Lega navale, ci saranno le premiazioni. La scelta del percorso della manifestazione – ha continuato Pugliese – è stabilita dalla Federazione nazionale ma noi vorremmo, per la prossima edizione, che si tornasse a coprire il tratto da Capocolonna a Crotone. Una tappa, questa, che sicuramente sarà più impegnativa per i nuotatori ma anche più suggestiva.
Durante la traversata in mare gli atleti saranno supportati da barche di appoggio, su cui saranno presenti anche i giudici di gara.
La manifestazione è resa possibile grazie all’organizzazione impeccabile della Lega navale di Crotone e della Kroton Nuoto, in collaborazione con Fin e Coni, con il patrocinio della Regione, Provincia e del Comune di Crotone, dell’Area marina protetta “Capo Rizzuto”, della Banca popolare di Crotone.

28/07/2008

Campionato Nazionale a squadre classe 420

Circolo organizzatore

GDV LNI Crotone, Via Molo Sanità, 2 – 88900 Crotone
Telefono/fax: 0962/27240 e-mail crotone@leganavale.it
Sito web: www.leganavalecrotone.it

Iscrizioni

Le iscrizioni dovranno pervenire entro il 20 Agosto alla Segreteria del G.D.V. L.N.I. CROTONE compilando l’allegato modulo da inviare via fax al numero 0962 27240 o via e-mail all’indirizzo crotone@leganavale.it
La tassa d’iscrizione è di Euro 40 a squadra e verrà versata direttamente all’arrivo dal team c/o la segreteria regate.

29/08/2008

Campionato nazionale 420, vincono gli skipper di Ancora

Doppio risultato per la Società di educazione fisica di Ancona. In un solo colpo, nello specchio d’acqua antistante Crotone, i velisti anconetani Francesco Falcetelli e Gabriele Franciolini hanno conquistato il titolo assoluto nel Campionato 420 e si sono classificati primi tra gli equipaggi juniores.

I pronostici di ieri, dunque sono stati rispettati. Questa la classifica delcampionato 420 al termine dell’importante manifestazione velistica: al primo posto la S. E. F. di Ancona, seconde Camilla Marino e Claudia Soricelli del C. R. V Italia di Napoli, terzi, Giovanni Meloni e Alessandro Gemini dello Yacthing club di Cagliari. Le skipper napoletane sono state premiate anche come primo equipaggio femminile in classifica. Riconoscimenti, come previsto dal regolamento, agli equipaggi arrivati quarti e quinti, cioè a Federico Cattaneo e Fabrizio Nardi dello Yacthing club Savoia di Napoli, e a Federico Mattia Maccari e Rocco Vitali del circolo velico Bellano. Per gli skipper crotonesi Sergio Racco e Antonio Spagnolo ha, invece, pesato troppo  la sfortuna in questa competizione. Si sono classificati sesti ma se non ci fossero stati gli scarti sarebbero arrivati secondi. Quindi, amarezza ma anche soddisfazione per loro. Questo per quanto riguarda i “gold”.

Nei “silver”, in corsa per il Trofeo “Marco Lai” hanno primeggiato i siciliani su tutti. Il primo posto è stato conquistato da Francesco Aragona e Ugo Cucinotta del circolo tennis e vela di Messina, al secondo posto Luca Paolillo e Pietro Iavicoli del Real club Tevere Remo, al terzo posto Antonio Saporito e Giovanni Briganti del circolo velico Sicilia. Buona la prestazione dei due equipaggi della Lega navale di Crotone. Giammarco Trapasso e Giusy Federico sono arrivati settimi, mentre Alessandro Giungato e Luigi Pascuzzi, venticinquesimi.

Complessivamente in questi quattro giorni sono state disputate 10 prove. E questo è quasi un record perché difficilmente si riesce a totalizzare un numero così alto di regate.

Oggi si chiude, una settimana entusiasmante e intesa per la Lega navale di Crotone che ha messo in piedi una macchina organizzativa davvero efficiente per supportare gli atleti, i migliori equipaggi italiani 420, giunti a Crotone da ogni dove.

< Grazie al Comune – ha sottolineato Giovanni Pugliese, presidente della Lega navale di Crotone –  è stato possibile organizzare un evento così importante che ha portato in città circa 700 persone. La Lni ha retto egregiamente la parte organizzativa della manifestazione grazie all’aiuto dei nostri uomini, di quelli dello Yacthing club Crotone, di decine di volontari e degli studenti dell’istituto nautico cittadino”. Il presidente nazionale della classe 420, Ignazio Florio Pipitone, ha ringraziato la città di Crotone per l’ospitalità ricevuta dagli atleti e si è complimentato per la riuscita della manifestazione, elogiando la Lni di Crotone. La manifestazione, come si ricorderà, è promossa dalla Lega navale italiana, dall’Unione europea, con il patrocinio della Repubblica italiana, della Regione, del Comune, del Coni e della Fiv, Federazione italiana vela. L’ evento velistico rientra nel Pit 13 asse 2, misura 2.2, azione 2. 2. B.

28/08/2008

Terza giornata del campionato nazionale 420

Testa a testa tra gli skipper del circolo Stamura di Ancona e de C. R. V. Italia di Napoli. Penultima giornata di regata intensa per i team in corsa per il titolo nazionale 420, che verrà assegnato domani. Sono 41 le imbarcazioni, i “gold”, che concorrono per il titolo di campione d’Italia; 27, “ i silver”, si sfidano per il Trofeo “Marco Lai”.

La classifica definitiva delle tre prove disputate oggi, a partire dalle 10 nello specchio d’acqua antistante Crotone, sarà disponibile soltanto in tarda serata. Comunque, il quadro, almeno nei“gold”, incomincia a delinearsi. Due team, ormai, hanno uno stacco in classifica che è quasi irraggiungibile e si tratta della flotta  del S. E. F. Stamura di Ancona (equipaggio  composto da Francesco Falcitelli e Gabriele Frauciolini) e del circolo velico Italia di Napoli (equipaggio formato da  Camilla Marino e  Claudia Soricelli). Questi due equipaggi si giocheranno il titolo nazionale 420 domani 29 agosto, nell’ultima giornata di Campionato, salvo sorprese dell’ultimo minuto. Dal terzo all’ottavo posto nei “gold” lo scarto è minimo e quindi tutto è ancora in gioco.

Anche oggi le condizioni meteo sono state più che buone, con un vento che ha spirato da nord ovest, sugli 8, 9 nodi. Il campo di regata, pertanto, è stato ottimale per tutta la flotta. Il campionato nazionale 420 si chiuderà domani. Le ultime tre prove saranno disputate a partire dalle 10. Al termine delle regate ci saranno le premiazioni. Saranno assegnati i seguenti titoli: Campione Nazionale, Campione Nazionale Juniores (nati dal 1990 al 1996). Saranno premiati i primi 5 della classifica generale, il primo equipaggio juniores, il primo equipaggio femminile e il primo equipaggio della flotta argento

Domani si chiude, una settimana entusiasmante e intesa per la Lega navale di Crotone che ha messo in piedi una macchina organizzativa davvero efficiente per supportare gli atleti, i migliori equipaggi italiani 420, giunti a Crotone da ogni dove. Un evento, per la Calabria e per Crotone, reso possibile grazie all’opera instancabile di decine di volontari della Lega navale di Crotone e grazie al contributo degli enti, senza i quali non sarebbe stato possibile organizzare un evento di tale portata in città. La manifestazione, come si ricorderà, è promossa dalla Lega navale italiana, dall’Unione europea, con il patrocinio della Repubblica italiana, della Regione, del Comune, del Coni e della Fiv, Federazione italiana vela. L’ evento velistico rientra nel Pit 13 asse 2, misura 2.2, azione 2. 2. B.

22/09/2008

I Trofeo Magna Grecia

Conquistare il I Trofeo Magna Grecia è stato vincere una battaglia contro il vento e il mare in tempesta. A domare i venti, che hanno spirato incessantemente da nord ovest toccando i 25 nodi, sono stati i tarantini.

L’equipaggio dello yacht Florenxia, dell’armatore Michele Semeraro della Lni di Taranto, composto da Angelo Raguso, Francesco Ruggieri, Rinaldo Rinaldi, Angelo Albergo, ha vinto la sfida toccando terra, nel porto di Crotone, dopo una nottata a dir poco burrascosa alle 4 e 55 di sabato mattina, vincendo così la regata. Il I Trofeo Magna Grecia, manifestazione nata dalla sinergia tra Lega navale di Crotone e circolo velico di Taranto, Italia Nostra, Provincia di Crotone, Area marina ‘Capo Rizzuto, Fiv, Coni, consigli regionali di Puglia e Calabria, sponsorizzata da Banca popolare di Crotone, Azienda vitivinicola Librandi e vivaio Center garden, è stata una vera impresa per i partecipanti.

Alla partenza, lo scorso 19 settembre, dovevano essere in tutto 14 gli equipaggi partecipanti ma le avverse condizioni meteo hanno tirato un brutto scherzo all’importante manifestazione velica che coniuga amore per lo sport e per l’ambiente. I team crotonesi hanno dovuto rinunciare, non potendo raggiungere Taranto per il forte vento contrario. Sono partiti in tutto sette imbarcazioni ma all’arrivo a Crotone ne sono arrivate soltanto quattro. Il vento si è abbattuto sugli equipaggi con tutta la sua forza. Alcuni hanno desistito e sono tornati indietro, altri hanno avuto seri danni alle imbarcazioni. Alla fine solo i più temerari hanno toccato terra.

La classifica ha visto primeggiare Florenxia, seguito da XL, del circolo velico di Taranto, dell’armatore Augusto Quaranta, con a bordo Pietro Ferrari, Gianarmine Moggia, Massimo Muciaccia, Daniele Fusco, Roberto Bonfrate. Terzo è arrivata la flotta di Canopus, della sezione velica della Marina militare, con l’equipaggio composto da Domenico Guadalupi, Marco Fenan, Giuseppe Valentini, Danilo De Masi, Guido Paganalli e Paolo Taddeo. Questo team è stato premiato per il miglior tempo totalizzato. Ultimo è arrivato il Contemax IV, del circolo velico di Taranto, armatore Massimiliano Vairo, a bordo Antonello Ursoleo, Domenico Barletta, Lorenzo Scialpi, Marco Battistelli. In mare la flotta è stata supportata dai gommoni della Salento soccorso onlus. Il I trofeo Magna Grecia è andato al circolo velico di Taranto perché ha partecipato con quattro imbarcazioni. La cerimonia di premiazione si è tenuta sabato sera presso il ristorante ‘L’ancora’ a Capocolonna. La regata velica Taranto Crotone, riservata alle imbarcazioni d’altura, è stata fortemente voluta da Italia nostra, che ha dedicato il Trofeo a Umbero Zanotti Bianco, fondatore dell’associazione, archeologo e senatore lungimirante, che ha speso la sua vita a difesa dei beni culturali e naturali delle città.

La manifestazione sportiva, inoltre, si è tenuta in concomitanza della giornata nazionale per i paesaggi sensibili, promossa da Italia nostra.
<Questo primo Trofeo della Magna Grecia – ha detto Sergio Iritale, presidente della Provincia di Crotone – è stato molto impegnativo, ogni anno deve crescere e diventare più grande. Dobbiamo guardare ai valori della Magna Grecia, quei valori di democrazia e giustizia, per far crescere i nostri territori>. <E’ stato molto bello – ha sottolineato Giovanni Pugliese, presidente della Lega navale di Crotone – questo connubio tra Lni di Crotone, Italia nostra e circolo velico di Taranto. Alla fine, la battaglia contro il mare, l’hanno vinta tutti i partecipanti alla regata>.
<Per noi – ha precisato Domenico Marinelli, presidente della sezione di Taranto di Italia nostra – questa regata era un sogno. Lo Ionio, con le città di Taranto e Crotone che vi si affacciano, deve continuare ad essere il fulcro di tante iniziative anche in tempi moderni>. Bartolomeo Maugeri, responsabile del Circolo della vela di Taranto, pertanto ha sottolineato l’importanza di abbinare la regata a un pensiero culturale importante come la valorizzazione dei paesaggi sensibili.

<E’ significativo che questa manifestazione velica coincida con la giornata nazionale, promossa da Italia nostra per la tutela dei paesaggi sensibili – ha spiegato Giovanni Losavio, presidente nazionale di Italia nostra – nella lista dei territori da tutelare abbiamo voluto inserire la costa della Magna Grecia>. Losavio, con la sua presenza, ha voluto dare un segno d’ attenzione ai problemi del territorio calabrese, caratterizzato da paesaggi di notevole bellezza e pregio storico archeologico non sempre salvaguardati. A tal proposito, il presidente nazionale di Italia nostra ha criticato la realizzazione del Ponte sullo Stretto. Teresa Liguori, consigliere nazionale di Italia nostra ha avanzato l’ipotesi di utilizzare i fondi per il Ponte di Messina per potenziare la ferrovia ionica, la statale 106 e l’autostrada per il mare, per promuovere il turismo calabrese. Nella mattinata di domenica i regatanti tarantini sono stati accompagnati dai vertici di Italia nostra in un tour per la città. Carlo De Giacomo, presidente regionale di Italia nostra, ha fatto visita al parco urbano dedicato a Zanotti Bianco, complimentandosi con la sezione crotonese dell’associazione. <A conclusione di questa importante iniziativa – ha anticipato Liguori – sarà edita un’importante pubblicazione a cura di Italia nostra>.

22/10/2008

Campionato nazionale di traina d’altura 2009

L’equipaggio crotonese di ‘Bradypus’ conquista sul campo l’accesso al Campionato nazionale di traina d’altura 2009. L’imbarcazione del gruppo dilettantistico pesca sportiva della Lega navale di Crotone, con il suo equipaggio composto da Giovanni Pugliese, Ottavio Cavallaro, Giuseppina Pirozzi, Paolo Scola e Giuseppe Masciari, quest’ultimo ospite di ‘Bradypus’, ha vinto la selezione provinciale Fipsas, Federazione italiana pesca sportiva e attività subacquee, tenutasi nei giorni scorsi a Crotone.

La manifestazione sportiva, che coniuga passione per la pesca e rispetto dell’ecosistema marino, è stata organizzata dal Gruppo dilettantistico pesca sportiva della Lega navale di Crotone, sotto l’egida della Fipsas, e sponsorizzata da Linea Pesca.

Alla gara hanno partecipato ben 15 imbarcazioni del gruppo dilettantistico pesca sportiva della Lega navale di Crotone e del Kroton Tuna club. Per qualificarsi sul podio bisognava realizzare un pescato di almeno due chili. Solo la flotta di ‘Bradypus’ è riuscita nell’impresa, totalizzando tre catture: una lampuga di tre chilogrammi e due aguglie imperiali di sette e tre chili. Le aguglie, dopo essere state fotografate, sono state rilasciate in mare. Il campo di gara è stato fissato in un miglio a est delle piattaforme metanifere e a sei miglia dalla costa. Le 15 imbarcazioni impegnate nella gara di pesca hanno battuto il tratto di mare che va da Capocolonna alla foce del Neto. La fortuna ha sorriso soltanto alla flotta capitanata dal presidente della Lega navale di Crotone, Giovanni Pugliese.

utti gli altri non hanno catturato una quantità di pesce tale da scalare i vertici della classifica. Così, magra consolazione, per l’assegnazione del secondo e del terzo posto si è provveduto al sorteggio, effettuato durante la cena sociale tenutasi al ristorante ‘Il porticato’, alla quale hanno partecipato, tra gli altri, anche il responsabile provinciale della Fipsas, Salvatore Tiano, e il consigliere allo sport della Lni di Crotone, Giovanni De Luca. Il secondo posto è andato a ‘Lorenzo’ (equipaggio composto da Gustavo Astorino, Maurizio Pontieri e Pierpaolo Perruccio). Il terzo è toccato ad ‘Albacore’ (equipaggio formato da Tommaso Ciccopiedi, Raoul Elia e Roberto Elia). Il giudice di gara è stato Antonino Maccarrone, mentre le imbarcazioni in mare sono state supportate dai mezzi navali della Guardia di Finanza. Grande soddisfazione per la riuscita della manifestazione è stata espressa dal presidente della Lni di Crotone, Giovanni Pugliese: ‘E’ la prima volta che registriamo una così alta partecipazione a questo evento, segno evidente che anche questo sport sta prendendo piede nel nostro territorio. Abbiamo riscontrato un alto agonismo tra i partecipanti, tanto da spingerli ad uscire in mare anche con condizioni meteo marine non ottimali’. Da sottolineare, poi, il messaggio positivo ambientale che i vincitori della manifestazione hanno voluto dare liberando le due aguglie imperiali pescate dopo la cattura. I prossimi appuntamenti in città sono in programma per il 26 ottobre con la selezione provinciale Fipsas traina costiera, e il 9 novembre con la gara sociale a seppie.

10/11/2008

Campionato nazionale di traina costiera

Bis per l’equipaggio crotonese di ‘Bradypus‘. Dopo aver conquistato, nel mese di ottobre, l’accesso al Campionato nazionale di traina d’altura 2009, vince di misura il pass per il Campionato nazionale di traina costiera. Il team capitanato dal presidente della Lega navale di Crotone, Giovanni Pugliese, non lascia spazio a nessuno. Con 29 tonnetti alletterati pescati, per un totale di oltre 22 chilogrammi, conquista il vertice della classifica.

A bordo con Giovanni Pugliese sul ‘Bradypus’ anche Pina Pugliese, skipper, Ottavio Cavallaro, Paolo Scola, Gianni Liotti, e Francesco Cammarà, studente dell’istituto Nautico cittadino. La particolarità della manifestazione è stata proprio la sinergia tra la Lega navale di Crotone e l’istituto d’istruzione superiore. Grazie ad un protocollo d’intesa firmato nei mesi scorsi, 11 alunni del Nautico, accompagnati dal professore Tirantola, sono stati imbarcati, come ospiti d’eccezione, su ogni mezzo partecipante alla gara. Un’occasione unica per gli studenti che hanno vissuto così un’esperienza che li ha avvicinati al mondo della pesca, a stretto contatto con la fauna e il mare, come ha sottolineato il presidente della Lni di Crotone, Giovanni Pugliese Al secondo posto si è classificata l’imbarcazione ‘Bacana’, equipaggio formato da Ugo Pugliese, Vincenzo Diaco, Giancarlo Muscò. Il pescato di ‘Bacana’ è stato di 12 pezzi per un totale di 9 chili e 365 grammi.

Terza è arrivata ‘Bagheera‘, equipaggio composto da Salvatore Tiano, Mario Perticone e Giuseppe Perrotta, con sette pezzi pescati per un totale di 5 chili e 930 grammi. L’equipaggio ‘Vela due’, composto da Natalino Sitra, Giuseppe Sitra e Vincenzo Bontempo, è stato premiato, invece, per la migliore preda, una tanuta di grammi 1.995.

La manifestazione sportiva, che coniuga passione per la pesca e rispetto dell’ecosistema marino, è stata organizzata dal Gruppo dilettantistico pesca sportiva della Lega navale di Crotone, sotto l’egida della Fipsas, e sponsorizzata da Linea Pesca. Alla gara hanno partecipato ben 11 imbarcazioni del gruppo dilettantistico pesca sportiva della Lega navale di Crotone e del Kroton Tuna club. La cerimonia di premiazione si è tenuta nel corso di una cena sociale al ristorante ‘Il porticato’.

27/02/2009

Il timoniere crotonese Sergio Racco in pole per la qualificazione ai campionati mondiali 420..

Il velista crotonese Sergio Racco nella rosa dei papabili che parteciperanno ai mondiali 420 che si terranno il prossimo agosto a Riva del Garda. Le ottime performance realizzate dal timoniere crotonese alle selezioni nazionali 420 hanno proiettato Racco nella zona calda della classifica utile alla qualificazione ai mondiali. Un volta centrato l’obiettivo mondiale, Sergio Racco scriverà un’altra pagina importante della storia della vela crotonese e calabrese. Sarà infatti il primo velista della nostra regione ad avere partecipato per ben tre volte ai mondiali. La prima volta è stata nel 2005, quando Racco gareggiava nella classe Optimist, a Silva Plana – Saint Mauritz in Svizzera; la seconda, l’anno scorso, ad Atene, nella classe 420, in equipaggio con un altro atleta crotonese di rilievo, Antonio Spagnolo; la terza, quest’anno, se i pronostici verranno rispettati.

A partecipare ai mondiali 420, di solito, sono i primi sette equipaggi maschili, in classifica generale, e i primi sette equipaggi femminili, al termine di cinque selezioni nazionali. Ma questa volta, poiché i campionati mondiali si tengono in Italia, il numero degli aventi diritto raddoppia. Quindi, la qualificazione di Racco dovrebbe avvenire senza particolari intoppi. Buona la prova del timoniere crotonese alla seconda selezione nazionale 420 che si è tenuta, nei giorni scorsi a Vada, in provincia di Livorno. La regata è stata organizzata dal circolo velico di Pietrabianca e vi hanno partecipato 132 equipaggi, i migliori team 420 italiani. L’equipaggio del timoniere Racco ha conquistato un dodicesimo posto, al termine della due giorni di regate. In tre prove importanti Racco ha anche totalizzato un settimo e due secondi posti che aggiunti ai punti importanti conseguiti a Torre del Greco, nella prima selezione nazionale, proiettano il velista pitagorico nella rosa dei possibili partecipanti ai mondiali di agosto.

Quest’anno Racco si trova a gareggiare in coppia con il velista dello Yacthing club di Genova Matteo Macciò. Racco si trova ad affrontare, dunque, quest’impresa con un nuovo compagno, per di più di un’altra regione. Notevoli sono i sacrifici che i due velisti stanno affrontando per potersi allenare, abitando ad una distanza così notevole l’uno dall’altro, in questi mesi stanno facendo la spola tra Crotone e Genova per prepararsi al meglio. E i risultati non stanno, di certo, mancando nonostante l’assenza forzata di Antonio Spagnolo, in questa stagione, che ha costretto Racco a cercare fuori dalla nostra regione un nuovo compagno per il suo equipaggio. Sempre al fianco del timoniere crotonese, invece, il suo allenatore, Massimo Racco, padre e guida nella vita e nella vela del promettente atleta.

11/05/2009

Studenti all’Amp

Settecento alunni crotonesi hanno imparato a conoscere, amare e rispettare l’ambiente marino dell’Area marina protetta ‘Capo Rizzuto’. Con la consegna degli attestati a centinaia di studenti crotonesi si concluderà la terza edizione del progetto promosso dall’Amp ‘Capo Rizzuto’, dalla Provincia e dal ministero dell’Ambiente e coordinato dalla sezione locale della Lega navale italiana che mira a far conoscere a docenti e ad alunni l’ambiente marino della Riserva più grande d’Italia, l’unica Amp della Calabria.

Il progetto coordinato dalla Lega navale di Crotone rientra nell’azione di intervento‘Applicazione pratica dell’educazione e della conoscenza dell’ambiente marino’ dell’Area marina protetta Capo Rizzuto con riprese in diretta dal mare, rivolto alle scuole elementari, medie e superiori e che coinvolge gli studenti che hanno un’età dagli 8 ai 18 anni.

Anche quest’anno la partecipazione delle scuole crotonesi è stata massiccia.
Il progetto ha interessato gli alunni di 13 scuole della città e della provincia: Ic Rocca di Neto, Ic circolo didattico Cutro, Scuola elementare Sacro cuore, Ic Strongoli, I circolo Isola Capo Rizzuto, Scuola media statale Giovanni XXIII, Ic IV circolo, scuola media statale Gioacchino da Fiore di Isola Capo Rizzuto, Ic Don Bosco Cirò Marina, istituto nautico Ciliberto, istituto tecnico Gangale di Cirò marina, liceo scientifico Filolao e istituto professionale Pertini.

L’iniziativa è stata un vero successo didattico, articolato in lezioni teoriche rivolte ai docenti e agli studenti, e in una fase pratica, con minicorsi di vela, snorkeling, diving alla scoperta delle bellezze dell’Amp. Le lezioni in aula, quest’anno, hanno approfondito sei temi di educazione ambientale: l’acqua, il mare, aspetti geomorfologici dell’Amp ‘Capo Rizzuto’, la vegetazione della riserva, le componenti viventi dell’ecosistema marino, le comunità della riserva marina ‘Capo Rizzuto. Ogni scuola ha approfondito un tema a sua scelta e ha prodotto elaborati in formato cartaceo ed elettronico sull’argomento prescelto. La parte didattica è stata affidata alla biologa marina Stefania Tammaro, ad Angelo Marescalco, dirigente dell’Amp ‘Capo rizzuto’ e a Simone Scalise, Maria Adamo e Nilde Megna dell’Amp.
La seconda parte del progetto, quella pratica, ha preso il via in primavera e ha interessato direttamente gli studenti che hanno avuto la possibilità di conoscere la Riserva marina in maniera diretta in barca a vela, sul battello con la chiglia trasparente, sia in profondità, immergendosi nelle acque cristalline dello Ionio.

‘La finalità di questo progetto – ha spiegato Bonaventura Pugliesecoordinatore del progetto per la Lni di Crotone- è stata quella di avvicinare i ragazzi al mare e far conoscere loro da vicino il patrimonio dell’Amp Capo Rizzuto’. Il prossimo 3 giugno la cerimonia conclusiva con la premiazione della scuola che si è più distinta nell’ambito del progetto e la consegna degli attestati agli studenti partecipanti alla presenza del presidente della Provincia, Sergio Iritale, di Angelo Marescalco, dirigente dell’Amp, e del presidente della Lega navale di Crotone, Giovanni Pugliese.

03/06/2009

Educazione e conoscenza dell’ambiente marino

Con la consegna degli attestati a mille studenti crotonesi si è conclusa stamani la terza edizione del progetto promosso dall’Amp ‘Capo Rizzuto’, dalla Provincia e dal ministero dell’Ambiente e coordinato dalla sezione locale della Lega navale italiana che mira a far conoscere a docenti e ad alunni l’ambiente marino della Riserva più grande d’Italia, l’unica Amp della Calabria

Il progetto coordinato dalla Lega navale di Crotone rientra nell’azione di intervento ‘Applicazione pratica dell’educazione e dellaconoscenza dell’ambiente marino dell’Area marina protetta Capo Rizzuto con riprese in diretta dal mare, rivolto alle scuole elementari, medie e superiori e che coinvolge gli studenti che hanno un’età dagli 8 ai 18 anni. La cerimonia si è tenuta stamattina nell’auditorium dell’istituto professionale ‘Sandro Pertini’.

Il progetto ha interessato gli alunni di 13 scuole della città e della provincia: Ic Rocca di Neto, Ic circolo didattico Cutro, Scuola elementare Sacro cuore, Ic Strongoli, I circolo Isola Capo Rizzuto, Scuola media statale Giovanni XXIII, Ic IV circolo, scuola media statale Gioacchino da Fiore di Isola Capo Rizzuto, Ic Don Bosco Cirò Marina, istituto nautico Ciliberto, istituto tecnico Gangale di Cirò marina, liceo scientifico Filolao e istituto professionale Pertini.

L’iniziativa è stata un vero successo didattico, articolato in lezioni teoriche rivolte ai docenti e agli studenti, e in una fase pratica, con minicorsi di vela, snorkeling, diving alla scoperta delle bellezze dell’Amp. Le lezioni in aula, quest’anno, hanno approfondito sei temi di educazione ambientale: l’acqua, il mare, aspetti geomorfologici dell’Amp ‘Capo Rizzuto’, la vegetazione della riserva, le componenti viventi dell’ecosistema marino, le comunità della riserva marina ‘Capo Rizzuto. Ogni scuola ha approfondito un tema a sua scelta. La parte didattica è stata affidata alla biologa marina Stefania Tammaro, ad Angelo Marescalco, dirigente dell’Amp ‘Capo Rizzuto’ e a Simone Scalise, Maria Adamo e Nilde Megna dell’Amp.
La seconda parte del progetto, quella pratica, ha preso il via in primavera e ha interessato direttamente gli studenti che hanno avuto la possibilità di conoscere la Riserva marina in maniera diretta in barca a vela, sul battello con la chiglia trasparente, sia in profondità, immergendosi nelle acque cristalline dello Ionio.
‘Questo progetto – ha spiegato Giovanni Pugliese, presidente della Lega navale di Crotone – ha permesso di diffondere la cultura del mare tra i più giovani, realizzando pienamente quella che è la finalità della Lni. I ragazzi hanno avuto modo di conoscere il nostro ecosistema marino e di cosa si debba fare per proteggerlo, perché dal mare e dal turismo dipende il nostro futuro’. ‘La vera novità di questa edizione – ha aggiunto Bonaventura Pugliese coordinatore del progetto per la Lni di Crotone- è stato il concorso legato al progetto. Le scuole hanno dovuto preparare elaborati su uno dei sei temi prescelti in formato cartaceo o elettronico’.

Notevole la mole di materiale prodotto: cartelloni, plastici ma c’è anche chi, come gli studenti dell’istituto ‘Gangale’ di Cirò Marina, ha prodotto un video e un opuscolo ‘La Calabria, natura da scoprire’, sulle bellezze del nostro patrimonio naturalistico. ‘Ad aggiudicarsi il primo premio – ha annunciato Stefania Tammaro,- è stato il Circolo didattico di Cutro’. Sempre nell’ambito di questo progetto è stato realizzato, da Lni di Crotone, Provincia e Amp ‘Capo Rizzuto’, un manuale che sta facendo scuola. ‘Abbiamo avuto i complimenti della Lega navale nazionale – ha osservato Bonavenura Pugliese – ed è stato richiesto da docenti anche al di fuori del nostro territorio’. Alla manifestazione sono intervenuti, inoltre, il presidente della Provincia, Sergio Iritale, che si è soffermato sul mare ‘come risorsa preziosa e bellezza da rispettare’, e Francesco Guarascio ed Enzo Sisca della Lni di Crotone.

08/06/2009

Il timoniere crotonese Sergio Racco per la terza volta ai campionati mondiali 420

E’ ufficiale. Il velista crotonese Sergio Racco ha ottenuto la qualificazione ai mondiali 420 che si terranno il prossimo agosto a Riva del Garda. Le ottime performance realizzate dal timoniere crotonese alle selezioni nazionali 420 hanno proiettato Racco nella zona calda della classifica utile alla qualificazione ai mondiali. E’ la terza volta che Sergio Racco centra l’obiettivo mondiale, grazie a questa qualificazione lo skipper crotonese entra di diritto nella storia della vela crotonese e calabrese.

Il diciottenne Racco è il primo velista della nostra regione ad avere partecipato per ben tre volte ai mondiali. La prima volta è stata nel 2005, quando Racco gareggiava nella classe Optimist, a Silva Plana – Saint Mauritz in Svizzera; la seconda, l’anno scorso, ad Atene, nella classe 420, in equipaggio con un altro atleta crotonese di rilievo, Antonio Spagnolo; la terza, quest’anno. A partecipare ai mondiali 420, di solito, sono i primi sette equipaggi maschili, in classifica generale, e i primi sette equipaggi femminili, al termine di cinque selezioni nazionali. Ma questa volta, poiché i campionati mondiali si tengono in Italia, il numero degli aventi diritto raddoppia.

La qualificazione di Racco viene fuori dal Campionato nazionale 420 2008/2009, che si è articolato su 35 regate, alle quali hanno partecipato 162 equipaggi, per un totale di 364 velisti, i migliori team 420 italiani. Al Campionato nazionale 420, apertosi ad ottobre 2008 a Torre del Greco e conclusosi sul Lago di Garda (Arco di Trento), Racco si è trovato a gareggiare in coppia con il velista dello Yacthing club di Genova Matteo Macciò.

Racco ha dovuto affrontare quest’impresa con un nuovo compagno, per di più di un’altra regione. Notevoli sono stati i sacrifici che i due velisti hanno affrontato per potersi allenare, abitando ad una distanza così notevole l’uno dall’altro, in questi mesi stanno facendo la spola tra Crotone e Genova per prepararsi al meglio. ‘E’ stato un equipaggio approntato nel corso di un solo anno – ha osservato Massimo Racco, allenatore di Sergio, padre e guida nella vita e nella vela del promettente atleta – su due ragazzi esperti velisti ma che mai avevano navigato insieme. E’ stato fatto un lavoro di affiatamento eccezionale che ha dato i suoi frutti’. Racco e Macciò in questi mesi hanno lavorato con costanza per approdare al traguardo dei mondiali, portando avanti un lavoro oculato per cercare di mantenere sempre le prime posizioni nella classifica generale. Ora che l’obiettivo è stato centrato si passa alla fase preparatoria ai Mondiali. Il timoniere crotonese e il suo compagno si alleneranno tra Crotone e il Lago di Garda. Lo skipper pitagorico prima di gettarsi a pieno nella sfida per il titolo mondiale 420 avrà ancora da fare, per qualche settimana tra i banchi di scuola, per conseguire la maturità scientifica al liceo Filolao.

09/06/2009

Cinque studenti scelti come istruttori di vela a Policoro

La Lega navale di Crotone e l’istituto nautico artefici di sbocchi occupazionali. La convenzione siglata tra Lega navale italiana e l’ istituto tecnico nautico ‘Mario Ciliberto’ produce i primi risultati in ambito professionale. Grazie a quest’opportunità messa in campo dalla Lni e dall’istituto, diretto dalla preside Antonella Cosentino, gli studenti del nautico, durante il corso dell’anno, hanno frequentato corsi di vela, pesca, e diving. Cinque studenti del ‘Mario Ciliberto’ sono stati scelti per uno stage, alla fine del quale sono stati selezionati per diventare istruttori di vela al circolo nautico di Policoro.

Un bel colpo per i cinque ragazzi crotonesi che avranno la possibilità di fare un’esperienza di lavoro importante al di fuori della nostra regione ma anche un bel riconoscimento, per la Lni di Crotone e per l’istituto nautico cittadino, per delle professionalità formate grazie proprio alla convenzione siglata due anni fa. Questa importante sinergia ha dunque prodotto una pregevole iniziativa di formazione in grado di creare concreti posti di lavoro.

E’, infatti, per il secondo anno scolastico consecutivo che gli studenti dell’istituto ‘Mario Ciliberto’ hanno avuto la possibilità di arricchire la loro offerta formativa, e quindi anche professionale, grazie a questo protocollo d’intesa. Tale accordo permette la realizzazione di corsi di vela, per patenti nautiche e la partecipazione degli alunni del Nautico alle attività sportive e ludico sportive della Lega navale. Quest’anno all’attività di vela, pesca e diving, quest’ultima valida per conseguire l’attestato di primo livello, hanno partecipato complessivamente 50 studenti. Al corso di diving hanno partecipato sia ragazzi che ragazze.
Ieri pomeriggio, nei locali della Lega navale di Crotone, sono stati consegnati gli attestati di partecipazione ai corsi.

17/07/2009

Inagurata la nuova sede

L’inaugurazione della nuova sede della Lega navale di Crotone resterà impressa per sempre nel libro dei ricordi degli abitanti della cittadina jonica. Il nuovo look della struttura della Lni è stato presentato alla città lo scorso 4 luglio. Ed è stato subito un evento. Le massime autorità civili, militari e religiose sono intervenute ma l’intera cittadinanza ha voluto partecipare a questo importante avvenimento. Il completo restyling della sede della Lni di Crotone è stato, infatti, un successo. L’opera, frutto della collaborazione tra Lega navale e Comune di Crotone, è stata finanziata attraverso il Pit 13. In tempi record, poco meno di un anno, i lavori sono iniziati e terminati.

L’inaugurazione della nuova sede della Lega navale di Crotone resterà impressa per sempre nel libro dei ricordi degli abitanti della cittadina jonica. Il nuovo look della struttura della Lni è stato presentato alla città lo scorso 4 luglio. Ed è stato subito un evento.

Le massime autorità civili, militari e religiose sono intervenute ma l’intera cittadinanza ha voluto partecipare a questo importante avvenimento. Il completo restyling della sede della Lni di Crotone è stato, infatti, un successo. L’opera, frutto della collaborazione tra Lega navale e Comune di Crotone, è stata finanziata attraverso il Pit 13. In tempi record, poco meno di un anno, i lavori sono iniziati e terminati. La suggestiva struttura che richiama nella forma una nave, con la facciata completamente in vetro che permette di osservare lo ‘skyline’ del molo Sanità con il porto turistico e il mare cristallino, è stata progettata dagli architetti Gianluca e Salvatore Ruperto, Massimo Calvo e Giuseppe Monizzi.

La nuova struttura, rispettando la tradizione, sorge proprio dov’era l’antica sede, inaugurata nel lontano 1933. Seicento sono i metri quadrati sulla quale è stata realizzata la nuova sede. Sono 330 i metri quadrati occupati al piano inferiore e 270 quelli del piano superiore. Il nuovo edificio vanta, al suo interno, una sala polifunzionale per la convegnistica, una stazione meteo, un’aula didattica e la foresteria per l’ospitalità ai naviganti. Grande la soddisfazione, durante la cerimonia d’inaugurazione, del presidente della Lega navale di Crotone, Giovanni Pugliese: ‘Una struttura tra le più belle d’Italia per un ente senza scopo di lucro che punta all’educazione dei giovani nei valori della marineria e del rispetto dell’ambiente’.

La nuova sede della Lega navale ha piacevolmente sorpreso anche Cino Ricci, il popolare skipper in città per il Giro d’Italia vela: ‘Frequento Crotone da tanti anni e non mi aspettavo di vederla realizzata. Ed invece oggi mi trovo insieme a voi in questa struttura che avete realizzato e che definire bellissima è riduttivo’.
Il sindaco di Crotone, Peppino Vallone, ha introdotto la cerimonia d’inaugurazione e si è dichiarato molto soddisfatto ‘per la realizzazione di un’opera strategica per la città e frutto di un lavoro di sintesi e di collaborazione continua con la Lega navale italiana’.

Il presidente della Lni di Crotone, Giovanni Pugliese, ha concluso sottolineando che la struttura ‘ si pone l’obiettivo di erogare servizi alla nautica, in particolare alle imbarcazioni di diporto, rappresentando un comodo punto d’appoggio per le barche in sosta nel porto vecchio. C’è una sala multimediale ben attrezzata per le associazioni e per i ragazzi della scuola di vela’.

21/07/2009

Trofeo “Ugo Pugliese”, vince il bolognese Pupulin

Un velo di tristezza ha caratterizzato la XXI edizione del Trofeo ‘Ugo Pugliese’. La gara di fondo, da dieci chilometri, il cui percorso, quest’anno ritornando all’antica tradizione della manifestazione, ha costeggiato il suggestivo tratto di mare tra la Capocolonna e il molo Sanità, si è svolta nel ricordo di Giorgio Stingi, l’atleta lametino vincitore della scorsa edizione tragicamente scomparso.

Ad aggiudicarsi il trofeo ‘Ugo Pugliese, ormai diventato un classico tra gli appuntamenti sportivi crotonesi, è stato Filippo Pupulin, classe 1985, della società President Bologna, che ha stracciato tutti toccando la riva del molo Sanità in 2 ore, 3 minuti e 43 secondi. Per Pupulin è stata la prima volta al trofeo ‘Pugliese’: ‘Conoscevo bene Giorgio Stingi oggi ho vinto anche per lui’. Il presidente regionale della Fin, Federazione italiana nuoto, Daniele Paonessa, durante la cerimonia di premiazione ha consegnato una targa alla memoria di Stingi ai familiari dell’atleta e ha invitato i presenti ad osservare un minuto di silenzio. Per quanto riguarda la gara in sé, i partecipanti al ‘Pugliese’ sono stati in tutto 17. ‘La gara per questa edizione partiva da Capocolonna – ha spiegato Bonaventura Pugliese, direttore sportivo della Lni di Crotone e consigliere nazionale della Fiv – è stata più impegnativa degli anni scorsi ma è andata molto bene e anche nel 2010 riproporremo questo percorso.

Gli atleti, durante, la traversata sono stati sostenuti da più di 40 imbarcazioni, su cui erano presenti anche i giudici di gara, che hanno supportato logisticamente gli atleti in acqua’. Alla fine su tutti l’ha spuntata Pupulin, marcato a uomo per tutti e dieci i chilometri, che ha fatto una gara ragionata e di testa centrando l’obiettivo. Ecco il podio degli assoluti maschili: Pupulin, al primo posto, Mauro Sebastiano Nappa, sempre della President Bologna, secondo, Ciro Cerqua, Nantes Club master Napoli. Prima negli assoluti tra le donne Fabiana Lamberti, circolo canottieri Napoli.
Anche quest’anno, come capita da dieci anni a questa parte, al Trofeo ‘Pugliese’, si è accompagnata la manifestazione non agonistica ‘Amare il mare’, gara di fondo da cinque chilometri dal lido Casarossa al molo Sanità. Alla gara amatoriale hanno partecipato 44 atleti. A vincere il trofeo è stato Andrea Attinà, classe 1993, della società Paidea di Reggio Calabria. Al secondo posto si è piazzato Pasquale De Luca, Cosenza nuoto, e terzo Marco Altomare, Rende nuoto. Prima nella classifica degli assoluti femminile Francesca Blaganò, Rari Nantes Lamezia.
L’atleta più giovane che ha partecipato al trofeo ‘Amare il mare’ è stata la piccola nuotatrice crotonese Camilla De Meo, 9 anni appena, mentre il nuotatore più anziano è stato Antonio Pignata, 69 anni, anche lui crotonese, della Lacinia Nuoto.

Il Trofeo ‘Pugliese’ sempre più conosciuto in Calabria e fuori regione registra ogni anno una crescita dei partecipanti. ‘Ormai sono 21 anni che si tiene questa importante manifestazione sportiva – ha sottolineato Stano Zurlo, presidente della Provincia – è un evento diventato patrimonio del nostro territorio’. Presente, tra gli altri, alla cerimonia di premiazione anche Ugo Pugliese della Lni di Crotone che ha ringraziato la Lega navale e la Fin. E’ intervenuto anche il presidente provinciale del Coni, Claudio Perri. La manifestazione è stata resa possibile grazie all’organizzazione impeccabile della Lega navale di Crotone, in collaborazione con Fin e Coni, con il patrocinio della Regione, Provincia e del Comune di Crotone, dell’Area marina protetta ‘Capo Rizzuto’, della Banca popolare del Mezzogiorno.

25/01/2010

Campionato autunnale 2009

‘Strawberry’ dell’armatore crotonese Giacinto Tesoriere si laurea campione autunnale di vela d’altura. L’equipaggio, guidato da Tesoriere, e composto da Pino Racco, Michele Cantafora, Vincenzo Ippolito e Danilo Suppa ha vinto il Campionato autunnale 2009. La premiazione è avvenuta nei giorni scorsi. La regata è stata organizzata dalla Lega navale di Crotone, dallo Yacthing club Crotone e dall’associazione Maresport. Al campionato hanno partecipato in tutto sette imbarcazioni: ‘Strawberry’ dell’imbarcatore Giacinto Tesoriere, ‘Tango Blu’, di Mimmo Arcuri, ‘Khamsin’ di Venturino Pugliese, ‘Rolli Gu’ di Luciano Martire, ‘Giò Giò’ di Renato Sisca, ‘Karima’ di Maurizio Piro, ‘Harmony’ di Sergio Torchia.

Il campionato di vela d’altura, tenutosi a Crotone, si è articolato in tre prove: la prima l’8 novembre, la seconda il 29 novembre e l’ultima il 27 dicembre. Sono state tre regate bellissime caratterizzate da buon vento e condizioni meteo marine ottimali che hanno consentito agli equipaggi partecipanti di dare il meglio di sé. Solo nell’ultima prova il vento ha sfiorato i 25, 26 nodi. Al termine delle regate è stato incoronato campione autunnale di vela d’altura ‘Strawberry’. Sul secondo gradino del podio si è piazzato ‘Khamsin’ (equipaggio composto da Venturino e Stefano Pugliese, Francesco Cozzolino, Ciccio Guarascio e Davide De Luca). Al terzo posto si è classificato ‘Karima’ (equipaggio composto da Maurizio e Umberto Piro, Paolo Troilo, Giuseppe Astorelli e Giuseppe Sirianni).

Buone notizie per la vela d’altura anche dal Campionato invernale che si sta disputando a Cala Galera, in Toscana. Alla gara sta partecipando l’imbarcazione crotonese ‘Siloa’ dell’armatore Vincenzo Ioppoli. L’equipaggio, unico crotonese in gara, in questo momento è sesto in classifica generale. Grande soddisfazione, dunque, da parte della Lega navale di Crotone per la performance di ‘Siloa’ che punta ad ottenere il titolo di campione invernale. La regata è suddivisa in 10 prove, la prima si è svolta lo scorso 24 ottobre, l’ultima si terrà il prossimo 7 marzo. Al Campionato invernale di vela d’altura 2010 partecipano in tutto 22 imbarcazioni.

01/02/2010

Presentazione del calendario 2010 delle artiste della Provincia di Crotone

Crotone. La Lega navale di Crotone per una sera si trasforma in casa dell’arte. Ed è un successo di pubblico. La magia del mare, la suggestione delle opere d’arte di 12 pittrici crotonesi e la musica dell’Ensemble Bach e dei ‘Diesis’ hanno fatto da sfondo alla presentazione del calendario 2010 delle artiste della Provincia di Crotone. L’iniziativa, promossa dalla Lni di Crotone, dall’assessorato provinciale alla Cultura e dalla Consigliera di Parità dell’ente intermedio, Rossella Vincelli, si è svolta ieri sera, 30 gennaio, nella sede della Lni di Crotone.

<!– Generated by XStandard version 2.0.0.0 on 2010-02-01T11:04:02 –>

In calendario 12 interessanti presenze del nostro panorama artistico figurativo: Berenice Russo Amoruso, Patrizia Bisceglie, Dorotea Li Causi, Giusy Chiaravalloti, Maria Gabriella Frustaci, Maria Grazia Galea, Teresa Grotteria, Liliana Lamanna, Anna Rita Libonati, Rossella Lucà, Daniela Massara e Giuseppina Spadaro. Le opere delle artiste sono state, inoltre, allestite in una mostra visitabile fino ad oggi. Nel calendario, distribuito agli intervenuti, per ogni mese, ad accompagnare le pitture ci sono anche i versi più belli della poetessa Alda Merini.
‘Questa è la prima uscita pubblica della Lni di Crotone nella sua nuova sede – ha sottolineato il presidente della Lega navale di Crotone, Giovanni Pugliese – ed è simbolico aver scelto di promuovere questo evento del calendario che scandisce la vita nuova che passa’.
‘Con questa iniziativa – ha spiegato Rossella Vincelli, consigliera di parità della Provincia – volevamo far emergere le professionalità artistiche del nostro territorio, donne ricche di passione, intelligenza compresse sotto strati enormi’.
Nel corso dell’evento si sono esibiti l’Ensemble Bach, composta Domenico Scicchitano, Martina Maiorano, Francesca Sestito, Matteo D’Auria e Ferdinando Sestito, diretta dal maestro Luca Campana, e i ‘Diesis’, giovane band crotonese di cui fanno parte Alessandro e Stefano Scola, Francesco Franco, Manlio Palmieri ed Ennio Pezziniti, produttore Procolo Guida. Le opere delle artiste sono state recensite dal critico d’arte Antonio Sfortuniano.

10/03/2010

Mostra fotografica e documentaria – Calabria febbraio / marzo 2010

Arriva anche a Crotone la mostra fotografica e documentaria ‘I semi del Cambiamento. La Carta della Terra e il potenziale umano’, ideata e sviluppata dalla Soka Gakkai Internazionale, associazione laica religiosa riconosciuta dall’ONU come Organizzazione Non Governativa con oltre 12 milioni di membri in 192 paesi, che basa tutte le sue attività sulla promozione della Pace, Cultura e Educazione.

La mostra, che trae spunto dalla ‘Carta della terra ed il potenziale umano’ come contributo al ‘Summit Mondiale sullo Sviluppo Sostenibile’ tenutosi a Johannesburg nel 2002, è composta da diciassette pannelli, un video ed una mostra fotografica per far conoscere a tutti i principi della Carta della Terra e contribuire allo sviluppo della coscienza individuale e collettiva rispetto alle problematiche che rendono incerto il futuro della terra e quindi dell’umanità. Ancora oggi, malgrado gli enormi progressi della scienza e le ingenti risorse utilizzate nella ricerca e nella sperimentazione, milioni di persone vivono in condizioni disumane. Il problema allora è: come queste risorse vengono utilizzate? La giusta distribuzione della ricchezza risolverebbe questo immenso divario tra le nazioni più ricche e quelle più povere. Molte persone, di fronte ai problemi che affliggono la Terra, si sentono impotenti.

Attraverso 17 coloratissimi pannelli, 25 fotografie e un video, la mostra, già tradotta in 25 lingue, ha come scopo essenziale quello di sensibilizzare i visitatori a valorizzare le proprie azioni per uno sviluppo sostenibile. Il messaggio è quello che attraverso piccole azioni quotidiane e locali si possono realizzare cambiamenti a livello globale, sintetizzato nel pannello finale: ‘TU PUOI’. Le testimonianze di persone comuni presenti nelle fotografie trasmettono in maniera semplice e diretta il concetto di sviluppo sostenibile, un processo equilibrato in cui tutti gli aspetti della vita si sviluppano in armonia senza compromettere il destino delle generazioni future, con la consapevolezza del proprio potere. Per questo motivo la mostra appare particolarmente indicata per le scuole elementari, medie e superiori, quale mezzo per ‘seminare’ una coscienza ambientale fatta di rispetto e azioni positive. ‘Alla fine conserviamo solo ciò che amiamo, amiamo solo ciò che conosciamo e comprendiamo solo ciò che ci hanno insegnato’ (Baba Dioum, ecologista senegalese).
I principi affrontati nella Carta della Terra sono: rispetto e cura per la comunità della terra; integrità ecologica; giustizia economica e sociale; democrazia; nonviolenza e pace. La mostra è bilingue ed è rivolta a tutti.
Integrano la mostra:
– una sezione di fotografie naturalistiche tratte dall’esposizione ‘Dialogo con la Natura’ di Daisaku Ikeda, Presidente della Soka Gakkai Internazionale;

– il video QUIET REVOLUTION (UNA RIVOLUZIONE TRANQUILLA) di C. Taylor con interviste a personaggi particolarmente impegnati nella campagna ambientalista quali Maryl Streep, Kofi Annan, e Wangary Maathai.

31/03/2010

Mostra “I semi del cambiamento”, un successo di pubblico

Successo di pubblico per la mostra fotografica e documentaria ‘I semi del Cambiamento. La Carta della Terra e il potenziale umano’, ideata e sviluppata dalla Soka Gakkai Internazionale, associazione laica religiosa riconosciuta dall’ONU come Organizzazione Non Governativa con oltre 12 milioni di membri in 192 paesi, da tempo attiva socialmente nella promozione dei diritti umani, che basa tutte le sue attività sulla promozione della Pace, Cultura e Educazione, patrocinata dalla Lega navale di Crotone e dalle amministrazioni provinciali e comunali della città pitagorica.

<!– Generated by XStandard version 2.0.0.0 on 2010-04-01T11:42:38 –>

La mostra, allestita nella sede della Lega navale di Crotone dal 21 al 28 marzo, è stata visitata da oltre 2300 studenti crotonesi, di mattina. Mentre nelle ore pomeridiane sono stati centinaia i curiosi che hanno voluto vedere da vicino l’esposizione, che trae spunto dalla ‘Carta della terra ed il potenziale umano’ come contributo al ‘Summit Mondiale sullo Sviluppo Sostenibile’ tenutosi a Johannesburg nel 2002. L’esposizione è stata composta da diciassette pannelli, un video ed una mostra fotografica per far conoscere a tutti i principi della Carta della Terra e contribuire allo sviluppo della coscienza individuale e collettiva rispetto alle problematiche che rendono incerto il futuro della terra e quindi dell’umanità.
‘Ci siamo trovati in piena sintonia con le tematiche della mostra – ha spiegato Giovanni Pugliese, presidente della Lni di Crotone – promossa dalla Soka Gakkai Internazionale, una sintonia che ben si coniuga con la diffusione della cultura della tutela dell’ambiente rivolta ai giovani delle scuole con l’indicazione certa che ognuno nel suo piccolo può dare un contributo per salvare l’ecosistema e il pianeta, La mostra, che siamo stati ben lieti di ospitare nella nostra nuova sede, ha registrato un successo di pubblico incredibile’.

Il messaggio della mostra, infatti, è quello che attraverso piccole azioni quotidiane e locali si possono realizzare cambiamenti a livello globale, sintetizzato nel pannello finale: ‘TU PUOI’.Le testimonianze di persone comuni presenti nelle fotografie trasmettono in maniera semplice e diretta il concetto di sviluppo sostenibile, un processo equilibrato in cui tutti gli aspetti della vita si sviluppano in armonia senza compromettere il destino delle generazioni future, con la consapevolezza del proprio potere. Per questo motivo la mostra particolarmente è stata indirizzata alle scuole elementari, medie e superiori, quale mezzo per ‘seminare’ una coscienza ambientale fatta di rispetto e azioni positive. ‘

04/05/2010

Il 7 e il 14 maggio mille studenti crotonesi impegnati in “Un mare da pulire

Un esercito di mille studenti crotonesi, per due giorni, ripuliranno spiagge e fondali di Crotone e di Isola Capo Rizzuto. Il 7 e il 14 maggio c’è ‘Un mare da pulire’, progetto promosso dal ministero per l’Ambiente, dalla Lega navale di Crotone, dalla Provincia, dall’Area marina protetta ‘Capo Rizzuto’ e Capitaneria di porto e sponsorizzato da Sovreco, Salvaguardia ambientale, Akrea e Akros. L’iniziativa si inserisce nel progetto ‘Applicazione pratica dell’educazione e della conoscenza dell’ambiente marino dell’Amp rivolto alle scuole’, giunto ormai alla sua quarta edizione.

Diciassette le scuole coinvolte del territorio, di ogni ordine e grado: Ic Alfieri, istituto superiore Pertini, II circolo Isola Capo Rizzuto, scuola media Giovanni XXIII, Ic Cutuli, Ipsia Barlacchi, Ic Strongoli, circolo didattico Cutro, istituto nautico Ciliberto, Ic Don Bosco Cirò Marina, Ic Don Milani, liceo classico Pitagora, istituto superiore Polo di Cutro Ic don Lamanna Mesoraca, Iv circolo didattico, istituto superiore Gangale, I circolo Isola Capo Rizzuto.Per un totale di 1000 alunni. Le giornate di pulizia di spiagge e fondali saranno due. La prima, il 7 maggio, a Crotone. L’appuntamento per studenti e docenti è alla Lega navale di Crotone. Equipaggiati di strumenti per la raccolta dei rifiuti, i ragazzi di elementari e medie, guidati dagli insegnanti, dalle 9 alle 12 si occuperanno di togliere i rifiuti nel tratto di arenile che va dal molo Sanità fino al Subacqueo, dopo il cimitero. Gli studenti delle superiori si imbarcheranno e supporteranno i sub dei diving nella pulizia dei fondali. La seconda giornata si svolgerà il 14 maggio, sempre dalle 9 alle 12. L’iniziativa, questa volta, toccherà la spiaggia grande di Isola Capo Rizzuto, e quelle di Sovereto e Le Castella.

‘Dalla coralità delle scuole – ha spiegato Giovanni Pugliese, presidente della Lega navale di Crotone – coordinate dalla Lni e dall’Area marina protetta, con il supporto indispensabile della capitaneria di porto, anche quest’anno si avvia a conclusione questo importante progetto che mira ad avvicinare i giovani al mare e al rispetto dell’ambiente marino’.

‘Siamo molto soddisfatti per la riuscita del progetto – ha osservato Venturino Pugliese, coordinatore del progetto e vicepresidente della Lni di Crotone – e per il numero di scuole che hanno aderito all’iniziativa, ben 17 rispetto alle 11 dell’anno scorso’.

Il progetto ha preso il via nel mese di ottobre con una serie di lezioni in classe. ‘Abbiamo approfondito tematiche di educazione ambientale – ha concluso Stefania Tammaro, responsabile docente del progetto – e abbiamo chiesto ai ragazzi di realizzare dei lavori in merito.

Da febbraio gli studenti sono stati coinvolti in attività pratiche come la visita all’Acquario di Isola Capo Rizzuto e corsi di vela tenuti dalla Lega navale di Crotone. Il 18 maggio gli alunni andranno alla scoperta dei fondali della Riserva marina sul battello trasparente. Il progetto si chiuderà ufficialmente il 4 giugno con la mostra e la premiazione dei lavori dei ragazzi’.

17/05/2010

Operazione “Un mare da pulire”, raccolti 800 chili di plastica a Isola Capo Rizzuto

Bilancio allarmante quello della seconda giornata di ‘Un mare da pulire’. L’esercito di studenti crotonesi a caccia di rifiuti, dalle 9 alle 12 di stamattina, ha raccolto sulla spiaggia e nei fondali di Isola Capo Rizzuto, ben 800 chili di rifiuti, solo per quanto riguarda la plastica. Nel dettaglio, l’iniziativa che si inserisce nel progetto ‘Applicazione pratica dell’educazione e della conoscenza dell’ambiente marino dell’Amp rivolto alle scuole’, giunto ormai alla sua quarta edizione, ha coinvolto nella giornata di oggi 300 studenti accompagnati dai docenti. I ragazzi hanno ripulito le spiagge di Le Castella, Isola Capo Rizzuto e Sovereto, mentre i diving, con i sub, hanno perlustrato il fondale del porticciolo di Le Castella. Lo scenario che si sono trovati di fronte è stato, a dir poco, disastroso. ‘Sulla spiaggia di Sovereto – ha denunciato Bonaventura Pugliese, coordinatore del progetto e vicepresidente della Lega navale di Crotone – c’è una vera e propria emergenza ambientale.

La spiaggia è stata trasformata in una pattumiera a cielo aperto. I rifiuti presenti erano così numerosi che i ragazzi non sono riusciti a raccogliergli tutti. Abbiamo trovato una montagna di plastica, ma anche sedie e ombrelloni.

Serve un intervento urgente di recupero e tutela della spiaggia di Sovereto da parte degli enti preposti’. Non è andata meglio nei fondali del porto di Le Castella. ‘Il fondale – ha spiegato Stefania Tammaro, responsabile docente del progetto e biologa marina – è completamente ricoperto di immondizia di ogni genere: pneumatici, ancore, cassette di polistirolo, ringhiere, batterie e materiali elettrici. I rifiuti sono così numerosi mentre nei fondali del porto risultano assenti i pesci. A complicare la situazione del fondale è, poi, la presenza di mezzo metro di mucillagine, probabilmente causata dai fertilizzanti che si usano nei campi delle vicinanze e i cui scarichi confluiscono nel porticciolo’.

In uno stato ambientale migliore invece la spiaggia grande di Isola Capo Rizzuto e quella adiacente al castello aragonese. ‘Anche qui, però – ha osservato Tammaro – ci siamo trovati di fronte a uno scenario bellissimo, con macchia mediterranea e gigli marini, rovinato da enormi quantità di plastica e bottiglie di vetro’.

L’iniziativa, promossa dal ministero per l’Ambiente, dalla Lega navale di Crotone, dalla Provincia, dall’Area marina protetta ‘Capo Rizzuto’ e Capitaneria di porto e sponsorizzato da Sovreco, Salvaguardia ambientale, Akrea, Akros e dalla Banca Popolare per il Mezzogiorno che ha fornito ai ragazzi le T- shirt, ha preso il via alle 9 di oggi. Si tratta del secondo appuntamento di questo genere, il primo come si ricorderà, si era svolto lo scorso 7 maggio e aveva interessato le spiagge e i fondali di Crotone. L’intervento di oggi ha riguardato invece il tratto di costa che ricade nell’Area marina protetta ‘Capo Rizzuto’.

Le due iniziative si inseriscono in un progetto più ampio, giunto, alla quarta edizione, che vede coinvolte 17 le scuole del territorio, di ogni ordine e grado: Ic Alfieri, istituto superiore Pertini, II circolo Isola Capo Rizzuto, scuola media Giovanni XXIII, Ic Cutuli, Ipsia Barlacchi, Ic Strongoli, circolo didattico Cutro, istituto nautico Ciliberto, Ic Don Bosco Cirò Marina, Ic Don Milani, liceo classico Pitagora, istituto superiore Polo di Cutro Ic don Lamanna Mesoraca, Iv circolo didattico, istituto superiore Gangale, I circolo Isola Capo Rizzuto. Per un totale di 1000 alunni.
Il progetto ha preso il via nel mese di ottobre si chiuderà ufficialmente il 4 giugno con la mostra e la premiazione dei lavori dei ragazzi.

25/05/2010

Raduno velico Under 16

Due giorni di intensa attività per i velisti della Lega navale di Crotone. Il 22 maggio si è tenuto a Crotone, il raduno velico Under16 riservato ai ragazzi dai sei ai nove anni e dai dieci ai dodici anni. Il 23 maggio la Lni di Crotone ha ospitato la regata velica di selezione zonale: selezione nazionale Optimist categoria Juniores; selezione Coppa del Presidente classe Optimist ‘categoria cadetti’; selezione Coppa Cadetti classe Optimist ‘categoria cadetti’; selezione zonale Laser.

Il ritorno a Crotone della piccola grande vela a Crotone ha visto impegnati in intensi allenamenti 20 allievi della classe Optimist provenienti dalle scuole vela del: Circolo Velico di Reggio Calabria, del Circolo Velico di Soverato, del Circolo Nautico di Paola e del Gruppo Dilettantistico Vela della Lega Navale di Crotone.
La nota più entusiasmante del raduno è stata rappresentata dalla presenza di cinque giovanissimi allievi nati nel 2002,(Renata Giordano, Adriano Juliani, Lorenzo Ioppoli, Andrea Milano e Demetrio Sposato).
Soddisfazione per la vela crotonese che dopo un anno di blocco delle attività è ritornato in campo con un elevato numero di allievi (undici) piazzatisi nella competizione a ridosso dei colleghi reggini e con un ottimo piazzamento al terzo posto nella categoria cadetti di Giuseppe Congi. Alla competizione ha partecipato anche Giacinto Tesoriere che è ritornato sui campi di regata dopo una lunga assenza.
La regata velica ha visto in campo gli atleti delle classi Laser ed Optimist in due prove abbastanza regolari sia per le condizioni del mare poco mosso che del vento. Al termine delle selezioni la classifica ha premiato soprattutto gli skipper di Reggio Calabria. Nella classe Laser: al primo posto Bruno Barreca, Circolo nautico Reggio, seguito da Samuele Tarantino, Circolo velico Reggio, al secondo posto e da Giovanni Giordano, Circolo velico Reggio, al terzo. Podio tutto riservato alla città di Reggio Calabria anche per la classe Optimist categoria juniores: Alberto Laganà Circolo Nautico Reggio, primo, Francesco Genovese Circolo velico Reggio, secondo, PierGiulio Tarantino, Circolo velico Reggio, terzo. Nella classe Optimist, categoria cadetti, buono il piazzamento di Giuseppe Congi, gruppo dilettantistico vela della Lni di Crotone, al terzo posto, preceduto da Milo Cutrupi, Circolo Velico Reggio, al primo posto, e da Rosalba Giordano, Circolo velico Reggio, al secondo posto.
Alla manifestazione erano presenti il presidente della VI zona, Fabio Colella, che si è complimentato per l’ottima organizzazione della manifestazione che vedeva coinvolti i circoli uniti di Crotone (Lo Yachting Kroton Club, l’Associazione Mare Sport e la Lega Navale di Crotone) e per la buona soluzione logistica che ci consentirà in futuro di poter organizzare sia raduni che eventi sportivi zonali e nazionali. Colella ha ricordato inoltre gli appuntamenti che lo hanno visto coinvolto insieme al consigliere federale della Fiv Venturino Pugliese quali il campionato nazionale dei non vedenti svoltosi a Paola ed il Campionato nazionale dei Giochi sportivi studenteschi svoltosi a Policoro, eventi che hanno fatto ben figurare la nostra zona in campo nazionale e che hanno anche visto la presenza del presidente Nazionale del Coni, Giovanni Petrucci, e del presidente nazionale della Fiv, Federazione vela, Carlo Croce.
Presente anche Valentina Colella, referente della VI zona per il progetto under 16, che ha consegnato ai giovani velisti il manuale del raduno e si è congratulata con la rappresentante della classe Optimist Fabrizia Torchia e con l’istruttore della Lni di Crotone, Massimo Racco per il lavoro svolto.

04/06/2010

Applicazione pratica dell’educazione e della conoscenza dell’ambiente marino dell’Amp

Per il quarto anno consecutivo più di 1000 studenti crotonesi hanno potuto conoscere da vicino le risorse del nostre mare e, soprattutto, hanno imparato a rispettare l’ambiente marino. Questa mattina si è concluso, al PalaMilone, il progetto ‘Applicazione pratica dell’educazione e della conoscenza dell’ambiente marino dell’Amp rivolto alle scuole’, giunto ormai alla sua quarta edizione. L’iniziativa, promossa dal ministero per l’Ambiente, dalla Lega navale di Crotone, dalla Provincia, dall’Area marina protetta ‘Capo Rizzuto’ e coadiuvato dalla Capitaneria di porto ha visto coinvolte 17 scuole del territorio, di ogni ordine e grado: Ic Alfieri, istituto superiore Pertini, II circolo Isola Capo Rizzuto, scuola media Giovanni XXIII, Ic Cutuli, Ipsia Barlacchi, Ic Strongoli, circolo didattico Cutro, istituto nautico Ciliberto, Ic Don Bosco Cirò Marina, Ic Don Milani, liceo classico Pitagora, istituto superiore Polo di Cutro Ic don Lamanna Mesoraca, Iv circolo didattico, istituto superiore Gangale, I circolo Isola Capo Rizzuto.

<!– Generated by XStandard version 2.0.0.0 on 2010-06-04T16:12:53 –>

Per un totale di oltre 1000 alunni. Stamani per centinaia di ragazzi al PalaMilone è stata una festa, con la premiazione degli elaborati migliori prodotti dalle scuole partecipanti.

Il progetto, come si ricorderà, ha preso il via nel mese di ottobre con una serie di lezioni nelle scuole seguite, poi, da visite all’Aquarium, sul battello trasparente, corsi di vela e due giornate ecologiche, svoltesi nel mese di maggio. Il progetto è stato coordinato da Venturino Pugliese, vicepresidente della Lni di Crotone, da Stefania Tammaro, biologa marina e da Nilde Megna, per l’Area marina protetta.
‘Anche quest’anno – ha spiegato Giovanni Pugliese, presidente della Lega navale di Crotone – grazie a questo progetto abbiamo promosso una delle finalità più importanti di Lni che è quella di diffondere la cultura del mare e la tutela dell’ambiente tra i giovani’. ‘E’ importante – ha continuato Stanislao Zurlo, presidente della Provincia di Crotone – far capire come ognuno di noi possa contribuire a fare qualcosa per l’ambiente.

Ci siamo riusciti grazie alla sinergia tra gli enti e voi ragazzi che sarete in futuro la classe dirigente di questo territorio’. Simone Scalise, funzionario dell’Amp ‘Capo Rizzuto’ ha sottolineato l’importanza di questa iniziativa ‘per far crescere la conoscenza della Riserva marina tra i più giovani’. Per i migliori lavori lavorati realizzati nell’ambito del progetto sono state premiate le seguenti scuole: Istituto comprensivo ‘Don Matteo Lamanna’ di Mesoraca, II circolo Isola Capo Rizzuto e Ipsia ‘Barlacchi’ di Crotone.

A tutti gli alunni sono stati consegnati attestati di partecipazione.

02/10/2010

25° Campionato italiano di traina costiera, vince l’equipaggio della Lega navale di Rapallo

Il team della Lega navale di Rapallo, composto da Gianni Zanaboni, Francesco Lenoci, Bruno Azzino e dallo skipper crotonese Fausto Tricoli, è il campione nazionale di traina costiera 2010. L’equipaggio ligure si è aggiudicato il titolo su 26 imbarcazioni provenienti da Catania, Catanzaro, Chieti, Crotone, Genova, Imperia, Latina, Livorno, Roma, Salerno, Siracusa, Torino, Napoli. La città di Crotone, ha ospitato per la prima volta in Calabria, dal 30 settembre al 2 ottobre il campionato, che sarà ricordato per la magistrale organizzazione predisposta della Lega navale di Crotone che ha messo in campo risorse economiche ed umane di alto livello. E anche nella gara la Lni di Crotone non si è risparmiata riuscendo a portare a casa un meritatissimo secondo posto. A conquistare il secondo gradino del podio l’equipaggio del presidente della Lega navale di Crotone, Giovanni Pugliese, composto da Ottavio Cavallaro, Giancarlo Muscò e dall’unico skipper donna della competizione, Pina Pirozzi.

Al terzo posto il team dell’associazione Marina di Salerno, con a bordo Pasquale Scarpa, Domenico Lodato, Angelo Scarpa e lo skipper crotonese Aldo Stasi. L’equipaggio di Rapallo non è nuovo a quest’impresa, conta già in attivo diverse vittorie, l’ultima nel 2008. Mentre non riesce a riacciuffare il titolo nazionale, vinto lo scorso anno, il circolo nautico Foce Cecina che cede lo scettro a Rapallo. La manifestazione sportiva organizzata da Lni di Crotone, Fipsas e Provincia di Crotone, con la collaborazione di Regione Calabria, Comune di Crotone, Camera di commercio di Crotone, Area marina protetta “Capo Rizzuto”, Autorità portuale di Gioia Tauro e Coni di Crotone, si è svolta in due giornate ufficiali di gara, conclusesi oggi pomeriggio. Le uscite non sono state molto pescose ma sufficienti. “Sono stati pescati – ha spiegato Salvatore Tiano, delegato provinciale Fipsas – tunnidi, tombarelli, alletterati, sgombridi e pesci di pregio come ricciole e cernie”. Alla fine della pesatura la classifica finale ha visto prevalere l’equipaggio di Rapallo con 27.625 punti. La macchina organizzativa della Lni di Crotone ha funzionato alla perfezione e gli atleti, provenienti da ogni parte d’Italia, si sono complimentati per la cordialità e la disponibilità trovata. “Doppia è la soddisfazione – ha dichiarato Giovanni Pugliese, presidente della Lni Di Crotone – sia per il secondo posto in classifica che per l’organizzazione del Campionato che è stata molto complessa e che ha visto l’impegno corale del direttivo e dei soci per la riuscita della manifestazione”. Mirko Eusebi, commissario tecnico della Nazionale italiana di Big game fishing, ha espresso il suo personale plauso “all’organizzazione perfetta” dell’evento. Per l’occasione è stato presente anche Claudio Nolli, responsabile nazionale del settore mare della Fipsas. Questa sera alle 20 al Costa Tiziana hotel si terrà la cerimonia di premiazione. I premi ai vincitori e ai partecipanti al campionato sono stati realizzati dal maestro orafo Gerardo Sacco, che insieme a Pam e Normic sono stati i maggiori sponsor del Campionato. In questi tre giorni, a fornire supporto logistico ai 150 partecipanti all’iniziativa, tra equipaggio e staff, oltre al personale della Lni di Crotone anche gli studenti dell’Istituto nautico di Crotone “Ciliberto” e dell’istituto professionale per i servizi alberghieri di Le Castella.

21/10/2010

Visita presidente nazionale della Lega navale

Domenica 24 ottobre, alle ore 12, presso la Lega navale di Crotone si terrà la visita del presidente nazionale della Lega navale italiana, ammiraglio Marcello De Donno. Il presidente De Donno, per l’occasione, sarà accompagnato dal delegato regionale della Lni, Antonio Nicoletta. Ad accogliere De Donno presso la sezione crotonese della Lni ci saranno i componenti del consiglio direttivo della locale sezione.

25/10/2010

Il presidente nazionale De Donno plaude all’attività della sezione di Crotone

“La Lega navale di Crotone un modello e un esempio da seguire”. Il plauso all’attività della Lega navale di Crotone, che esiste in città dal 1933, viene dal presidente nazionale della Lega navale italiana, ammiraglio Marcello De Donno, che questa mattina ha visitato la sede locale della Lni. Ad accoglierlo i membri del direttivo della Lni di Crotone Giorgio Aloisio, Francesco Guarascio, Gianni Liotti, Adolfo Stigliano e Vincenzo Sisca. Ad accompagnare De Donno c’era il delegato regionale della Lni Antonio Nicoletta. Il presidente nazionale della Lni è rimasto particolarmente colpito dalla “realtà estremamente significativa di Crotone, una delle migliori strutture in Italia”.

Ma l’elogio dell’ammiraglio De Donno è andato oltre: “Qui siete riusciti a realizzare una cosa non facile in 80 anni di attività – ha osservato – ci sono soci coesi e guidati da un consiglio direttivo che ha ben perseguito le finalità della Lni senza mai far prevalere i propri interessi personali. Inoltre, la sezione di Crotone ha saputo stabilire un rapporto con le istituzioni locali estremamente fruttuoso. La Lega navale di Crotone ha messo in campo, in questi anni, qualità, correttezza e persone perbene, grazie a ciò è diventata un punto di riferimento fisico e di valori per l’intera cittadinanza”. Il presidente nazionale della Lega navale ha, poi, ricordato come “nessuna regione ha recepito la valenza di questo rapporto, tra Lni ed enti locali, come la Calabria, mettendo in atto la legge regionale 17/2005”. “Tutto questo – ha aggiunto il delegato regionale Nicoletta -si è potuto ottenere grazie all’impegno e al lavoro dei presidenti e dei direttivi che si sono succeduti nel corso di 30 anni alla guida della Lni di Crotone. La nostra sezione è oggi la quarta istituzione in città”.
La Lega navale di Crotone ha svolto il suo compito, di ente pubblico di pubblica utilità, a 360 gradi, dall’educazione al rispetto del mare alla sensibilizzazione dei giovani, dalla sicurezza in mare allo sport.

“In questi anni – ha ricordato Giorgio Aloisio – abbiamo lavorato in stretta sinergia con Regione, Provincia e Comune. Contiamo oggi 400 soci, di cui 100 sono studenti delle scuole cittadine, quest’ultimi reclutati attraverso una mirata politica di avvicinamento dei giovani alla cultura del mare. Abbiamo promosso campagne di sensibilizzazioni per la sicurezza in mare e ambientali, ripulendo fondali e arenili della costa crotonese e coinvolgendo migliaia di ragazzi”. Ma la Lega navale di Crotone ha portato in alto anche le specialità sportive che promuove. “Abbiamo partecipato, per tre volte – ha concluso Aloisio – con una nostra imbarcazione al Giro d’Italia a vela. Da 22 anni organizziamo il “Trofeo Pugliese”, la storica maratona a nuoto Capocolonna – Crotone. Abbiamo portato a Crotone il Campionato nazionale 420, quello di Match Race e, ultimo, il Campionato nazionale di traina costiera. Abbiamo una squadra di velisti Optimist che primeggia a livello regionale e nazionale. Abbiamo ottenuto l’aumento della banchina e saremo partner, con il 5%, della nascente Società, pubblica privata, per il porto turistico”.

16/11/2010

Selezione provinciale di traina costiera, vince Bradypus

Ancora un’affermazione per i vicecampioni italiani di traina costiera. Il team di Bradypus, composto da Giovanni Pugliese, presidente della Lega navale di Crotone, Ottavio Cavallaro, Pierpaolo Perruccio e dalla skipper Pina Pirozzi, hanno stravinto la selezione provinciale di traina costiera che si è disputata domenica scorsa, nello specchio d’acqua antistante la città di Crotone. L’equipaggio crotonese, reduce dal successo ottenuto al Campionato italiano di categoria dove ha agguantato il secondo posto, si è conquistato così l’accesso a partecipare al Campionato nazionale di traina costiera nel 2011, che decreterà il vincitore della specialità.

La gara di domenica si è svolta dalle 7 e 15 del mattino fino alle 13 e 15, in condizioni meteo marine ottimali. Alla caccia hanno partecipato circa 20 imbarcazioni. Innegabile il predominio di Bradypus che, alla fine della manche, ha portato alla pesatura ben 23 prede per un totale di 23.155 punti. Sull’imbarcazione di Bradypus come mascotte portafortuna c’era anche il piccolo Vincenzo Sposato. Sul secondo gradino del podio, invece, si è classificata l’imbarcazione Helios, con il team guidato da Giovanni Liotti, Adolfo Stigliano e Paolo Scola che ha totalizzato 8105 punti, pescando otto prede. Al terzo posto Catenaccio, equipaggio guidato da Natalino Sitra, con 5645 punti. Le prede pescate nel corso della selezione provinciale di traina costiera sono stati, per lo più, tonnetti alletterati.
A conti fatti, però, al Campionato italiano 2011 di traina costiera potrebbero essere due gli equipaggi crotonesi partecipanti di diritto. Per Bradypus, infatti, dovrebbe scattare l’accesso in automatico in quanto vicecampione nazionale. In questo modo, a staccare il biglietto per la presenza al nazionale dovrebbe essere anche l’equipaggio di Helios. Insomma, se così fosse, la flotta della Lega navale di Crotone parteciperebbe con due rappresentanze alla corsa per conquistare il titolo nazionale. Al termine della gara, Salvatore Tiano, delegato provinciale Fipsas, ha proceduto a premiare i vincitori. A tutti i partecipanti sono stati, inoltre, consegnati gadget messi a disposizione dagli sponsor di pesca sportiva della manifestazione.

26/12/2010

Lega navale di Crotone, il nuovo anno si apre all’insegna dell’educazione ambientale

Anche il 2011 sarà un anno che vedrà la Lega navale di Crotone impegnata a promuovere l’educazione ambientale, l’amore e il rispetto per il mare sui banchi di scuola di centinaia di studenti crotonesi. Entra nel vivo, infatti, dal mese di gennaio la V edizione del progetto promosso locale della Lega navale italiana che mira a far conoscere a docenti e ad alunni l’ambiente marino della Riserva più grande d’Italia, l’unica Amp della Calabria. Il progetto coordinato dalla Lega navale di Crotone rientra nell’azione di intervento “Applicazione pratica dell’educazione e della conoscenza dell’ambiente marino dell’Area marina protetta Capo Rizzuto con riprese in diretta dal mare, rivolto alle scuole elementari, medie e superiori e che coinvolge gli studenti che hanno un’età dagli 8 ai 18 anni”.

Le scuole e gli studenti del territorio hanno risposto con grande entusiasmo all’iniziativa. Quest’anno sono ben 19 gli istituti che hanno aderito al progetto, 15 tra scuole elementari e medie, e quattro per gli istituti d’istruzione secondaria: Ic Alfieri, Ic Cutuli, Ic Rosmini, Ic Don Milani, scuola media Giovanni XXIII, direzione didattica III circolo, IV circolo didattico, Ic Don Bosco di Cirò Marina, circolo didattico di Cutro, direzione didattica I circolo e II circolo di Isola Capo Rizzuto, Ic Don Lamanna di Mesoraca, Direzione didattica Petilia Policastro, Ic Strongoli, Sacro Cuore, Ipsia Barlacchi, Istituto nautico, istituto tecnico Gangale di Cirò marina e istituto professionale alberghiero di Le Castella.

“Il progetto – ha spiegato Bonaventura Pugliese, vicepresidente della Lega navale di Crotone e coordinatore dell’iniziativa – ha preso il via nel mese di novembre con le lezioni teoriche della biologa Stefania Tammaro e l’individuazione dei temi da approfondire, sulle problematiche ambientali, in ogni singola scuola. A partire da gennaio inizieranno le lezioni teoriche di vela, tenute da un istruttore federale, da effettuare nelle singole scuole fino a marzo”. Dalla primavera in programma per gli studenti visite all’Aquarium di Isola Capo Rizzuto, uscite con il battello con la chiglia trasparente e in barca a vela alla scoperta delle bellezze dell’Area marina protetta.

Nel mese di aprile in calendario due giornate di pulizia delle spiagge e dei fondali marini, da tenersi una in città e l’altra a Le Castella. Quest’anno al progetto sono, inoltre, dedicati due concorsi rivolti alle scuole. “Il primo consentirà agli studenti – ha precisato Pugliese – di partecipare al XVII concorso nazionale di promozione per la realizzazione del poster per la “Coppa Primavela”, una delle più importanti regate veliche che si tengono in Italia; il secondo concorso premierà il miglior disegno realizzato dagli studenti crotonesi e che fungerà da locandina ufficiale per le due giornate di pulizia ambientale sulle spiagge”. Il progetto si concluderà nel mese di maggio con la cerimonia di chiusura del progetto. “Tra i ragazzi – ha concluso Pugliese – registriamo sempre un maggior entusiasmo per questa iniziativa, felici di apprendere e di portare avanti la cultura dell’educazione ambientale nel nostro territorio”.

27/12/2010

Buona la prova dei velisti della Lega navale di Crotone all’XI edizione di Euromed

Il 2010 si chiude in positivo per la flotta degli skipper della Lega navale di Crotone. Buona la performance degli atleti crotonesi all’undicesima edizione di Euromed, regata internazionale di Malta, che si è tenuta nei giorni scorsi. I velisti della Lni di Crotone si sono confrontati in acqua con atleti provenienti dalla Russia, dall’Inghilterra, da Israele, dalla Danimarca e dall’Italia. Centocinquanta i partecipanti complessivamente, divisi tra la classe Optimist e la classe Laser 4.7. A portare in alto i colori della Lega navale di Crotone c’erano: Samuele Sacco e Giuseppe Congi per la categoria Open (juniores e cadetti); Nicolò Bellassai, Demetrio Sposato, Andrea Milano e Attilio Ioppoli, per la categoria juniores Optimist e Angela Paletta per la categoria Laser 4.7.

A supportare gli optimist come “coach” c’era Massimo Racco, come istruttore dei Laser Antonio Spagnolo. Ad accompagnare il team crotonese a Malta c’era anche Bonaventura Pugliese, vicepresidente della Lega navale di Crotone, presente anche nella giuria tecnica della regata. “Per i nostri atleti – ha osservato Pugliese – è stata una prova importante che ha permesso loro di misurarsi, per la prima volta, con velisti di lunga esperienza di provenienza anche straniera, abituati a venti diversi. La nostra flotta ha tenuto il passo, mantenendosi a metà classifica. E’ stata un’ottima esperienza di crescita per i nostri ragazzi”.

La regata si è articolata in quattro giornate, sono state disputate nove prove in totale. Le condizioni meteo marine sono stare difficili soprattutto nella prima giornata di gara, con 37 nodi di vento. Al termine della regata le posizioni dei velisti della Lega navale di Crotone risultavano così nelle classifiche generali delle rispettive categorie: Sacco e Congi, rispettivamente 56° e 60°, nella classe Open; Sposato, 12°, Bellassai, 14°, Ioppoli 18°, Milano 20°, nella classe juniores; Paletta, 18°, nella categoria Laser 4.7.

04/03/2011

Rinnovato il consiglio direttivo della Lni di Crotone, si apre alle donne e ai giovani

Donne e giovani. Queste le due grandi novità del neo eletto consiglio direttivo della Lega navale di Crotone. Per la prima volta nella storia della sezione crotonese della Lni entra a far parte del consiglio direttivo una donna, Maria Renata Geremicca, che rivestirà l’importante ruolo di direttore della sede sociale. Oltre a lei, si registrano altre due “new entry”, nel consiglio direttivo appena eletto e sono Nikola Drmac ed Elio Siniscalchi, entrambi nominati come consiglieri sportivi. Sia Geremicca che Drmac e Siniscalchi, inoltre, sono tre giovani. Il loro ingresso, fortemente voluto dal direttivo uscente, vuole segnare un nuovo corso per la Lega navale di Crotone che guarda al futuro e alle nuove leve che dovranno portare avanti, nei prossimi anni, il grande ed inesauribile lavoro svolto dalla sezione crotonese sul territorio locale, regionale e nazionale.

A guidare la Lni di Crotone, per i prossimi tre anni, è stato riconfermato, per il suo quarto mandato consecutivo, il past presidente, Giovanni Pugliese. “E’ il mio ultimo mandato – ha annunciato Pugliese – sono molto contento che l’assemblea dei soci abbia appoggiato in toto la linea proposta dal vecchio direttivo e cioè di aprire ai giovani. Ci sono stati tanti candidati, tutti encomiabili e di alto profilo. Abbiamo registrato un numero di votanti, per l’elezione del nuovo direttivo, mai raggiunto prima, circa 200, segno, questo, di grande interesse e partecipazione alla vita della Lega navale di Crotone. Il numero del neo consiglio direttivo, inoltre, è stato portato da 7 a 9. E’ stato riconfermato tutto il consiglio direttivo uscente, più tre nuovi arrivi, rappresentati da tre giovani, uno dei quali, per la prima volta, è una donna. Obiettivo era quello di realizzare un vero ricambio generazionale e direi che ci siamo riusciti in pieno”.

Ecco, qui, di seguito i nomi e le cariche del nuovo direttivo eletto: Giovanni Pugliese, presidente, eletto con 150 voti, Maria Renata Geremicca, direttore sede sociale, voti 127, Giovanni Liotti, segretario, voti 117, Adolfo Stigliano, voti 115, direttore banchina, Giorgio Aloisio,voti 107, rapporti c/istituz. e regolamento interno, Vincenzo Sisca, voti 106, tesoriere, Bonaventura Pugliese, voti 101, vice presidente, Nikola Drmac, voti 93, consigliere sport, Elio Siniscalchi, voti 72, consigliere sportivo. Composizione del collegio dei revisori dei conti: Alfredo Vitale, voti 123, presidente, Giancarlo Crugliano, voti 118, membro effettivo, Luigi Saccà,voti 79, membro effettivo, Andrea Valenti, voti 73, supplente. Composizione del collegio dei probiviri: Salvatore Digiorgio, voti 106, presidente, Fausto Tricoli, voti 97, membro effettivo, Dionigi Federico, voti 80, membro effettivo, Salvatore Manica, voti 73, supplente.

16/03/2011

Interzonale Optimist, dal 18 al 20 marzo a Crotone velisti da cinque regioni del Sud Italia

Dal 18 al 20 marzo 82 giovani velisti, nati dal ’96 al ’99, si sfideranno nelle acque antistanti la città di Crotone per la selezione Interzonale Optimist valida per le qualificazioni agli europei e ai mondiali. L’importante evento sportivo, promosso dalla Lega navale di Crotone, in collaborazione con Coni, Regione Calabria, Provincia e Comune di Crotone e Fiv, Federazione italiana vela, è stato illustrato questo pomeriggio nel corso di una conferenza stampa svoltasi presso la sede locale della Lni. “La regata velica – ha spiegato Venturino Pugliese, vicepresidente della Lega navale di Crotone e consigliere nazionale Fiv – si svolgerà per tre giorni. Gli atleti impegnati saranno 82 provenienti da Calabria, Puglia, Campania, Sicilia e Abruzzo.

I velisti si misureranno ogni giorno in tre prove. Al termine delle 9 prove complessive sarà stilata la classifica generale. I primi 25 atleti accederanno alla fase nazionale. Chi passerà la selezione nazionale conquisterà l’accesso ai mondiali e agli europei”. Dal 18 al 20 marzo, in tutto, sono quattro le Interzonali Optimist che si terranno In Italia, in contemporanea: a Crotone, a Vada, in provincia di Livorno, a Monfalcone (Trieste) e Mandello Dellario.
“Il presidente dell’Aico (Associazione italiana classe Optimist), Norberto Foletti – ha aggiunto Pugliese – è stato ben lieto di riconfermare questo evento a Crotone. Già nel 2007 la città di Pitagora era stata investita per lo stesso importante evento. Abbiamo dimostrato di essere capaci di gestire grosse manifestazioni di questo tipo”. “Abbiamo raccolto la fiducia degli enti – ha sottolineato Giovanni Liotti, segretario della Lni di Crotone – per organizzare tali eventi, segno che, fin qui, abbiamo lavorato bene”.

Alla Interzonale Optimist di Crotone parteciperà anche la flotta calabrese. In acqua a difendere i colori della nostra regione ci saranno gli skipper della Lega navale di Crotone Samuel Sacco e Ghasemiadeh Esfahahi Dariusa, con la delegazione più nutrita, Rosalba Giordano, del circolo velico di Reggio Calabria e Antonino Laganà, dell’associazione “Pasquale Chillà” di Reggio Calabria. La formazione più numerosa di atleti proviene, invece, dalla Sicilia, che partecipa alla regata con ben 30 atleti. All’interno della manifestazione, giorno 19 alle ore 18, sarà in visita alla Lega navale di Crotone il presidente nazionale della Fiv, Carlo Croce, che incontrerà i presidenti dei circoli della VI zona.

Hanno partecipato alla conferenza stampa anche Maria Renata Geremicca, direttore sede sociale, Adolfo Stigliano, direttore banchina, Vincenzo Sisca, tesoriere, tutti membri del direttivo della Lni di Crotone.

20/03/2011

Interzonale Optimist, vince il velista napoletano Luigi Michelini

Dopo due giornate intense di mare alla fine l’ha spuntata Luigi Michelini, del Reale Yachting club di Napoli, che si è classificato primo alla selezione Interzonale Optimist valida per le qualificazioni agli europei e ai mondiali, che si è tenuta a Crotone. Nelle acque della città di Pitagora, come si ricorderà, dal 18 al 20 marzo, 62 giovani velisti, nati dal ’96 al ’99, provenienti da Calabria, Puglia, Campania, Sicilia e Abruzzo, si sono sfidati per conquistare il pass utile alla fase nazionale. A conquistare l’accesso alla fase nazionale in tutto sono stati 25. Dal 18 al 20 marzo sono state quattro le Interzonali Optimist che si sono tenute in Italia, in contemporanea: a Crotone, a Vada, in provincia di Livorno, a Monfalcone e Mandello Dellario.

I velisti si sono misurati ogni giorno in tre prove. Sono state disputate sei prove, quelle previste per oggi, domenica, sono state annullate a causa di un’allerta meteo della Capitaneria di porto che annunciava burrasca. Così questa mattina, nella sede della Lega navale di Crotone si sono svolte le premiazioni.
Al primo posto si è posizionato Luigi Michelini, del Reale Yachting club di Napoli, al secondo posto Francesca Noè, del circolo tennis e vela di Messina, al terzo posto, Pietro Graceffa, circolo nautico Punta Piccola, di Agrigento. Tra i primi 25 velisti che hanno conquistato l’accesso alla fase finale spicca il predominio degli atleti campani e dei siciliani, quest’ultimi hanno partecipato alla Interzonale con la formazione più numerosa, circa 30 atleti. L’importante evento sportivo è stato promosso dalla Lega navale di Crotone, in collaborazione con Coni, Regione Calabria, Provincia e Comune di Crotone e Fiv, Federazione italiana vela. La macchina organizzativa della Lni di Crotone ha funzionato alla perfezione anche stavolta. Già nel 2007 la città di Pitagora era stata investita per lo stesso importante manifestazione ed ha dimostrato di essere capace di gestire grosse iniziative di questo tipo. “La vela – ha spiegato il presidente della Lni di Crotone, Giovanni Pugliese – non è solo agonismo ma anche partecipazione. Per questo voglio ringraziare i genitori degli atleti partecipanti, senza i quali non avremo ottenuto questo successo”.

“In questi giorni – ha dichiarato Fabio Colella, presidente della VI Zona – è nata una collaborazione ancora più stretta con il circolo di Crotone e, in futuro, in questa città ci saranno importantissimi raduni”. “Per quanto riguarda il lato strettamente tecnico – ha aggiunto Venturino Pugliese, vicepresidente della Lni di Crotone – alla regata hanno partecipato velisti di alto livello. Tutto si è giocato al rush finale”. Soddisfazione per l’Interzonale è stata espressa anche da Fabrizia Torchia, delegata della classe Aico, che ha sottolineato la buona performance dei velisti della Lni di Crotone, Samuel Racco e Ghasemzadeh Esfahani Dari, impegnati per la prima volta in una regata così importante, e che si sono posizionati rispettivamente 34° e 42°. Ecco di seguito l’elenco dei 25 velisti che hanno conquistato l’accesso alla fase nazionale: Luigi Michelini, del Reale Yachting club di Napoli, primo, Francesca Noè, del circolo tennis e vela di Messina, seconda, Pietro Graceffa, circolo nautico Punta Piccola, di Agrigento, terzo, Ugo Pace, del circolo tennis e vela di Reggio Calabria, quarto, Francesco Papapicco, della Lni di Bari, quinto, Alfredo Desiderio, Lni di Castellammare, sesto, Alberto Borghese, Lni di Napoli, settimo, Simone Rotili, Lni di Napoli, ottavo, Sveva Gull, Lni di Napoli, nona, Piersimone Sanfilippo, circolo nautico Catania, decimo, Giorgio Visocchi, circolo nautico Posillipo, 11°, Vito Terminello, circolo nautico Catania, 12°, Vito Messina, circolo velico Marsala, 13°, Riccardo Bonomo, circolo vela Palermo, 14°, Carlotta Cascio, circolo nautico Punta Piccola (Agrigento), 15°, Guido Fiorillo, circolo nautico Posillipo, 16°, Alessia De Vita, circolo velico Ondabuena Taranto, 17°, Francesca Tanzarella, circolo velico Bari, 18°, Mattia Ricci, Lni Pescara, 19°, Ugo Zunardi, circolo velico Punta Piccola Agrigento, 20°, Nicola Smargiassi, circolo nautico Vasto, 21°, Antonio Mocci, circolo velico Bari, 22°, Fabrizio Tamma, Lni Bari, 23°, Andrea Antonaci, Lni Bari, 24°, Piero Iozzia, circolo velico Kaukana Santa Croce Camerina.

19/03/2011

Carlo Croce, presidente nazionale Fiv: “In Calabria grande passione ed entusiasmo per la vela”

“C’è grande entusiasmo e passione per la vela in Calabria, soprattutto tra i giovani”. E’ questo il dato che ha colpito di più il presidente nazionale della Fiv, Carlo Croce, oggi pomeriggio a Crotone, in visita presso la sede della Lega navale, in città per incontrare i presidenti dei circoli velici della VI zona, Calabria e Basilica. Il vertice è stato l’occasione per discutere dello statuto della Fiv che sarà approvato nel mese di aprile, a Napoli. “E’ la prima volta che vengo in Calabria – ha spiegato Croce – e sono rimasto molto impressionato dall’entusiasmo e dalla passione che c’è intorno alla vela e dalla sede magnifica della Lega navale di Crotone. In Calabria, e, in particolare, a Crotone, avete un mare meraviglioso. Tutte queste cose hanno determinato per la vela calabrese un momento di grande popolarità tra i giovani”.

“La visita del presidente Croce è molto importante per noi – ha dichiarato Fabio Colella, presidente della VI zona – oggi è qui per toccare con mano lo stato dell’arte della vela in Calabria. Contiamo 24 circoli, per un totale di 4100 tesserati, ed è una situazione in continua evoluzione. L’interesse verso questo sport sta crescendo tantissimo in Calabria ed in più si coniuga con il turismo e può contribuire al rilancio del mare e delle nostre coste”. In questi giorni, infatti, Crotone è l’esempio pratico di questo binomio vela – turismo. Fino a domani 82 giovani velisti, nati dal ’96 al ’99, si sfideranno nelle acque antistanti la città di Crotone per la selezione Interzonale Optimist valida per le qualificazioni agli europei e ai mondiali. L’importante evento sportivo è promosso dalla Lega navale di Crotone, in collaborazione con Coni, Regione Calabria, Provincia e Comune di Crotone e Fiv, Federazione italiana vela. ” La manifestazione sportiva di oggi – ha aggiunto Colella – è un ottimo spot per far conoscere la città”. “Ancora una volta – ha osservato Giovanni Pugliese, presidente della Lega navale di Crotone – la macchina organizzativa della Lni di Crotone è scesa in campo. Soci e volontari sono in mare per dare il loro supporto logistico alla sicurezza dei giovani velisti impegnati nella regata”. “Siamo molto onorati della visita di Croce – ha concluso Venturino Pugliese, vicepresidente della Lega navale e consigliere nazionale Fiv – è la prima volta che un presidente nazionale della Fiv viene in Calabria”.

11/05/2011

Gara di Pesca Sociale

Si e’ svolta domenica 8 maggio nelle acque antistanti la citta’ di crotone la gara sociale di pesca sportiva della lega navale italiana sez. di crotone.
I 21 equipaggi che hanno partecipato alla gara hanno preso il mare alle ore 7,00 dal porticciolo della lega navale e continuato la gara fino alle ore 12,30 come da regolamento, le condizioni del mare sono state ottimali, consentendo il regolare svolgimento della gara e la cattura di numerose prede che sono state utilizzate per la preparazione del tipico piatto crotonese “u quadaru” che i soci hanno gustato nel salone della sede.

La gara era libera nella tecnica pertanto si e’ pescato sia a traina che a bolentino, ma la classifica ha dato ragione ai soci che hanno scelto quest’ ultima tecnica , infatti la presenza , nel sottoscosta, di numerosi banchi di “pagello bogaraevo ” ha consentito numerose catture.
Questa la classica al termine delle 6 ore di gara:

1° Classificato : ‘RIFATAMI’ – TRICOLI FAUSTO, CUSATO ANTONIO, LIVANI PIETRO – PUNTI 16.540

2° Classificato : ‘LORY’ – GUARINO OSVALDO, SACCA’ LUIGI, GUARINO IVAN – PUNTI 11.470

3° Classificato : ‘OPEN’ – DI MAIO NICOLA, GENTILE CARLO, GENTILE CARLO – PUNTI 11.060

La premiazione si e’ tenuta in serata, nei locali della sede della lega navale italiana, con la consegna di premi offerti dallo sponsor unico della manifestazione “framir” che , sempre vicino alle iniziative della sezione, ha permesso la premiazione oltre che del podio anche del 4° e del 5° classificato.
Nell’occasione il presidente della lega navale italiana di crotone, dott. Giovanni pugliese, nel ringraziare i soci intervenuti ed in particolare quelli che si sono impegnati nella buona riuscita della manifestazione, ha dato appuntamento agli appassionati di pesca sportiva per il 29 di maggio quando si terra’ la prima selezione provinciale f.i.p.s.a.s. di traina costiera.

23/05/2011

In crescita i velisti della Lega navale di Crotone

Crotone. Buona prestazione dei velisti della Lega navale di Crotone alla selezione zonale Optimist valida per le qualificazioni al Campionato italiano Optimist. La regata, che ha visto 34 partecipanti provenienti dalla VI Zona, Calabria e Basilicata, si è tenuta oggi, nello specchio d’acqua antistante la città di Crotone. Al termine delle prove, caratterizzate da condizioni meteo variabili e da mancanza di vento, ottimi sono stati i risultati dei velisti pitagorici, allenati da Massimo Racco. Nella categoria cadetti ha vinto Milo Cutrupi, del circolo velico di Reggio Calabria. Al secondo posto, Giuseppe Congi, della Lni di Crotone; al terzo posto Nicolò Bellassai, sempre della Lni di Crotone. Per i cadetti, nati nel 2002, l’ha spuntata Andrea Milano, arrivato primo, seguito da Demetrio Sposato, secondo, entrambi skipper della Lega navale di Crotone. Per i laser 4.7 ha vinto Samuel Tarantino, del circolo velico di Reggio Calabria, alle sue spalle, secondo, Leo Bellassai, della Lega navale di Crotone, terzo, invece, Alberto Laganà, del circolo nautico di Reggio Calabria.

“Registriamo un trend di crescita dei nostri atleti – ha sottolineato Venturino Pugliese, vicepresidente della Lega navale di Crotone e presidente del comitato di regata – soprattutto per quanto riguarda il livello tecnico che permette loro di affrontare qualsiasi condizione meteo”. La regata di oggi è valida, oltre che come selezione per il Campionato italiano, anche per la Coppa del Presidente, per la Coppa Calabria Basicata e Primavela.
Nella giornata di ieri, sempre a Crotone, si è svolto il raduno per gli under
16: “E’ stato un successo – ha osservato Valentina Colella, coordinatrice tecnica regate under 16 della VI zona – sia per l’accoglienza che per le condizioni atmosferiche che hanno consentito di effettuare esercizi in mare particolarmente impegnativi. E’ stato un raduno valido sia dal punto di vista tecnico che della socializzazione”. A supportare i partecipanti alla regata di oggi era presente anche Fabrizia Torchia, delegata Aico di Zona.

31/05/2011

Sabato fa tappa a Crotone la “Staffetta Nautica” per l’Anniversario dell’Unità nazionale

Sabato, 4 giugno, la tappa crotonese della “Staffetta nautica”. Si tratta di una iniziativa promossa da UnionCamere, da Assonautica Italiana e dal Comando generale del Corpo delle Capitanerie di Porto per il 150° Anniversario dell’Unità d’Italia, e che prevede il passaggio del testimone (una pergamena) tra barche sino a compiere l’intero percorso delle coste nazionali. Il primo percorso della “Staffetta Nautica” è partito il 14 maggio da Trieste e farà tappa a Crotone, alle 11 e 45. Ad accogliere l’imbarcazione con il Tricolore, proveniente da Cariati, ci saranno le autorità cittadine, con il testa il prefetto di Crotone, Vincenzo Panico, i diportisti, gli studenti. Sul Molo sanità si svolgerà la cerimonia di consegna della bandiera dell’evento da parte del presidente di Assonautica italiana  al prefetto di Crotone il quale, a sua volta, apporrà la propria firma sulla pergamena che sta percorrendo tutta Italia. La conclusione della Staffetta Nautica è previsto a Roma il 26 giugno 2011 con la consegna della pergamena al Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.

Domenica, 5 giugno, alle 8, è fissata la partenza del Tricolore alla volta di Roccella Jonica. L’iniziativa è promossa da Unioncamere e da Assonautica italiana in collaborazione con la Camera di commercio di Crotone e con la Lega navale di Crotone. “La Staffetta Nautica – ha spiegato Giuseppe Pugliese, consigliere e membro della Camera di commercio di Crotone – risponde ad obiettivi istituzionali e promozionali per Unioncamere e per le Camere di Commercio e contribuisce ad affermare il ruolo del Sistema camerale come motore e collante dello sviluppo economico del sistema paese, attraverso il coinvolgimento delle Camere di Commercio nella valorizzazione e sensibilizzazione degli operatori delle filiere del mare. Siamo orgogliosi di poter partecipare ad una iniziativa che sottolinea l’importanza del “Sistema Mare” come momento fondante e significativo dell’Unità del nostro Paese.”

01/06/2011

Selezione provinciale traina costiera, vince “Nemo”

Crotone.  L’equipaggio di “Nemo” si è aggiudicato il primo posto alla selezione provinciale di traina costiera che si è svolta, nei giorni scorsi, nello specchio d’acqua di fronte Crotone. La prima manche della gara di pesca sportiva, valida come prova per l’accesso alla fase finali del Campionato italiano di traina costiera, è stata organizzata dalla Lega navale di Crotone.

A sfidarsi, nel campo di gara dalla foce del Neto a Capo Cimiti ad una distanza massima dalla costa fissata in tre miglia, gli equipaggi di 10 imbarcazioni del gruppo dilettantistico di pesca sportiva della Lni di Crotone e di quello dello Yachting club di Crotone. “E’ stata la prima volta – ha osservato Elio Siniscalchi, consigliere allo sport, con delega alla pesca, della Lni di Crotone –  che a una gara di questo tipo hanno partecipato gruppi esterni alla Lni di Crotone e che si sono costituiti quest’anno. Segno di un interesse sempre crescente per questa pratica sportiva”.

Gli equipaggi hanno dovuto combattere per aggiudicarsi il pescato in condizioni meteo marine avverse. La caccia grossa è toccata a “Nemo”, dello Yachting club di Crotone, capitanata da Ugo Pugliese, coadiuvato da Luca Pugliese e Giovanni Pelle che hanno vinto anche grazie a una cernia verace di 3 chili e 800 grammi. Secondi sono arrivati Fausto Tricoli, capobarca, Nicola Di Maio e Pietro Livani, equipaggio di “Rifatami”, mentre terzi sono stati Raffaele Cannistrà, capobarca, Andrea Valenti ed Elio Siniscalchi per “Vittoria”. Gran parte del pescato è stato costituito da pesce azzurro, per lo più alletterati e sgombri. Al termine della manifestazione si è tenuta una cena nei locali della Lega navale di Crotone, alla quale hanno partecipato sia i membri del gruppo pesca che quelli del gruppo vela, impegnati lo stesso giorno in una regata di vela d’altura. La seconda manche della selezione provinciale di traina costiera si terrà il prossimo ottobre.

09/06/2011

“Un mare di prevenzione”, l’11 e il 12 giugno a Crotone la regata de cuore per la Lilt

Crotone. “Un mare di prevenzione” per la Lilt, Lega italiana per la lotta contro i tumori. Sabato 11 giugno e domenica 12 si terrà a Crotone la regata del cuore. La Lega navale di Crotone e di Le Castella, in collaborazione con la sezione provinciale della Lilt, insieme per un’iniziativa di solidarietà. La regata si disputerà in due prove, la prima di navigazione tra la città di Crotone e Le Castella sabato 11 giugno, la second, nelle acque antistanti Le Castella, domenica 12 giugno su un percorso a bastone.

Nel dettaglio, il programma prevede la prima prova di navigazione 11 giugno con inizio alle ore 12. Skipper breef ore 10.30 presso la sede della Lni di Crotone, Spaghettata all’arrivo a Le Castella. La seconda prova a bastone, in calendario è per il 12 giugno alle ore 12. La premiazione appena dopo la fine della regata a bastone presso la sede della Lni di Le Castella. Sono ammesse alla partecipazione tutte le imbarcazioni a vela. Al momento della iscrizione i partecipanti avranno la possibilità di iscriversi alla Lilt, dando così il proprio contributo a favore della lotta contro i tumori.

“C’è un filo rosso tra lotta ai tumori, rispetto per il mare e l’ambiente e praticare lo sport, come la vela- ha spiegato Damiano Falco, presidente provinciale della Lilt – è scientificamente dimostrato che per prevenire il cancro bisogna adottare corretti stili di vita in ambiente sano. Vela e beneficienza si materializzano nel mare di Crotone con la regata del cuore.
Ancora una volta abbiamo creato una sinergia positiva, in questo caso con La Lega navale di Crotone e Le Castella, per portare avanti il nostro impegno nel territorio”.

17/06/2011

Pescatori in erba

Pesca grossa durante i corsi di pesca
sportiva della Lega Navale
con ‘Capitan Fausto’!

Giorno 15 giugno nella battuta pomeridiana
di pesca sportiva, gli allievi di Capitan Fausto hanno catturrato un ‘alletterato’
di circa 10 chili.
Complimenti ai ragazzi…. e speriamo nel bis.

05/07/2011

Regata velica a Reggio Calabria, brillano gli skipper della Lega navale di Crotone

Crotone. Ottima performance  dei velisti della Lega navale di Crotone alla due giorni di regata svoltasi a Reggio Calabria lo scorso weekend. La flotta pitagorica, allenata da Massimo Racco, approdata sulle acque dello Stretto, accompagnata dal vicepresidente della Lni di Crotone, Venturino Pugliese e da Davide Mangano, non è di certo tornata a casa a mani vuote. Il vivaio dei velisti crotonesi è in fase di crescita continua e i risultati non tardano a vedersi. Nella classe Laser Radial, che ha visto i regatanti impegnati in due giorni di prove, si è distinto Giacinto Tesoriere che, nella prima giornata di regate, ha incassato un terzo posto.

Domenica è andata meno bene per l’atleta pitagorico che al termine della selezione della ranking list, utile per poter partecipare al Campionato italiano, si piazzava ottavo. Nella classe 4.7 da segnalare le ottime prestazioni dei crotonesi Leo Bellassai e Angela Paletta, in classifica generale rispettivamente al 12° e 6° posto. Ma l’exploit dei velisti della Lega navale di Crotone si è avuto negli Optimist, categoria Cadetti, dove i pitagorici hanno letteralmente fatto man bassa. Al primo posto si è classificato Giuseppe Congi, che ha anche riconquistato il Trofeo Calabria Basilica, che dopo un anno, torna a casa. Al terzo posto si è classificato Matteo Verri, al quarto Nicolò Bellassai. Per la classe Optimist  Juniores primo posto di Samuel Sacco della Lega Navale di Crotone, che, grazie a questo risultato, conquista l’accesso al Campionato nazionale Optimist. Sempre per la classe Optimist  Juniores  da segnalare il quarto posto di Dariush Ghasenzadeh e il sesto posto di Sean Cuomo. La coppa Primavela per partecipanti dell’anno
2002   è andata ad Andrea Milano della Lega navale di Crotone.

Le condizioni di mare e di vento sono state determinate da un vento da nord- ovest con intensità di 7-10 nodi. La giornata di domenica 3 luglio ha invece visto il cambiamento delle condizioni meteo con un vento debole da Sud-est  che è soffiato per tutta regata con intensità 3-7 nodi e favorendo i concorrenti più leggeri .
La premiazione si è conclusa al Circolo Velico Reggio con un’atmosfera gioiosa,  alla presenza del Consigliere Federale Venturino Pugliese e del Presidente della VI Zona, Fabio Colella e della responsabile del Gruppo under 16, Valentina Colella.  “Siamo molto soddisfatti – ha dichiarato Venturino Pugliese – della prestazione dei nostri atleti che stanno mantenendo un trend di crescita in positivo”. Alla regata di Reggio Calabria hanno partecipato circa 50 velisti provenienti da Reggio Calabria, Crotone e Soverato. “Non era mai successo prima – ha osservato Pugliese – di riuscire a organizzare una manifestazione con un così alto numero i partecipanti tutti calabresi, segno che l’amore e l’avvicinamento dei ragazzi alla vela è in continuo aumento”.

12/07/2011

Trofeo “Ugo Pugliese”

Martedì 12 luglio, alle ore 12, presso la sede della Lega navale di Crotone, si terrà la conferenza stampa di presentazione del XXIII Trofeo “Ugo Pugliese”, la storica maratona a nuoto di fondo di 10 chilometri Capocolonna – Crotone, e della dodicesima edizione del Trofeo “Amare il mare”, gara di fondo di nuoto di cinque chilometri dal lido Casarossa a Crotone.

18/07/2011

Trofeo “ Ugo Pugliese”, vince il campano Alessio Sigillo

Alessio Sigillo, classe ’89, delle Fiamme Oro di Napoli, si è aggiudicato il 23° Trofeo “Ugo Pugliese”, gran prix nazionale di fondo da 10 chilometri, da Capocolonna a Crotone, disputatasi nelle acque cristalline dello Ionio ieri pomeriggio. Il nuotatore campano è stato il primo a toccare la riva del molo Sanità, in 1 ora 52 minuti e 13, 3 secondi, riuscendo a strappare il titolo all’atleta bolognese Filippo Pupulin, che lo deteneva da due anni consecutivi e che era il naturale favorito. Ma sono state le atlete in rosa a dare battaglia in questa ventitreesima edizione della maratona a nuoto Capocolonna – Crotone. Per un soffio, Sigillo ha tagliato il traguardo a colpi di bracciate, spuntandola su due agguerritissime nuotatrici: Fabiana Lamberti, classe ’89, delle Fiamme oro Napoli, e Alessandra Romiti, classe ’82, della Marina militare Cs nuoto, arrivate rispettivamente seconda e terza.

Anche quest’anno, come capita da dodici anni a questa parte, al Trofeo “Pugliese”, si è accompagnata la manifestazione non agonistica “Amare il mare”, gara di fondo da cinque chilometri dal lido Casarossa al molo Sanità. Qui, a vincere il trofeo è stato il catanzarese Davide Gualtieri, classe 1997, del gruppo Pol Catanzaro, seguito dal crotonese Davide Pirozzi, della Kroton nuoto, giunto secondo, e da Ciro Cerqua, della Nantes club masters Napoli, arrivato terzo. L’atleta più giovane è stata Cecilia Iacometta, 10 anni, della Salaria nuoto, che si è cimentata per la seconda volta in questa gara, mentre quello più anziano è stato Antonio Pignata, 71 anni, della Kroton nuoto. “Anche quest’anno . ha sottolineato Giovanni Pugliese, presidente della Lega navale di Crotone – la macchina organizzativa ha funzionato alla perfezione. Un ringraziamento particolare alle forze dell’ordine e ai volontari della Lni che in acqua hanno dato supporto logistico agli atleti. L’anno prossimo, in concomitanza con le Olimpiadi, apporteremo numerose novità al Trofeo “Pugliese” dal punto di vista agonistico”. Le due manifestazioni sono promosse dalla Lega navale di Crotone e dalla Fin, Federazione italiana nuoto in collaborazione con Kroton nuoto. “Sono rese possibili – ha aggiunto Pugliese – grazie alla sinergia con Area marina protetta, Provincia, Comune, Banca popolare del Mezzogiorno, Yachting club Crotone, Capitaneria di Porto e Forze dell’ordine. A dare supporto logistico agli atleti dal Lido Casarossa, l’imprenditore Francesco Graziani e Enzo Colosimo, al nostro fianco da sempre”. “Anche quest’ anno – ha concluso Daniele Paonessa, presidente regionale della Fin, Federazone italiana nuoto – siamo molto soddisfatti del successo della manifestazione che, ormai, è diventata un classico dell’estate crotonese”.

21/07/2011

Trofeo “Mirabilandia”

Buona la performance dei giovani skipper crotonesi  al Trofeo “Mirabilandia”, il raduno nazionale cadetti di Cervia, che dal 14 al 17 luglio ha portato alla Città del Sale quasi 300 baby timonieri per la regata U-10 più importante d’Italia. Un giro complessivo di quasi 5000 presenze tra tecnici, accompagnatori e i protagonisti delle appassionanti sfide in acqua disputate al largo del litorale di Cervia e Milano Marittima. La flotta crotonese, composta da Matteo Verri, Attilio Ioppoli, Andrea Milano e Demetrio Sposato, si è distinta soprattutto nella classe Optimist raduno 2002, dove il giovanissimo Andrea Milano per un soffio ha mancato il podio, classificandosi al quarto posto, mentre Demetrio Sposato è arrivato 12°. Nella classe Optimist cadetti 2000, invece, Matteo Verri, si è piazzato al 78° posto e Attilio Ioppoli all’ 86°.

“Si è trattato di regate tecniche – ha commentato Venturino Pugliese, vicepresidente della Lega navale di Crotone – i nostri velisti, ancora alle prime esperienze, stanno già dimostrando un’ottima preparazione atletica conseguendo importanti risultati. Tutto il gruppo è in costante crescita e siamo soddisfatti per il lavoro svolto dai nostri ragazzi”.
Alla tre giorni di regate i velisti pitagorici si sono confrontati con quasi 300 timonieri U-10 provenienti da tutta Italia che hanno partecipato alla decima edizione del Raduno Nazionale di Cervia. Nei tre giorni di regate, cinque le prove disputate: tanto sole e vento salterino hanno caratterizzato l’
intero svolgimento della manifestazione. Le prove si sono svolte  su percorso a bastone per i giovanissimi anno 2002 e a quadrilatero per i nati 2000 -2001..
Premiati i primi 5 classificati e la prima femmina di ogni categoria. Per la Lega navale di Crotone è stato premiato Andrea Milano, classificatosi al quarto posto nei cadetti del 2002.

09/08/2011

Memorial “Chilà” e Trofeo “De Grazia”, sul podio i velisti della Lega navale di Crotone

Crotone. Continua senza sosta il trend positivo dei velisti della Lega navale di Crotone. A tenere alti i colori della vela pitagorica sono stati gli skipper Samuel Sacco e Andrea Milano, che, nello scorso weekend a Reggio Calabria, hanno fatto incetta di premi e coppe nel corso di due importanti manifestazioni sportive: il memorial “Pasquale Chilà”, disputatosi domenica scorsa, e il terzo trofeo “Natale De Grazia”, svoltosi nella giornata di sabato. In entrambe le regate i velisti della Lega navale di Crotone sono riusciti a conquistare il podio. Nel Trofeo “De Grazia”, nella categoria Optimist cadetti 2002, Andrea Milano è arrivato secondo, mentre Samuel Sacco, negli Optimist juniores, ha stracciato tutti, arrivando primo. Il Terzo trofeo ” Natale De Grazia”, organizzato dal Circolo Velico Reggio si è disputato, sabato 6 agosto, nelle acque antistanti a Gallico caratterizzato da una giornata con venti leggeri e con l’entrata, prevista dal meteo, di venti da Sud-est di poca intensità. Numerose le imbarcazioni provenienti non solo da Reggio ma anche dalla Lega Navale di Crotone.

La regata è stata caratterizzata da uno slogan ” A vela contro tutte le mafie” ed è voluto essere un impegno che lo sport dà sul campo alla volontà civile di riscatto della nostra terra e la maniera più appropriata per ricordare l’impegno di un regatante e di un uomo delle istituzioni. Domenica scorsa, a Catona, si è svolto, invece, il Memoria “Chilà”. Anche qui, ottima la performance degli atleti crotonesi, con Andrea Milano al terzo posto, nella categoria Optimist cadetti 2002, e Samuel Sacco, secondo, in quella Optimist juniores. Nella flotta della Lega navale di Crotone c’era anche Giacinto Tesoriere a gareggiare nei Laser 4.7. Le regate di Reggio Calabria sono appuntamenti di preparazione in vista dei campionati nazionali di categoria che si terranno a settembre a Venezia e i risultati conseguiti dai timonieri della Lni di Crotone fin qui lasciano ben sperare per il futuro. Il vivaio della vela crotonese ha partecipato, inoltre, nei giorni scorsi anche alla Coppa AICO sul lago di Bracciano, valida come quarta prova della Volvo Cup 2011. Ben 300 i giovani velisti in regata. La Coppa AICO (Associazione Italiana Classe Optimist) comprende anche la Coppa AICO “Rosa”, per la classifica al femminile, la storica Coppa Touring, per la classifica dei Cadetti (i più giovani in gara), ed è valida quale quarta tappa della Volvo Cup 2011. Tra gli juniores Samuel Sacco si è posizionato 66°, mentre Sean Cuomo 165°. Nella Coppa Touring, su 125 partecipanti, i crotonesi Giuseppe Congi e Matteo Verri sono arrivati rispettivamente 70° e 102°.

29/08/2011

Concerto di solidarietà

Artisti per l’ambiente, un successo l’iniziativa benefica a favore della casa rifugio per i cani abbandonati Crotone. Sold out alla Lega navale di Crotone per il concerto di solidarietà a favore della Lega per la difesa del cane. Ieri sera, nel piazzale della Lni di Crotone, nella suggestiva location del Molo sanità, in tanti hanno risposto all’ appello per la raccolta fondi per la realizzazione di una casa rifugio per i cani abbandonati. Tutto esaurito per la seconda edizione di “Artisti per l’ ambiente” iniziativa benefica messa in piedi dalla sezione provinciale della Lega per la difesa del cane. A sposare, in primis, l’idea la Lega navale di Crotone. “Abbiamo aderito a questa iniziativa con entusiasmo – ha detto il presidente della Lega navale di Crotone, Giovanni Pugliese – supportare manifestazioni come questa fa parte del nostro programma sociale. Questo è il primo di una serie di eventi socio culturali che porteremo avanti da qui in poi. Tutto è stato possibili grazie alla solidarietà di tanti amici che hanno messo a disposizione di questa causa la loro professionalità”.

Tanti gli artisti sul palco per la casa rifugio per i cani abbandonati: Sergio Cammariere, Valeria Nicoletta, il trio jazz Raffaele Zumpano (Daviano Rotella, Giovanni De Sossi e Raffaele Zumpano), Sabrina Zumpano. Nel corso della serata anche un momento dedicato alla moda. La modella Giada Arcuri ha sfilato con un abito di Charlie boutique, con una collana di Bisceglie 1896 gioiellieri, messa in palio per la riffa di beneficienza, e con acconciatura e make up de L’ideale di Piera. “Siamo molto soddisfatti di questa iniziativa – ha spiegato Patrizia Taverniti, presidente provinciale della Lega per la Difesa del cane che ha promosso la serata insieme a Rosa Maria Cozza, del direttivo dell’associazione – il primo finanziatore dell’idea della casa rifugio per i cani abbandonati è l’ Istituto Sant’Anna e speriamo che altri appoggino questo nostro progetto. Il nostro è un territorio giovane dove i diritti per gli animali non sono tutelati abbastanza, quindi, è necessario svolgere un’opera di sensibilizzazione”.

Tra i tanti artisti accorsi per supportare questa iniziativa benefica anche il cantautore crotonese Sergio Cammariere, in città, per qualche giorno per una breve vacanza: “Quando gli amici chiamano è difficile dire di no. Già nel mio dna familiare c’è una sensibilità particolare per gli animali. Mio cugino Rino Gaetano fu il primo a portare cani negli studi televisivi. Io convivo con quattro gatti”.

25/10/2011

Selezione zonale laser, predominio assoluto dei velisti reggini

Crotone. Domenica scorsa nelle acque di Crotone i padroni del vento sono stati i velisti reggini che hanno dimostrato un netto predominio nella selezione zonale laser. Gli skipper del circolo velico di Reggio Calabria hanno conquistato, quasi totalmente, i gradini del podio della regata sia nella classe laser radial che in quella 4.7.

A salvare i colori della Lega navale di Crotone è stato Giacinto Tesoriere che nella scalata alla classifica laser radial ha strappato un terzo posto ai rivali della città dello Stretto.

La selezione zonale, tenutasi domenica, è stata l’ultima valida per creare la ranking list che consente l’accesso all’Italia cup che si terrà a Taranto la settimana prossima. Nonostante le cattive previsioni meteo, sono state disputate due prove. Il vento si è mantenuto tra i 4 e i 2 nodi. Al termine della gara ecco le classifiche: per i laser radial al primo posto Francesco Ielo, al secondo posto Giuseppe Giordano e al terzo il crotonese Giacinto Tesoriere; per i laser 4.7 egemonia assoluta dei reggini sul podio, al primo posto Salvatore Tarantino, al secondo posto Rosalba Giordano e al terzo Demetrio Morabito.
Al termine della regata nei locali della Lega navale di Crotone si è tenuta la cerimonia di premiazione dei vincitori. A premiare il veterano velista della Lni di Crotone Tesoriere è stato uno dei più giovani skipper pitagorici, Samuel Sacco, quasi un simbolico e augurale passaggio di testimone tra la vecchia e la nuova leva della vela crotonese. Ora gli occhi sono puntati sulla manifestazione velica della settimana prossima a Taranto che vedrà impegnati gli atleti calabresi.

22/12/2011

Winter sailing challenge, ottima prestazione dei velisti della Lega navale di Crotone

Crotone. Continua a crescere la flotta della Lega navale di Crotone e a macinare buoni risultati. L’ultima impresa i velisti pitagorici l’hanno compiuta, nei giorni scorsi, a Monopoli, alla Winter sailing challenge, appuntamento invernale con le regate della classe Laser, a cui partecipano skipper pugliesi e della VI zona, che comprende Calabria e Basilicata. Le regate sono state complessivamente due, una disputatasi l’11 di dicembre l’ altra il 18. In tutto si sono registrati 25 partecipanti per manifestazione..

La flotta della Lega navale di Crotone era presente con sei velisti alla gara dell’ 11 dicembre e con 5 a quella del 18. Per i 4.7: Leo Bellassai, Giuditta Funtò, Bruno Valenti, Domenico Ruperto, Per i radial Giuseppe Gentile e per i Laser standard Giacinto Tesoriere, nella doppia veste di allenatore della squadra Laser e di regatante. Gli atleti crotonesi sono stati accompagnati da Alessandro Giungato, aiuto didattico istruttore, che ha seguito i ragazzi in acqua durante le regate. Le condizioni meteo sono state di vento leggero e mare piatto nella prima gara e di vento medio, 12 nodi, nella seconda manifestazione. La squadra della Lega navale di Crotone ha conseguito ottimi risultati soprattutto nella regata del 18 dicembre. Leo Bellassai ha agguanto un bel secondo posto, mentre Giuditta Funtò si è posizionata al quarto posto e Bruno Valenti al settimo, per i 4.7. Nei radial Gentile è arrivato quinto e, per gli standard, Tesoriere si è classificato sesto, ottenendo così il primo posto nei master.

“La flotta della Lni di Crotone- ha commentato Tesoriere – è in continua crescita. I risultati raggiunti sono più che ottimi se si pensa che queste sono le prime regate a cui i nostri ragazzi partecipano”. “La squadra allenata da Tesoriere – ha concluso Venturino Pugliese, vicepresidente della Lega navale di Crotone – inizia a produrre frutti tant’è che i nostri atleti il 6 e 7 gennaio saranno impegnati in una regata nazionale a cui parteciperanno laseristi di tutta Italia”.

18/07/2012

Vela, Demetrio Sposato conquista il “Meeting Giovanile Cervia” 2012

Crotone. Ancora successi da collezionare per i promettenti velisti della Lega navale di Crotone. Questa volta è toccato a Demetrio Sposato salire sul più alto gradino del podio e portare in alto i colori della vela crotonese e calabrese. Il giovane skipper del Gruppo Vela L.N.I. di Crotone ha vinto l’XI edizione del Meeting giovanile Cervia 2012.

Lo skipper crotonese, in forza alla Sezione di Crotone della Lega Navale Italiana, si è aggiudicato, il prestigioso trofeo dedicato alla Classe Optimist di vela che si è svolto nei giorni 13, 14 e 15 luglio nel tratto di mare di Milano Marittima, in provincia di Ravenna.
Il Trofeo nazionale, organizzato dal Circolo nautico ‘Amici della Vela’ di Cervia, è riservato ai cadetti nati tra il 2001 e il 2003 e rappresenta ormai da anni uno dei più importanti appuntamenti della Classe Optimist Italia. Dedicato alle giovanissime promesse della vela italiana, coinvolge infatti più di trecento atleti oltre i numerosi accompagnatori e tecnici.

Il piccolo velista, nella classe di riferimento (quella dei nati nel 2002), è stato autore di tre prove strepitose. Ha infatti dominato tutte le impegnative regate, caratterizzate da forte vento, piazzandosi due volte primo e una volta secondo e sbaragliando, così, l’agguerrita concorrenza dei 92 partecipanti provenienti da tutta Italia.
Si tratta di un risultato straordinario che premia non solo Demetrio Sposato ma l’intera squadra della Lega Navale di Crotone, portata a questi successi, che si aggiungono alle vittorie ottenute ad esempio nel Trofeo dei Tre Mari, in appena due anni dal coach Massimo Racco, dal direttore sportivo Nikola Drmac e dal vicepresidente della Lni, Venturino Pugliese, uomini di mare che vivono a fianco dei loro piccoli atleti e ne sollecitano la capacità agonistica ma soprattutto lo spirito di squadra.
Il risultato del piccolo Demetrio dà lustro all’attività velica che si volge con continuità a Crotone e negli altri circoli velici della Calabria, i quali, a causa della estrema lontananza dai campi di regata più prestigiosi, si assumono il peso di un calendario agonistico estremamente impegnativo. Il vivaio dei velisti crotonesi è in continua ascesa sia per gli obiettivi centrati che per il numero, in crescita, dei giovanissimi che si avvicinano con sempre più entusiasmo alla vela nella nostra città.
Per il terzo anno consecutivo, infatti, sono attivi presso la Lni di Crotone i corsi di vela estivi dedicati ai piccoli principianti, un serbatoio di risorse in grado, negli anni a venire, di far primeggiare Crotone in uno sport intimamente legato alle eccezionali caratteristiche di questo territorio e che potrebbe diventare, soprattutto nei mesi invernali nei quali al Nord è difficile allenarsi, una meta per i velisti di tutta Europa.

03/06/2012

Lega navale di Crotone, l’Ic “Cutuli” vince la VI edizione del progetto ambientale

Gli alunni dell’Ic Cutuli hanno vinto la sesta edizione del progetto ambientale promosso dalla Lega navale di Crotone, in sinergia con Provincia di Crotone, Area marina protetta “Capo Rizzuto” e Atp di Crotone. In particolare, gli studenti della I H, guidati dalla docente Vittoria Rizzo, sono stati premiati per aver realizzato uno spot pubblicitario sull’Area marina protetta. La cerimonia di premiazione è avvenuta venerdì scorso nell’ambito della manifestazione conclusiva del progetto “Applicazione pratica dell’educazione e della conoscenza dell’ambiente marino dell’Area marina protetta Capo Rizzuto con riprese in diretta dal mare”, rivolto alle scuole elementari, medie che coinvolge gli studenti che hanno un’età dagli 8 ai 13 anni, e che si è tenuta nell’auditorium dell’istituto “Pertini”. Il progetto, come si ricorderà, ha preso il via in autunno con le lezioni teoriche della biologa Stefania Tammaro. Dalla primavera in programma per gli studenti visite all’Aquarium di Isola Capo Rizzuto, uscite con il battello con la chiglia trasparente e in barca a vela alla scoperta delle bellezze dell’Area marina protetta. Nel mese di aprile e maggio, inoltre, si sono svolte due giornate di pulizia delle spiagge e dei fondali marini, una in città e l’altra a Le Castella. L’iniziativa, coordinata dalla Lni di Crotone, si è conclusa venerdì scorso con la premiazione delle scuole che hanno aderito al progetto, in tutto quest’anno sono stati 16 gli istituti che hanno aderito, producendo elaborati, disegni, poesie e audiovisivi sulle tematiche ambientali affrontati dagli studenti in quest’anno.

Hanno partecipato a questa edizione: l’Ic Alfieri, l’Ic Cutuli, l’Ic Rosmini, l’Ic Don Milani, la scuola media Giovanni XXIII, il III circolo, il IV circolo, il Sacro cuore, l’Ic Papanice, l’Ic Don Bosco di Cirò Marina, l’Ic Cotronei, il I circolo di Isola Capo Rizzuto, il II circolo di Isola Capo Rizzuto, lìIc Lamanna di Mesoraca, la direzione didattica di Petilia e l’Omnicomprensivo di Strongoli.
“Questa edizione è stata vinta dall’Ic “Cutuli” – ha spiegato Stefania Tammaro – che ha prodotto un spot pubblicitario sull’Area marina “Capo Rizzuto”, tradotto in francese, spagnolo e tedesco. L’istituto ha deciso di donare lo spot all’Amp, che, a sua volta, si farà carico di diffonderlo per incentivare i ragazzi delle scuole italiane a venire a visitare la riserva marina più grande d’Europa che si trova proprio nel nostro territorio”. A premiare i ragazzi, venerdì, accorsi al “Pertini”, numerosissimi, erano oltre 500, c’erano anche Venturino Pugliese, vicepresidente della Lni di Crotone coordinatore del progetto, il dirigente dell’Amp “Capo Rizzuto”, Antonio Leto e Nilde Megna, dell’Amp “Capo Rizzuto”. Nell’ambito del concorso legato al progetto sono state premiate anche il III circolo, classificatosi al secondo posto, il II circolo di Isola Capo Rizzuto e l’Ic Don Milani, giunti al terzo posto pari merito.

“Ormai il nostro progetto – ha osservato Pugliese – da sei anni a questa parte, rappresenta un appuntamento fisso per gli studenti crotonesi, che vi aderiscono con grande entusiasmo e sempre in maniera più massiccia. I ragazzi sono sempre più motivati a parlare di ambiente e hanno maturato una coscienza ambientale. Quest’anno è stato veramente difficile premiare le scuole, perché i lavori erano tutti davvero validi”.

Soddisfazione per il progetto è stata espressa anche da Leto che, in proposito, ha parlato di iniziativa lodevole e ha annunciato di voler dare continuità all’iniziativa anche per l’anno prossimo

13/09/2012

Campionato Italiano Assoluto Gran Fondo Km 25 di nuoto.

Giorno 7 luglio 2012, si è svolto, organizzato dalla Lega Navale Italiana Sezione di Crotone in collaborazione con la Kroton Nuoto e la Famiglia Pugliese, il 24° Trofeo di nuoto Ugo Pugliese che quest’anno assegnava anche il Titolo di Campione Italiano di Nuoto di Gran Fondo sui km 25.

La partenza è stata data dalla spiaggia vicino al molo sanità, gli atleti e le atlete in gara hanno percorso per due volte il circuito delimitato da boe nel mare antistante Crotone, per poi tagliare il traguardo ancora una volta all’altezza del molo in concessione alla Lega Navale. Il vincitore è stato Simone Ruffini, di Tolentino che bissa il successo ottenuto nella 10 km. il secondo classificato è stato Federico Pirani e il terzo Andrea Bondanini.

Alice Franco, prima arrivata delle donne, dice: “E’ stata una gara bellissima. Non ho mai nuotato in un mare così bello e pulito.” Tutto è andato bene. Viva soddisfazione ha espresso il presidente Giovanni Pugliese per la buona riuscita di una manifestazione bella ma impegnativa che si può svolgere solo grazie alla disponibilità dei soci, sono state, infatti, ben 35 le barche appoggio necessarie per lo svolgimento in sicurezza della manifestazione.

Le premiazioni si sono svolte alla presenza dell’assessore comunale allo sport Claudio Perri, del Presidente della LNI Crotone Giovanni Pugliese e di Daniele Paonessa della Kroton Nuoto. Quest’anno il 24° Trofeo Pugliese, conferito a Ruffini, “grazie a Voi atleti è stato celebrato in modo speciale” ha sottolineato il Presidente Giovanni Pugliese che insieme a Daniele Paonessa ha inteso premiare oltre agli atleti partecipanti anche i giudici di gara ed i cronometristi per il loro fattivo impegno.

20/09/2012

L’Italia in barca a vela – Il mare che unisce

Crotone nel giro dell’Italia in barca a vela – Il mare che unisce, il progetto promosso dal Ministero dell’istruzione, università e ricerca scientifica, con la collaborazione della Federazione Italiana Vela, della Lega Navale Italiana e del comando generale Capitanerie di Porto e l’adesione del Wwf, in partnership tecnica con il circolo nautico di Policoro . L’iniziativa, alla sua seconda edizione, ha fatto tappa ieri in città. Nel tardo pomeriggio di ieri a Crotone sono giunte quattro imbarcazioni con a bordo i ragazzi  dell’ istituto nautico Cappellini di Livorno, dell’Ipseoa Nino Bergese di Genova, del settore economico indirizzo turismo di Castelletto di Brenzone, del liceo scientifico Galilei di Borgomanero, del liceo scientifico Paleocapa di Rovigo, dell’IIS d’Adda di Varallo Sesia e dell’istituto tecnico Vico di Agropoli.

“Il progetto – ha spiegato Franca Falduto, referente regionale Miur per la sicurezza in mare e componente del comitato scientifico nazionale – partito da Trieste e che terminerà a Genova in occasione del salone nautico, prevede otto crociere-scuola della durata di 4 giorni. Gli equipaggi sono composti da uno skipper professionista, un docente accompagnatore e otto studenti di cui uno proveniente dal nautico, che fa formazione in affiancamento allo skipper, e uno proveniente da un istituto professionale alberghiero, incaricato di trasmettere ai compagni nozioni riguardanti la cambusa”. Protagonisti di questo singolare periplo gli studenti delle superiori (a partire dalle classi terze) di 32 istituti di italiani, selezionati da Nord a Sud, Isole comprese, attraverso apposito bando di partecipazione, secondo la tempistica di arrivo.

Anche un gruppo di studenti che frequentano il nautico di Crotone faranno
quest’esperienza: si imbarcheranno il 2 ottobre a Civitavecchia e sbarcheranno all’isola d’Elba.

Ieri pomeriggio le quattro imbarcazioni hanno ormeggiato ai pontili della sezione Lni di Crotone. Hanno ricevuto un cordiale saluto di benvenuto da parte del presidente della Lega navale di Crotone, Giovanni Pugliese, dai membri del direttivo, Renata Geremicca, Adolfo Stigliano e Gianni Liotti. La cerimonia di accoglienza è stata curata dall’Iis Pertini Santoni e dalla consulta provinciale studentesca. Era presente anche Claudio Perri, presidente provinciale del Coni e assessore comunale allo Sport. “Le finalità di questa iniziativa – ha osservato Pugliese – si sposano in toto con quelle della Lega navale: educare all’ambiente, alla salute, allo sport, all’inclusione sociale e scolastica, promuovere interesse, curiosità e conoscenza del mare”. Entusiasti i ragazzi che hanno partecipato al progetto. “E’ stato un viaggio educativo e divertente” ha sottolineato Anna del liceo di Rovigo. “Navigare di notte guardando le stelle è stata un’esperienza davvero emozionante” ha aggiunto Elena, sempre del liceo di Rovigo.

Gli equipaggi sono ripartiti stamani alla volta di Reggio Calabria.

26/09/2012

Tra pesca e vela il saluto della Lega navale di Crotone all’estate

Crotone. La Lega navale di Crotone ha salutato la stagione estiva ormai agli sgoccioli con una serie di iniziative che si sono svolte domenica scorsa nello specchio d’acqua antistante la città di Pitagora. La Lega navale di Crotone è scesa in mare con i suoi equipaggi impegnati in gare di pesca e di vela, per una giornata all’insegna dello sport e dell’amore per l’ambiente. Di prima mattina, intorno alle 6 e 30, si è tenuta la selezione provinciale di traina costiera, che frutta, al primo classificato l’accesso al campionato italiano di questa categoria. La selezione è stata organizzata dal gruppo dilettantistico di pesca sportiva della Lni di Crotone, sotto l’egida della sezione provinciale della Fipsas.

Nelle acque crotonesi si sono dati appuntamento ben 15 equipaggi, segno di una partecipazione crescente verso uno sport che nutre sempre più numerosi proseliti. Hanno partecipato sette equipaggi dello Yachting Kroton club “Gente di mare”, sette equipaggi della Lega navale di Crotone e uno del Kroton tuna club. A vincere la caccia di pesca è stato proprio l’equipaggio del Kroton tuna club, composto da Salvatore Tiano e Giuseppe Perrotta, che grazie a questo risultato rappresenteranno i colori crotonesi al prossimo campionato italiano. Al secondo posto si è piazzato il team dello Yachting Kroton club “Gente di mare”, con Ercole Scerra e Giancarlo Muscò. Al terzo posto la squadra della Lega navale di Crotone con Fausto Tricoli, Andrea Lucisano e Benito Buttiglione. Nel corso della gara sono stati pescati alletterati e tombarelli.

Il giudice di gara è stato Andrea Valenti. Sempre nella mattinata di domenica si è svolta una regata di altura. In tutto sono state otto le imbarcazioni impegnate. La gara è stata caratterizzata da condizioni meteo marine più che ottimali. A vincere è stata l’imbarcazione di Vincenzo Ioppoli, Siloa. Al secondo posto Arsitea di Nino Straticò, e al terzo posto Audrey di Riccardo Proto.  “Con questa regata – ha annunciato Nicola Drmac, direttore sportivo della Lni di Crotone – chiudiamo la stagione estiva, ma siamo già pronti per ripartire con l’attività autunnale  e invernale. Dal mese di novembre, ogni prima domenica del mese, terremo una regata di vela”. “In autunno – ha continuato Giovanni Pugliese, presidente della Lega navale di Crotone – continueremo con le gare di traina d’altura e di pesca amatoriale per appassionati di questo sport. Anche la stagione invernale sarà all’insegna della vela, lo sport di punta della Lni di Crotone, una delle  nostre attività più importanti che ci vede impegnati sia per le grosse imbarcazioni in campo che per la squadra di giovani promesse che stiamo coltivando e che sta dando grossi risultati e soddisfazioni”. Domenica in mare c’era anche il vivaio della vela della Lni dei laser e optimist di Crotone impegnato in un allenamento.

04/03/2013

Trofeo dei tre mari, Andrea Milano (Lega Navale Crotone) domina a Formia

La Lega navale di Crotone domina a Formia. Continua, senza sosta, la scalata dei velisti della Lega navale di Crotone alla conquista del Trofeo dei tre mari. A compiere l’impresa è stato Andrea Milano, giovane e promettente skipper della Lni di Crotone, che si è imposto nella categoria maschile Cadetti della seconda tappa della manifestazione, giunta ormai alla sua quindicesima edizione. All’appuntamento, conclusosi ieri eorganizzato dal Circolo Nautico Caposelehanno partecipato 79 cadetti e 96 Juniores. La prestigiosa regata vede sfidarsi nelle acque di tre mari italiani, Adriatico, Jonio e Tirreno, i migliori skipper del centro sud.

A tenere alti i colori della Lega navale di Crotone c’era una nutrita flotta composta da Andrea Milano e Irene Funtò, nei cadetti, Giuseppe Congi, Nicolò Bellassai e Lorenzo Ruperto, per gli juniores. Ancora una volta i velisti della Lni di Crotone non hanno deluso. Con tenacia e determinazione hanno centrato l’obiettivo e conquistato il podio. La regata si è svolta in una sola giornata. Le condizioni meteo di sabato, 35, 40 nodi di vento, non hanno permesso agli atleti di scendere in acqua e confrontarsi. Domenica, invece, la gara si è svolta regolarmente. Il crotonese Milano non ha lasciato spazio a nessuno. Nelle due prove disputate ha fatto mangiare la polvere ai suoi avversari, totalizzando prima un secondo posto e poi un primo netto, che gli hanno consentito di totalizzare in classifica generale, una vittoria assoluta.

Agli inseguitori, del velista della Lni di Crotone, non è rimasto altro che arrendersi. Per Milano questo successo vale doppio, in quanto si tratta di una riconferma. Già lo scorso febbraio aveva agguantato il secondo posto al Trofeo Optimist Italia Kinder+Sport, tenutosi a Napoli, sfiorando, già in quell’occasione la vetta. A Formia, tre settimane dopo il successo di Napoli, Andrea Milano ha superato se stesso e conquistato il gradino più alto del podio. Un risultato, questo, che premia tutta la scuola vela Optimist della Lega navale di Crotone che in Massimo Racco ha il suo mentore. Racco, che allena da anni gli Optimist della Lni di Crotone, dopo aver portato suo figlio Sergio fino alle Olimpiadi di Atene, ora sta costruendo un gruppo di nuovi talenti che inizia ad imporsi sullo scenario della vela italiana.

Oltre a Milano, nei cadetti, per la Lega navale di Crotone c’era anche Irene Funtò che si è classificata al 46° posto. La classifica juniores, invece, ha avuto in Giuseppe Congi, 36°, il miglior piazzamento tra gli atleti della Lega navale di Crotone. Bellassai, invece, è stato messo ko dall’influenza e non ha concluso la regata, mentre per Lorenzo Ruperto si è trattato di un esordio, in quanto era la sua prima regata importante fuori casa. Il prossimo appuntamento per i velisti della Lni di Crotone con la terza tappa del Trofeo dei tre mari è fissato per il 13 e 14 aprile a Termoli.

06/04/2013

Un mare da pulire

L’Area Marina Protetta ‘Capo Rizzuto’ e la Lega Navale Italiana, sezione di Crotone, annunciano le vincitrici del Concorso “Un mare da pulire&hellip;&hellip;&hellip;” as 2012-2013 che sono : la classe I A (A. Frank) dell’ IC “A. Rosmini” di Crotone e. IV C dell’IC “Don Milani” di Crotone.

Al concorso hanno partecipato nove istituzioni scolastiche di Crotone e provincia elaborando poesie, filastrocche e canzoni dedicate all’ambiente marino. Sabato 6 Aprile gli alunni delle due classi, in presenza dei loro docenti referenti del Progetto, la Prof.ssa Mirella Iritale, Giuseppina Rizzo e Liana Siniscalchi sono stati premiati dal Coordinatore del Progetto Gianni Liotti. Soddisfazione per i loro dirigenti scolastici, il Prof. Giuseppe Alessio Cavarretta e Prof.ssa Ida Sisca che sostengono da anni tutte quelle attività volte a educare e sensibilizzare gli alunni, futuri cittadini, a una maggiore consapevolezza delle risorse ambientali presenti sul territorio e responsabilità verso i problemi ambientali. Gli alunni visiteranno gratuitamente il CEAM Capo Rizzuto (Centro di Educazione Ambientale Marino) ed in oltre avranno la possibilità di vedere la loro filastrocca/poesia pubblicata nelle locandine, appositamente realizzare per la pulizia delle spiagge di Isola di Capo Rizzuto e Crotone, previste rispettivamente il 26 e 29 aprile. Invitiamo tutta la cittadinanza a prenderne parte. Vi aspettiamo!!!

15/04/2013

Trofeo dei Tre Mari, a Termoli Andrea Milano (Lega Navale Crotone) conquista il podio.

Trofeo dei Tre Mari, ancora un successo per la Lega navale di Crotone. Lo skipper Andrea Milano, 11 anni, conquista la terza tappa del Trofeo dei Tre Mari, disputatasi lo scorso weekend a Termoli. Una riconferma assoluta per Milano che ormai è il leader assoluto tra i cadetti della classe Optimist che partecipano alla prestigiosa regata che si snoda sull’ Adriatico, sullo Ionio e sul Tirreno. La manifestazione, giunta alla sua 15/a edizione, si articola in quattro tappe (l’ultima, a Taranto, si svolgerà il prossimo mese di maggio). La prima, come si ricorderà, si è svolta a Napoli, e lì Milano ha agguantato il secondo gradino del podio.

La seconda tappa a Formia ha visto il giovane e promettente velista della Lni di Crotone primeggiare in vetta alla classifica. Successo che si è ripetuto anche a Termoli, sabato e domenica scorsa, dove Milano, sotto la guida del “coach” del gruppo Optimist della Lni di Crotone, Massimo Racco, ha gestito la regata in maniera tattica e con maestria tecnica perfette. Un’affermazione, quella di Milano, che premia sforzi e sacrifici di tutto il gruppo vela della Lega navale di Crotone, la cui linea tecnica e i cui risultai, ormai da 15 anni a questa parte, fanno scuola in Calabria e in tutto il Sud d’Italia. Nel corso di questi anni la vela crotonese ha raggiunto traguardi notevoli, sia a livello nazionale che internazionale, partecipando al mondiale Optimist a Silvaplana nel 2005, e ai mondiali 420 nel 2008 e nel 2009, solo per citare le affermazioni più prestigiose. Milano, con le sue performance, sta continuando a portare avanti questa tradizione.

A Termoli, al Trofeo dei Tre Mari hanno partecipato 160 Optimist provenienti da tutta Italia. Milano, nelle prove disputate, ha totalizzato 5 punti (2, 2, 1) realizzando uno stacco considerevole con gli altri velisti che lo inseguivano in classifica. Al termine della regata la sua bravura considerevole gli ha tributato il plauso dei tecnici presenti, istruttori e team leader, che hanno visto in lui un vero talento. Oltre a Milano la flotta della Lega navale di Crotone era composta da Irene Funtò, che ha gareggiato sempre nei cadetti e che si è classificata al 42° posto. Un risultato di tutto rispetto, quello di Irene, se si pensa che nei cadetti regatano gli atleti nati nel 2002, 2003 e 2004, e che, pertanto, la velista crotonese è tra le più giovani partecipanti. Stesso discorso vale anche per Giuseppe Congi, del 2001, negli juniores, piazzatosi 16°, che concorre con gli atleti nati nel ’98, ’99, 2000 e 2001.

Presente anche Lorenzo Ruperto, alla sua seconda regata importante fuori dal mare di casa, che ha confermato i suoi progressi, continuando la sua ascesa in classifica.
I prossimi appuntamenti per i velisti della Lni di Crotone saranno le selezioni per il Campionato Europeo e Campionato Mondiale a Scarlino, in Toscana e la quarta ed ultima tappa del Trofeo Tre Mari a Taranto.

07/05/2013

La Lega navale di Crotone compie 80 anni, al via le celebrazioni

Ottanta anni di amore per il mare. La Lega navale di Crotone celebra quest’anno il suo compleanno. Nata il 15 agosto 1933, rappresenta una delle sedi più antiche della Lni nel Meridione d’Italia. In quasi un secolo di storia la sezione di Crotone è diventata un valido punto di riferimento per tutte l’attività marinare della provincia pitagorica e della Calabria. Oggi la sede conta oltre 300 soci.

Ha in concessione uno specchio acqueo attrezzato con i relativi pontili galleggianti che ospitano circa 190 imbarcazioni di soci ed una sede sociale importante e prestigiosa. C’è anche la ‘Casa della Vela’ attrezzata per derive, dove istruttori qualificati svolgono la loro preziosa attività di avviamento dei giovani allo sport velico con corsi di iniziazione e perfezionamento. La sezione, nel corso dell’anno, promuove diverse manifestazioni a livello locale e nazionale, oltre che nel campo della vela, anche in quello della pesca sportiva, del nuoto e dell’ecologia, avvicinando, ogni anno, centinaia di studenti crotonesi all’amore e al rispetto per il mare. Per questo 80° anniversario il direttivo della Lega navale di Crotone, guidato dal suo presidente, Giovanni Pugliese, ha pensato davvero in grande.

Mettendo a punto un ricco calendario di eventi per la celebrazione della fondazione della sezione. La cerimonia ufficiale di apertura delle celebrazioni si è svolta lo scorso 26 aprile alla presenza delle massime autorità civili, militari e religiose crotonesi e del presidente nazionale della Lega navale, ammiraglio Franco Paoli che ha dato merito ai soci crotonesi di aver svolto, in questi anni, “un lavoro eccezionale” in linea con lo spirito di servizio della LNI. “Se non si condividono le proprie capacità non si va lontano – ha rimarcato Paoli – bisogna lavorare insieme per superare le barriere“. “La finalità che persegue la Lega navale – ha aggiunto Giovanni Pugliese – è quella della diffusione della cultura e dell’amore per il mare soprattutto tra i giovani”.

Tra le altre iniziative in programma per la celebrazione dell’80° anniversario della Lni di Crotone un concorso letterario su “Crotone tra passato, presente e futuro: il ruolo del porto nell’evoluzione della città”, rivolto agli studenti del terzo e quarto anno delle scuole superiori. I vincitori, oltre a un premio in denaro, saliranno a bordo delle navi scuola “Amerigo Vespucci” e “Palinuro”. Dal 5 al 18 maggio, presso la sede sociale crotonese, sarà possibile visitare la prima mostra di modellismo navale statico. Complessivamente sono circa una cinquantina le eccellenti riproduzioni in scala di navi di tutte le epoche – velieri, galeoni, navi da guerra, battelli da pesca – esposte in questa mostra. In calendario, in estate, anche la 25° edizione del trofeo “Ugo Pugliese”, la storica maratona a nuoto Crotone – Capocolonna e il trofeo di solidarietà “Velamando la vita” che si terrà i prossimi 6, 7 e 8 settembre.

07/05/2013

Alla Lega navale di Crotone fino al 18 maggio la prima mostra di modellismo navale

Dal 5 al 18 maggio, presso la sede sociale crotonese della Lni, sarà possibile visitare la prima mostra di modellismo navale statico. L’esposizione, allestita in occasione dell’80° anniversario della fondazione della Lega navale di Crotone, ha aperto ufficialmente i battenti ieri sera con la cerimonia di inaugurazione. Complessivamente sono circa 55 le eccellenti riproduzioni in scala di navi di tutte le epoche, velieri, galeoni, navi da guerra, battelli da pesca, esposte in questa mostra che ripercorre la storia marinara dall’antichità ad oggi.

“Sapevamo che in città c’erano diversi appassionati del genere – ha spiegato Antonio Nicoletta, delegato regionale della Lni – e con questa iniziativa li abbiamo chiamati a raccolta per avvicinare i più giovani alla cultura del mare attraverso la conoscenza della storia delle imbarcazioni che hanno fatto la marina militare e non solo”. “Una mostra questa – ha continuato Elio Siniscalschi, del consiglio direttivo della Lega navale di Crotone – nata per gioco e che ha avuto un successo inaspettato. Hanno risposto al nostro appello da tutta la regione e non solo. Un amatore, Arturo Pane di Torre del Greco, ha messo a dispisizione tre pezzi unici della marina militare italiana il “Destriero”, la “Garibaldi” e “Ardito”, completamente motorizzati, mentre domani arriverà un prestigioso veliero dalla Croazia”.

Ieri sera, per ammirare i modellini erano davvero in tantissimi. All’interno della mostra si parte dalle riproduzioni di navi egizie e biremi romane per arrivare alle caravelle, ai gozzi mediterranei e ai pescherecci, passando per gioiellini veri e propri come la nave scuola “Amerigo Vespucci”, il leggendario “Bounty” e la “May Flower”. Presente anche qualche chicca unica e rara come le riproduzioni perfettamente funzionanti degli elmi da palombaro costruiti a mano da un artigiano calabrese, Maurizio Masucci, trapiantato in Toscana e gentilmente messi a disposizione dal lametino Giampiero Luzzi. “Funziona anche il microfono sott’acqua – ha osservato Luzzi con orgoglio – per realizzarli ci sono voluti più di 3 mila martellate”. La mostra è aperta al pubblico fino al prossimo 18 maggio. L’ingresso è libero.

17/05/2013

Andrea Milano (Lega navale di Crotone) conquista il Trofeo dei tre mari

Piccoli campioni crescono alla Lega navale di Crotone. Lo skipper Andrea Milano, 11 anni, ha conquistato il Trofeo dei Tre Mari. Domenica scorsa, a Taranto, si è disputata l’ultima tappa di questa prestigiosa regata, che si snoda sull’ Adriatico, sullo Ionio e sul Tirreno e che richiama ogni anno i migliori Optimist italiani. Al velista della Lega navale mancava solo l’ultimo tassello per completare il puzzle. Nei cadetti, Milano, era, infatti, ormai padrone assoluto. La prima tappa, si è svolta a Napoli, e lì Milano ha agguantato il secondo gradino del podio. La seconda tappa a Formia ha visto il giovane e promettente skipper della Lni di Crotone primeggiare in vetta alla classifica. Successo che si è ripetuto anche a Termoli, terza tappa del Trofeo, dove Milano ha svettato sul podio, al primo posto. Mancava soltanto Taranto.

L’obiettivo è stato centrato domenica. Così Andrea Milano è entrato di diritto nell’ Albo d’oro del Trofeo dei Tre Mari. Per la Lega navale di Crotone è la seconda volta nell’albo d’oro di questo Trofeo. Già nel 2012 aveva vinto il premio speciale quale Migliore Team Leader del Trofeo per la categoria cadetti. A Taranto, Andrea Milano ha dato ancora una volta una prova di forza e abilità, offrendo dimostrazione di grande carattere concludendo la seconda giornata di prove con un primo posto, con uno stacco notevole dal secondo classificato e agguantando il terzo posto, in classifica generale, che gli ha permesso di portare a Crotone il Trofeo dei Tre mari. “Sono contentissimo – ha detto il campione, tradendo un po’ di emozione – già dalla terza tappa avevo capito che il Trofeo poteva essere mio, perché avevo un distacco notevole dagli altri. Sono felicissimo e spero di continuare sempre meglio”.

Grande soddisfazione per l’importante risultato è stato espresso dal presidente della Lega navale di Crotone, Giovanni Pugliese, e da tutto il direttivo. Un’affermazione, quella di Milano, che premia sforzi e sacrifici di tutto il gruppo vela della Lega navale di Crotone, e in particolare degli Optimist guidati dal coach, Massimo Racco, che con la sua esperienza decennale contribuisce a far crescere il vivaio di questi piccoli campioni. Oltre a Milano, all’ultima tappa del Trofeo dei Tre mari, la flotta della Lega navale di Crotone era composta da Irene Funtò, che ha gareggiato sempre nei cadetti. Tra gli juniores, invece, sono scesi in acqua Giuseppe Congi, Nicolò Bellassai e Lorenzo Ruperto, i quali, nonostante non avessero interessi di classifica, hanno onorato il loro impegno di partecipazione al Trofeo, anche per condividere il successo e la gioia del loro compagno di squadra. Oltre al premio per il primo classificato dei cadetti, Andrea ha avuto il merito di portare a Crotone il Trofeo Challenger, un quadro d’argento con un delfino realizzato dal maestro orafo Gerardo Sacco per la I edizione del Tre Mari, 15 anni fa. Alla Lega Navale di Crotone, circolo di appartenenza di Andrea, è andato un altro Trofeo, un grosso “nodo savoia” in metallo montato su base di plexiglas, ritirato da Gianni Liotti, segretario della sezione crotonese della LNI.

13/06/2013

Sabato 15 giugno giornata della sicurezza in mare

Sabato15 giugno, alle ore 10, nella sede della Lega navale di Crotone, si terra’ la giornata della sicurezza in mare. L’iniziativa, promossa dalla LNI e dalla Capitaneria di porto, prevede un incontro con i diportisti. Per l’occasione interverra’ il comandante della Capitaneria di Crotone, Antonio Ranier

27/06/2013

Trofeo Optimist d’Argento, Andrea Milano (Lega navale Crotone) arriva secondo

Crotone, 26 giugno. Per un soffio. Il piccolo campione della Lega navale di Crotone Andrea Milano, già vincitore del Trofeo dei Tre Mari, per un punto non ha conquistato, nella categoria cadetti, anche il Trofeo Optimist d’Argento, che si è svolto nei giorni scorsi, a Torbole, nel Garda Trentino. Uno stacco davvero insignificante dal primo classificato che lascia un pizzico di amaro in bocca ma che rende questo piazzamento al secondo posto, in una regata così prestigiosa, davvero importante e che conferma che, ormai, la stoffa da campione il velista della Lega navale di Crotone ce l’ha. Andrea Milano, allenato dal coach degli Optimist della Lni di Crotone, Massimo Racco, nelle cinque prove destinate ai cadetti e distribuite in tre giorni di regata, ha dimostrato ancora una volta l’alto livello agonistico raggiunto che ha reso la vittoria finale incerta fino all’ultima boa.

Nelle cinque gare lo skipper della Lega navale ha primeggiato tra tutti e se la prima prova non fosse stata annullata per un vizio di forma il risultato, in classifica generale, sarebbe stato tutto a suo favore. Comunque sia, per Andrea Milano è stato un successo, e la sua stagione velica 2013 resterà impressa nella memoria della Lega navale di Crotone. Al Trofeo Optimist d’ Argento hanno partecipato 300 velisti Under 15. In acqua accanto alla numerosissima flotta italiana c’erano anche i giovani di Austria, Croazia, Francia, Ungheria e Slovenia. Per molti di loro è l’ultimo test prima del loro Mondiale che ci correrà sempre sul Garda Trentino nel mese di luglio. Un banco di prova importante, dunque, per il giovane velista della Lega navale di Crotone che ancora una volta non ha deluso, conquistando il secondo gradino del podio. Come si ricorderà, Andrea Milano, lo scorso mese di maggio ha conquistato il Trofeo dei Tre Mari, la prestigiosa regata, che si snoda sull’ Adriatico, sullo Ionio e sul Tirreno e che richiama ogni anno i migliori Optimist italiani.

27/06/2013

Domenica 23 Giugno, tutti a pesca

..COSI’ INTITOLAVA LA LOCANDINA DELLA GARA DI PESCA CHE SI E’ SVOLTA ALLA LEGA NAVALE DI CROTONE DOMENICA 23 GIUGNO. ERA APPENA L’ALBA QUANDO I PRIMI ISCRITTI FACEVANO CAPOLINO SUL MOLO DELLA LEGA, ED ALLE 5.30, DOPO COLAZIONE E BRIEFING, SI DAVA INIZIO ALLA COMPETIZIONE.

SEDICI SONO STATI GLI EQUIPAGGI TRA YACTING KROTON CLUB GENTE DI MARE E GRUPPO PESCA SPORTIVA L.N.I.KR, CHE SI SONO CONFRONTATI NELLE ACQUE DEL CAMPO GARA DOVE GIA’ DA GIORNI SI ERA SAPUTO TRA I PESCATORI, DELL’ARRIVO DI BRANCHI DI PESCE AZZURRO PRECISAMENTE “TOMBARELLI” ANCHE DI BUONA TAGLIA.
INFATTI DOPO CINQUE ORE DI GARA IN UNA CORNICE STUPENDA QUALE E’ LA NOSTRA COSTA TRA SOLE,MARE E SENTORI DI ESTATE, GLI EQUIPAGGI RIENTRAVANO IN PORTO DOVE INIZIAVA LA VERA BATTAGLIA ALL’ULTIMO GRAMMO: QUELLA DELLA “BILANCIA”.ECCO QUINDI I CAPIBARCA CHE, UNO ALLA VOLTA, PESAVANO IL PROPRIO PESCATO CHE SANCIVA LA CLASSIFICA FINALE.

“LA BILANCIA” HA DETTO : 1° CLASSIFICATO TRICOLI FAUSTO,DI MAIO NICOLA E LUCISANO ANDREA (L.N.I.KR) CON 33 PREDE E 11810 PUNTI,2°CLASSIFICATO SINISCALCHI ELIO E VALENTI ANDREA (L.N.I. KR) CON 6 PREDE E 9640 PUNTI,3°CLASSIFICATO PUGLIESE UGO,PUGLIESE LUCA E ARABIA MATTIA (Y.K.C.) CON 23 PREDE E 9435 PUNTI.PER LA GARA SOCIALE IL PODIO PIU’ ALTO VENIVA OCCUPATO DA RINO MACRI’ E CONSORTE, AL SECONDO POSTO L’EQUIPAGGIO DI ELIO CARCEA E TERZO IL PICCOLO GIANNI STIGLIANO.

LA GIORNATA NON POTEVA CONCLUDERSI CHE A TAVOLA! QUINDI LA SERA TUTTI INSIEME, NELLA SEDE SOCIALE DELLA LEGA , A GUSTARE I QUASI 50 KG DI PESCE FRESCO, INSIEME AGLI AMICI DEL GRUPPO VELA LNI, CHE NELLA STESSA GIORNATA SVOLGEVANO UNA GARA DI VELA D’ALTURA.

QUINDI IN UNA PIACEVOLE SERATA TRA AMICI, SI SVOLGEVA LA PREMIAZIONE DELLA GARA.
&hellip;..IL MARE C’E’ ED E’ STUPENDO,IL CLIMA INVIDIABILE, UN PO DI TEMPO E SPIRITO ORGANIZZATIVO MESSO A DISPOSIZIONE DA PERSONE SEMPLICI CHE AMANO QUESTO ANGOLO DI MONDO ACCAREZZATO DAL MARE, E ‘ QUESTO IL MIX CHE LA LEGA NAVALE DI CROTONE METTE INSIEME PER ESSERE LA PICCOLA REALTA’ CHE E’, NELL’AUSPICIO DI DARE LUSTRO AD UNA CITTA’ CHE MERITA QUALCOSA IN PIU’&hellip;&hellip;&hellip;.. APPUNTAMENTO AL PROSSIMO EVENTO.

16/07/2013

Il 20 luglio torna il Trofeo “Pugliese”

Un luglio all’insegna dello sport per la Lega navale di Crotone. Tra nuoto e immersioni in scaletta, dal 20 al 28 luglio, tre appuntamenti sportivi all’insegna della tradizione e dell’innovazione. La serie di eventi organizzati dalla Lni di Crotone, che rientrano nell’ambito delle celebrazioni dell’ 80° anniversario della sua fondazione, è stata presentata stamani nel corso di una conferenza stampa. La prima manifestazione in programma è il Trofeo “Ugo Pugliese, la storica maratona di nuoto di fondo di 10 chilometri, che quest’anno festeggia il suo 25° compleanno.

La gara si terrà il prossimo 20 luglio, a partire dalle 16, 30 nuotatori di 13 società sportive di Calabria, Campania e Sicilia si daranno battaglia nello specchio d’acqua antistante il molo Sanità. “La manifestazione – ha spiegato Giovanni Pugliese, presidente della Lni di Crotone – è il frutto di una sinergia tra Lni di Crotone, Fin, Federazione italiana nuoto, Yachting Kroton club, Coni e Kroton nuoto, e richiamerà i migliori atleti del Meridione”. “Sarà una gara intensa – ha sottolineato Daniele Paonessa, presidente regionale Fin – con un percorso nuovo, con un circuito ad anello, più bella e più visibile per i tanti cittadini e turisti che accorreranno come ogni edizione”. “Il nostro impegno – ha aggiunto Ugo Pugliese, presidente dello Yachting Kroton club – sarà proprio quello di coinvolgere la cittadinanza e i diportisti”.

Per Claudio Perri, presidente provinciale del Coni, il trofeo “Pugliese” è ormai un “momento di aggregazione, oltre che di sport, per far conoscere il nostro territorio”. Novità anche per il Trofeo “Amare il mare” che si terrà il prossimo 28 luglio a partire dalle 17 e 30. Quest’anno la formula di questo trofeo dedicato ai non agonisti è stata totalmente ripensata. “In una corsia di 100 metri posizionata in mare tra molo Sanità e lido Kursal – ha puntualizzato Paonessa – 100 nuotatori si sfideranno in uno staffettone della durata di due ore”. Per chi volesse iscriversi c’è ancora qualche posto disponibile. C’è tempo fino a venerdì 19 luglio scrivendo una mail all’indirizzo dan_pao@hotmail.it

02/08/2013

Lilt Crotone, l’8 e il 9 agosto spettacolo raccolta fondi

Crotone, 2 agosto. “Schegge&hellip;frammenti, battiti”. Questo il titolo dello spettacolo teatrale che la Lilt Crotone metterà in scena, con un doppio appuntamento, i prossimi 8 e 9 agosto, alle 21 e 30 nell’auditorium dell’istituto Pertini, con una duplice finalità benefica. L’iniziativa, che nasce grazie alla collaborazione della Lilt Crotone con un gruppo di giovani attori professionisti crotonesi: Francesco Sgro, autore, regista e attore dello spettacolo, Tonia Mingrone, Mario Russo e Francesco Pupa, è stata presentata stamattina, nel corso di una conferenza stampa nella sede della Lega tumori.

“Questo spettacolo teatrale – ha spiegato Damiano Falco, presidente provinciale Lilt – nasce per ricordare la figura del nostro consigliere direttivo Mimmo Liperoti, scomparso proprio un anno per un male incurabile. L’idea dello spettacolo nasce da una chiacchierata con Francesco Sgro. Il costo del biglietto, che è di soli 5 euro, inoltre, servirà a finanziare la prossima campagna di screening per il tumore al seno “Nastro rosa” che si terrà, come ogni anno, nel mese di ottobre. Per tutti questi motivi rivolgiamo un appello a tutta la cittadinanza a partecipare alle due serate di raccolta fondi”. “Abbiamo voluto creare uno spettacolo molto delicato – ha aggiunto Sgro – che parte dalla malattia di Mimmo per lanciare un messaggio di speranza e positivo. Uno spettacolo che non vuole assolutamente lasciare l’amaro in bocca dello spettatore, anzi in maniera leggera e divertente, vuole raccontare la vita straordinaria di un uomo che, in silenzio, con il suo impegno nella Lilt ha voluto dare un contributo a questa nostra città”.

Lo spettacolo è realizzato, inoltre, grazie alla collaborazione di Slow food Crotone, amministrazione provinciale e Consorzio Jobel. Per info e prevendite si possono contattare i seguenti numeri: 3203397391, 3806854375.

La scenografia dello spettacolo si svolgerà su due piani paralleli: casa e ospedale. Tonia Mingrone strabilierà il pubblico con le sue acrobazie in aria con i tendaggi. “In una città come la nostra dove il tasso di tumori è altissimo – ha osservato Pupa – spero che il nostro spettacolo contribuisca anche a sensibilizzare l’opinione pubblica”. “Ho lavorato per anni al fianco di Mimmo _ ha concluso Antonio D’Antonio, consigliere della Lilt Crotone e presidente provinciale della Lilt Crotone – a volte la malattia riconduce all’anima vera delle persone”.

02/08/2013

Vela, Andrea Milano (Lega navale Crotone) terzo al Trofeo Optimist Kinder+Sport – Coppa Touring 2013

Crotone, 2 agosto. Continua a mietere successi il piccolo campione della Lega navale Crotone Andrea Milano che ha conquistato il terzo posto nella terza tappa del Trofeo Optimist Kinder+Sport – Coppa Touring 2013, svoltosi sul lago di Bracciano dal 27 al 29 luglio. Il velista della Lega navale Crotone, allenato da Massimo Racco, ha portato a casa l’ottimo risultato confrontandosi con circa altri 160 skipper, provenienti da tutta Italia. Complessivamente sono stati tre giorni di sport e divertimento sul lago di Bracciano per l’edizione 2013 della Coppa AICO, che ha visto la partecipazione di 320 ragazzi e ragazze provenienti da tutta Italia per aggiudicarsi due fra i più prestigiosi trofei nazionali della Classe Optimist.

Per gli atleti partecipanti sono stati tre giorni di regate avvincenti, caratterizzate da condizioni di vento molto variabili che hanno premiato gli equipaggi più tecnici e versatili. I 320 giovani velisti si sono misurati con tutte le condizioni di vento, dai 6 ai 15 nodi. Il primo giorno di regata, sabato 27, è stato caratterizzato da venti molto deboli ma sufficienti per consentire il regolare svolgimento delle regate. Nei giorni successivi il vento è andato costantemente crescendo fino ad arrivare a circa 15 nodi nell’ultima prova. In totale gli equipaggi juniores, che correvano per il Trofeo AICO, hanno concluso cinque prove, mentre gli equipaggi cadetti, la categoria in cui ha gareggiato il velista della Lni Crotone, Andrea Milano, che correvano per il Trofeo Touring, hanno portato a termine sei prove. Al termine delle regate Andrea Milano ha chiuso in bellezza conquistando il terzo gradino del podio del Trofeo Touring. Con la Coppa AICO e Touring si è svolta anche la III tappa del Trofeo Kinder + Sport.

Andrea Milano si è distinto anche nella prima tappa del Trofeo, a Napoli, agguantando un secondo posto, e nella seconda tappa a Marina di Carrara, posizionandosi tra i primi dieci. Grazie ai risultati raggiunti in quest’anno davvero straordinari per il velista della Lni di Crotone, già vincitore, come si ricorderà del Trofeo dei Tre Mari, è stato convocato al raduno nazionale cadetti a Malcesine, nella prossima settimana, dove, tra l’altro, si disputerà anche la quarta tappa del Trofeo Kinder + Sport. Grande soddisfazione per la continuità dei risultati centrati da Andrea Milano da tutto il direttivo della Lega navale Crotone e dallo staff tecnico e sportivo.

28/08/2013

Lo skipper Andrea Milano brilla all’Ora Cup ora

L’estate sta finendo ma non per il velista della Lega navale Crotone, Andrea Milano. Un altro podio da incorniciare per il piccolo skipper che ha confermato la determinazione a far bene anche ora che la stagione agonistica va verso la conclusione. L’ultimo successo conquistato è stato, nei giorni scorsi, sul lago di Garda, dove Andrea ha partecipato all’ “Ora Cup Ora – Meeting Internazionale degli Ulivi”, storica manifestazione organizzata dal Circolo Vela Arco, riservata alla classe Optimist. Centoventi i ragazzini, provenienti da tutta Italia, che hanno partecipato a questa manifestazione che prende il suo nome da un vento.

La tre giorni dell’Ora Cup Ora mai come quest’anno è stata segnata dal forte vento che ha soffiato costantemente per tre giorni con un onda più formata rispetto le condizioni standard del lago di Garda. Un vento che, di solito, penalizza chi è strutturalmente leggero, come Andrea, rispetto a chi è meglio piazzato. Nonostante ciò il giovane skipper crotonese ha conquistato un magnifico terzo posto ed è salito sul podio per l’ undicesima volta nel corso dell’ anno su sedici regate disputate. Cinque volte primo, due volte secondo, quattro volte terzo: questo al momento è il suo score 2013. Insomma per la piccola stella della vela della Lni di Crotone una stagione da incorniciare. “Sono salito sul podio con la maglietta che ricorda gli 80 anni della sezione di Crotone della Lega Navale – ha dichiarato Milano – rappresentare la mia città con un successo è stata una gioia.”

Andrea, inoltre, dall’ 8 all’ 11 agosto ha partecipato a Malcesine al raduno nazionale Optimist, allenamento collegiale dei venti cadetti italiani più in forma del momento, guidati dall’esperienza e dall’autorevolezza di Marcello Meringolo e Ylena Carcasole. “Aver preso parte al raduno nazionale con i cadetti Optimist più bravi d’ Italia – ha dichiarato Milano – mi ha riempito d’ orgoglio. E’ stata un’ esperienza bellissima e costruttiva, sia dal punto di vista tecnico che umano. Allenarsi e vivere insieme con ragazzi che condividono la mia stessa passione è servito a conoscerci meglio e a ‘fare gruppo’. Ylena e Marcello sono poi istruttori di fama mondiale che hanno messo a nostra disposizione competenza e professionalità. Li ringrazio per avermi offerto questa opportunità. Un grazie di cuore anche a Massimo Racco, il mio coach, senza il quale non avrei raggiunto questo traguardo”.

Per Andrea Milano è stata anche un’ ottima occasione di allenamento in vista del prossimo impegno agonistico, la Coppa del Presidente, prevista all’ Isola d’Elba nei primi giorni di settembre.

07/10/2013

Nastro rosa 2013

Questo pomeriggio, nella sede provinciale della Lilt, è stata presentata, nel corso di una conferenza stampa, la campagna “Nastro rosa 2013” per la prevenzione per il tumore al seno. Per l’occasione, erano presenti Damiano Falco, presidente provinciale Lilt, Giovanni Capocasale, assessore provinciale alle Politiche sociali e Antonella Romeo, dirigente scolastico del Liceo classico Pitagora e membro del direttivo della Lilt Crotone. Anche quest’ anno, grazie alla campagna messa in atto dalla Lilt, le donne crotonesi avranno la possibilità di usufruire gratuitamente di visite senologiche e ginecologiche. “Per tutto il mese di ottobre – ha spiegato Falco – sottoporremo allo screening 150 donne di età compresa tra i 20 e i 50 che saranno sottoposte a visita senologica, ginecologica, pap test.

Qualora i medici lo ritenessero necessario, ma solo per i casi segnalati dalla nostra equipe sanitaria, valuteremo se effettuare anche l’ecografia senologica. Anche per quest’anno ringraziamo per la collaborazione l’Asp di Crotone, nella persona del manager Rocco Nostro”. Le prenotazioni partiranno da domani, 4 ottobre. Basta chiamare al numero della Lilt Crotone, 0962901594, oppure recarsi di persona, dalle 9 e 30 alle 12. “Per evitare spiacevoli disguidi – ha osservato Falco – ogni giorno non prenderemo più di 50 prenotazioni e chi chiamerà potrà prenotare soltanto per sé e per un’altra persona”. Quest’anno la Lilt Crotone ha inteso fissare un limite di età per le donne sottoposte allo screening. “Negli ultimi cinque anni – ha continuato Falco – si è riscontrato un aumento dei tumori al seno del 29% nelle donne di età tra i 20 e 50 anni”.

“Si tratta di un’iniziativa di un’importanza notevole – ha aggiunto l’ assessore Capocasale – che ricade in un territorio come Crotone in profonda crisi economica e che rappresenta un faro per quelle fasce di donne che non si avvicinano agli strumenti della prevenzione per impossibilità di tipo economico”.

Anche quest’anno in occasione della campagna “Nastro rosa”, come avviene in altre città italiane, sarà illuminato di rosa un simbolo della città, per ricordare alla cittadinanza che ottobre è il mese della prevenzione.
“Sarà il liceo Pitagora a tingersi di rosa – ha annunciato Romeo – per questa iniziativa abbiamo pensato a questo edificio storico, da sempre simbolo di cultura, educazione e per questo mese anche di prevenzione”.
L’equipe medica che presterà il servizio nell’ambito della campagna è composta da Antonella Poerio, ginecologa, Antonio D’Antonio, endocrinologo, e dagli oncologi Carla Cortese, Angela Marasco, Maria Anania, Domenico Girimonte, dall’ ostetrica Patrizia Dattoli, dall’infermiera Miriam Comite. Coordina la campagna Stefano Liperoti.

06/11/2013

La commedia dell’arte sbarca alla Lega navale di Crotone

Maschere, pupi, lazzi e frizzi della commedia dell’arte sono sbarcati per una sera alla Lega navale di Crotone. La sede della Lni di Crotone, ieri sera, è diventata il palcoscenico improvvisato per gag classiche, esilaranti scene da commedia dell’arte, brevi momenti poetici ad opera degli ottimi attori della compagnia teatrale 1+1 = 3 di Roma che hanno portato in scena “Una zannata”, per la regia di Flavio Albanese. I soci della Lni di Crotone, a cui era rivolto lo spettacolo, sono accorsi numerosissimi per assistere all’acrobatica gestualità degli attori e ai lazzi e dolci schiamazzi, tipici della commedia dell’arte.

“Con questa iniziativa – ha spiegato Giovanni Pugliese, presidente della Lega navale di Crotone – la commedia dell’arte sbarca alla Lega navale. La Lni di Crotone per i soci continua ad essere non solo amore per il mare ma anche amore per la cultura. Eventi di questo tipo rappresentano momenti di crescita per tutti noi”. L’iniziativa di ieri sera si inserisce nel programma per le celebrazioni dell’80° anniversario della fondazione della Lni di Crotone. I soci della Lni hanno gradito particolarmente lo spettacolo cheprende le mosse da un semplice compito impartito dal padrone: un Pantalone vecchio e ricurvo, quello di ‘portare questa sedia là’. Non un solo servo, ma un’intera torma di Zanni che in un incrocio di equivoci, contorti ragionamenti, litigi tra loro e col pubblico, cercano invano di espletare la semplice richiesta. Un crescendo di ilarità e non sense che tracima in situazioni paradossali, magiche ed assurde. Un meccanismo comico studiato nei minimi particolari, su un canovaccio dettagliato che permette, in linea con la tradizione della Commedia dell’Arte, un largo margine di improvvisazione, un’improvvisazione studiata, che consiste nella preparazione per la scena e non della scena.

Una ricerca nel mondo del comico, per trovare i giusti tempi e le dinamiche, che possano strappare la risata, divertire e far pensare. Ma anche un gioco su più piani: non solo gli Zanni in scena, con la loro sedia da spostare, ma l’intera compagnia d’Arte che sbircia, collabora, si prepara ad entrare facendo vivere il “fuori scena” ed orchestrando uno spettacolo parallelo a quello principale.

30/10/2013

Andrea Milano convocato al raduno del Gruppo Agonistico Nazionale.

Altro riconoscimento alla vela della Lega navale di Crotone con la convocazione di Andrea Milano che parteciperà al raduno del Gruppo Agonistico Nazionale (GAN) della classe Optimst che si svolgerà a Riva del Garda, dal 14 al 17 novembre prossimi. Il piccolo campione della Lega navale di Crotone è stato convocato grazie ai brillanti risultati conseguiti nel 2013 nella categoria cadetti, l’ ultimo dei quali durante il recente raduno nazionale cadetti di Crotone. Il Gruppo Agonistico Nazionale è nato dall’ esigenza di far incontrare periodicamente i migliori timonieri d’ Italia organizzando raduni formativi e trasferte internazionali, finalizzate a sviluppare nei ragazzi una mentalità di squadra, necessaria per ottenere ottimi risultati.

Mentalità e squadra sono due termini che sono al centro del progetto il cui punto di forza è la volontà di crescere tutti insieme. Questa convocazione arricchisce di un altro successo la giovane carriera agonistica di Andrea e premia non solo lui, il suo entusiasmo e la sua caparbietà, ma anche l’intero gruppo Optimist, guidato da Massimo Racco, gli atleti e gli istruttori delle altre classi veliche e la dirigenza della Lega Navale, presieduta da Giovanni Pugliese. Il 2013 è stato un anno d’oro per Andrea Milano. Nei primi mesi del 2013 ha conquistato il Trofeo dei Tre Mari, prestigiosa regata di vela. Sempre sul podio nelle quattro tappe della XV edizione: 2° a Napoli, 1° a Formia ed a Termoli, 3° a Taranto. Oltre al premio per il 1° classificato, Andrea ha avuto il merito di portare a Crotone il Trofeo Challenger, un quadro d’ argento con un delfino realizzato dal Maestro orafo Gerardo Sacco per la lontana I edizione del Tre Mari.

Dopo 15 anni il Trofeo è tornato nella città da cui era partito, vinto per la prima volta da uno skipper crotonese. La convocazione al secondo raduno GAN di Riva del Garda, maturata nel corso dell’ anno, è stata definitivamente ottenuta nel corso del raduno nazionale cadetti tenutosi nei giorni scorsi a Crotone sotto la guida competente e professionale dei tecnici Ylena Carcasole e Marcello Meringolo. L’ opportunità offerta al giovane skipper crotonese suggella il riconoscimento di un talento ed offre la possibilità di unirsi con il meglio della vela giovanile italiana. Fanno infatti parte del GAN gli atleti che hanno vinto l’ argento nel recente Mondiale Optimist a squadre e che, proprio in questi giorni, stanno trionfando al 26esimo BMW Optimist Team Race di Berlino. Quelli che fino a ieri erano soltanto miti a cui ispirarsi da oggi sono anche meravigliosi ed esperti compagni d’ avventura. Un risultato prestigioso che premia gli sforzi della Lega navale di Crotone, in particolare della scuola di vela. “E’ il segno tangibile che la nostra scuola sta lavorando bene – ha commentato Giovanni Pugliese, presidente della Lega navale Crotone – un merito che va a tutto lo staff tecnico che sta portando i nostri giovani velisti a livelli così alti. Ma questi risultati sono il frutto dell’impegno di tutta la macchina organizzativa della Lni che mette a disposizione degli atleti istruttori e mezzi per centrare tali obiettivi. La filosofia della Lega navale è quella di portare tra i giovani la conoscenza e il rispetto per il mare, anche attraverso il rispetto delle regole dell’agonismo e dello sport”.

25/11/2013

SUL PODIO DELLA SKELETON CUP FRANCESCO IIRITANO, SOCIO DELLA LEGA NAVALE ITALIANA SEZIONE DI CROTONE

Il 10 novembre 2013 si è finalmente conclusa la gara di pesca a spinning nazionale, la Skeleton Cup, ideata e patrocinata da Shimano – Gloomis, per lo svolgimento della quale è stata scelta la Regione Calabria. Lo spot di pesca, gli 800 km di costa calabrese. La gara è continuata ininterrottamente per 10 giorni e 10 notti consecutive. Iniziata Venerdì 1 Novembre e conclusa Domenica 10 Novembre.

Grande la partecipazione, numerosa la presenza dei rappresentanti dei team e spinner provenienti da ogni regione d’Italia. Le giornate di pesca sono state difficoltose ma piene di soddisfazioni e soprattutto ricche di sportività nonchè di occasioni per incontrare, sugli innumerevoli e variegati spot di pesca, gli spinner di ogni regione con i quali, sempre e come di consuetudine in queste speciali occasioni, scambiata amicizia stima e goliardia.

Tutto si è svolto con la consueta passione e senso di sportività che caratterizza questa entusiasmante disciplina, nella consapevolezza dell’aleatorietà della cattura e del conseguente impegno per migliorare le probabilità di salire sul podio dei vincitori.

Tra i partecipanti, due dei soci della Lega Navale Sezione di Crotone, Francesco Iiritano, vincitore con il riconoscimento del II posto e Antonio Vonella, entrambi Staff del <u>Team Passione Spinning Calabria</u>. Per l’evento la Calabria ha avuto onore e piacere di vivere le emozioni di pesca con personaggi di elevata caratura, Stefano Passatelli di ItalianFishing TV che ha ripreso i momenti più salienti della gara, azioni di pesca comprese, e Raffaele Mascaro referente della casa madre Shimano-Gloomis per l’Europa. Grande emozione vissuta sui meravigliosi spot calabresi, tra scogliere e fiumare in foce, nei fatidici e notoriamente conosciuti agli spinner, momenti della giornata, cioè, nei cambi di luce, meravigliose albe e meravigliosi tramonti sacrificati per la conquista del podio.

Tantissime le prede e i successivi rilasci, tutti documentati con video rigorosamente girato sugli spot al momento della cattura.

26/11/2013

Trofeo di pesca “Salvatore Geremicca”

Domenica 1 dicembre si terra’ il primo trofeo di pesca “Salvatore Geremicca”, intitolato al socio della Lni di Crotone scomparso di recente. L’appuntamento, organizzato dalla Lni di Crotone e dalla famiglia Geremicca, per la gara di pesca e’ fissato per le sei del mattino di domenica.

Si comincia con il briefing dei partecipanti e poi alle 6 e 30 tutti in acqua per la battuta di pesca. La conclusione della gara e’ prevista per le 11 e 30 con la pesatura dei pesci pescati e con la proclamazione dei vincitori. L’iscrizione e la tecnica di pesca sono libere.

05/12/2013

Messa in sicurezza del porto, il 6 dicembre incontro alla Lega navale di Crotone

In seguito alla forte mareggiata che nei giorni scorsi ha interessato tutto il litorale ionico crotonese, la Lega navale di Crotone ha promosso un incontro che si terrà il prossimo 6 dicembre, alle 16, sulla messa in sicurezza del porto vecchio della città.

“In particolare – ha spiegato il presidente della Lega navale di Crotone, Giovanni Pugliese, chiameremo allo stesso tavolo politici, autorità portuale e Capitaneria di porto per fare il punto sullo stato dell’arte del prolungamento dei moli. Opera non più rinviabile soprattutto alla luce di quanto successo nei giorni scorsi a causa del ciclone Nettuno che ha generato onde alte 11 metri che si sono abbattute sul porto con una violenza inaudita”.

All’incontro di venerdì, che si terrà nella sede sociale della Lega navale di Crotone parteciperanno il sindaco della città, Peppino Vallone,la Vice Presidente della Regione,Antonella Stasi, la Provincia di Crotone, l’Autorità Portuale di Gioia Tauro e la Capitaneria di Porto di Crotone</p

09/12/2013

Trofeo di pesca “Salvatore Geremicca”, boom di partecipazione

In tanti hanno voluto ricordare Salvatore Geremicca, socio della Lega navale di Crotone, scomparso di recente, con la grande passione per la pesca. Venticinque imbarcazioni stamattina hanno preso parte alla prima edizione del Trofeo di pesca ‘Salvatore Geremicca’, organizzato dalla Lega navale di Crotone in collaborazione con Yachting Kroton club. Di prima mattina, alle 6, gli equipaggi si sono dati appuntamento alle 6 sul molo Sanità’. Dopo un briefing e’ iniziata la gara che si è’ conclusa alle 11 e 30. Iscrizione, tecnica di pesca e campo di gara sono stati lasciati liberi. Così i pescatori hanno potuto mettere a frutto al meglio la loro maestria ed esperienza. Le condizioni meteo marine ottimali hanno fatto il resto. E il bottino di pesca non si è’ fatto attendere: cernie spettacolari e tonnetti.

A vincere su tutti è’ stato il pescato dell’equipaggio composto da Lele Arcuri e Teodoro Amoruso, che sulla bilancia della Lega navale di Crotone hanno pesato una magnifica preda, una cernia di ben 11 chili e 800 grammi che ha permesso di portarsi a casa il Trofeo ‘Geremicca’. Al secondo posto si è’ classificato Natalino Sitra, con due cernie che in tutto pesavano 8 chili e 200 grammi.

‘Insomma – ha commentato il presidente della lega navale di Crotone, Giovanni Pugliese – non si poteva ricordare meglio una persona, come Salvatore , che ha amato il mare in maniera profonda
e che è’ stato un caposcuola per il settore pesca della LNI di Crotone. I pescatori crotonesi di Lega navale e Ykc e non solo ( c’era anche un equipaggio diCatanzaro) hanno voluto essere presenti e onorare la sua memoria’. ‘In questo senso – ha spiegato Elio Siniscalchi, consigliere LNI di Crotone – oggi è’ stata una festa più che un memorial. Il Trofeo, alla sua prima edizione, e’ un challenger che di base resterà’ sempre alla LNI, pur passando di man in mano ai vincitori ogni anno’.

L’iniziativa è’ stata realizzata con il contributo di Framir e grazie a Renata Geremicca, figlia del compianto Salvatore, e alla sua famiglia che hanno supportato la Lega navale di Crotone nella realizzazione dell’evento.

04/03/2014

Lega navale Crotone, prima prova campionato zonale Laser

Domenica 23 febbraio la Lega navale Crotone, in collaborazione con Yachting Kroton club, Ostro Le Castella, associazione Mare Sport, ha organizzato la prima tappa del campionato zonale Laser
La giornata, caratterizzata da condizioni di vento ottimale, ha consentito lo svolgimento regolare delle due prove in programma, con un percorso di tipo quadrilatero confermando la validità dell’ ottimo campo di regata quale ormai viene riconosciuto alla Città di Crotone. Complessivamente i partecipanti sono stati 13, otto per la classe laser 4.7, e cinque per la classe laser radial. Gli atleti in gara appartenevano a Lega navale Crotone, Club velico Crotone e circolo velico Reggio Calabria

Sul podio per la classe radial: primo in classifica Giuseppe Gentile (Club velico Crotone), secondo classificato Leo Bellassai (Lega navale Crotone), terzo classificato Domenico Ruperto (Lega navale Crotone), quarto classificato Piergiulio Tarantino (circolo velico Reggio Calabria), quinto classificato Giuditta Funtò (Lega navale Crotone).

Per quanto riguarda la classifica dei laser 4.7: Bruno Valenti (Club velico Crotone) primo classificato, secondo classificato Matteo Verri (Club velico Crotone), terzo classificato Sean Cuomo (Club velico Crotone), quarto classificato Samuel Sacco (Club velico Crotone), quinto classificato Dariush Gasemzadeh (Club velico Crotone)

Perfetta l’organizzazione della regata e della messa in campo ad opera della Lega navale di Crotone e del Comitato di Regata per una bella giornata all’insegna della vela.

07/05/2014

Gli studenti di Papanice vincono la seconda edizione del concorso “Non solo sport”

Questa mattina nella biblioteca dell’Ic Papanice sono stati premiati gli studenti che hanno partecipato alla seconda edizione del concorso ‘Non solo sport’. A vincere sono stati gli alunni delle classi IV A e B dell’IC di Papanice guidati dalle docenti Borrelli e Laratta. In palio lezioni di snorkeling insieme alle loro famiglie nelle acque cristalline dell’Area marina protetta Capo Rizzuto.

A premiarli sono stati Simone Scalise e Gianni Liotti rispettivamente dell’AMP Capo Rizzuto e consigliere LNI di Crotone. Il concorso realizzato dall’Area Marina Protetta “Capo Rizzuto” insieme alla Lega Navale di Crotone è uno delle tante attività educative, ludico-sportive, del Progetto di educazione ambientale “Servizi ed attività di educazione ambientale per le scuole” Giunto all’VIII edizione, al quale hanno aderito 400 studenti, di otto scuole di Crotone e provincia. Ai ragazzi del concorso e’ stato chiesto di inventare una poesia sul mare che è’ poi diventata la locandina della manifestazione ‘Non solo sport’ che si terrà’ domani, 8 maggio dalle ore 9:30 alle ore 12:30 presso l’arenile antistante la Lega Navale di Crotone.

Per l’occasione, la spiaggia si trasformerà in una grande area di gioco a cielo aperto, tra mare e terra, dove l’esercito di 400 studenti sarà impegnato in diverse attività sportive, dalla vela, a beach handball, beach soccer, beach volley e basket.

L’evento di domani vedrà coinvolti l’A.M.P. “Capo Rizzuto”, la Lega Navale di Crotone, V&amp;V Group, l’ATP- Coordinamento per l’Educazione Motoria Fisica e la Delegazione Provinciale CONI di Crotone, cui è affidato il coordinamento della parte sportiva realizzata in collaborazione con Pallamano Crotone, Pallavolo Crotone, Scuola Calcio Magna Grecia Crotone e New Team Basket 2000 Crotone.

05/05/2014

L’8 maggio 400 studenti in spiaggia nel nome dello sport e del rispetto per l’ambiente

Crotone, 5 maggio. Appuntamento in spiaggia per 400 studenti, di otto scuole di Crotone e provincia, l’8maggio dalle ore 9:30 alle ore 12:30 presso l’arenile antistante la Lega Navale di Crotone, per partecipare alla seconda edizione della manifestazione “NON SOLO SPORT’.

L’evento sportivo, realizzato dall’Area Marina Protetta “Capo Rizzuto” insieme alla Lega Navale di Crotone è uno delle tante attività educative, ludico-sportive, del Progetto di educazione ambientale “Servizi ed attività di educazione ambientale per le scuole” VIII edizione. Con questa attività si vuole sottolineare lo stretto connubio esistente tra lo sport e la conoscenza ed rispetto dell’ambiente, in particolare di quello marino e costiero.

L’evento vedrà coinvolti l’A.M.P. “Capo Rizzuto”, la Lega Navale di Crotone, V&amp;V Group, l’ATP- Coordinamento per l’Educazione Motoria Fisica e la Delegazione Provinciale CONI di Crotone, cui è affidato il coordinamento della parte sportiva realizzata in collaborazione con Pallamano Crotone, Pallavolo Crotone, Scuola Calcio Magna Grecia Crotone e New Team Basket 2000 Crotone. Queste istituzioni hanno da sempre espresso un forte impegno verso l’Educazione Motoria e lo Sport, sia in quanto diritto per i cittadini, sia per le opportunità di sviluppo formativo e sociale che esso genera.

Gli alunni delle otto Istituzioni Scolastiche che hanno aderito al Progetto, guidati da istruttori federali, saranno impegnati per tutta la mattina in lezioni di vela, beach handball, beach soccer, beach volley e basket.

13/05/2014

Apre i battenti alla LNI la mostra “Crotone città’ olimpica”

La lega navale di Crotone e l’ufficio di coordinamento per l’educazione fisica dell’ufficio scolastico provinciale, domani 14 maggio, alle ore 17, nella sede della LNI, aprono ufficialmente la mostra iconografica “Crotone città’ olimpica”. Per l’occasione, sarà presente Santino Mariano, coordinatore dell’ufficio per l’educazione fisica dell’Atp e curatore dell’esposizione.

14/05/2014

Fino al 31 maggio alla LNI la mostra “Crotone città’ olimpica”

Crotone, 14 maggio. Ha aperto i battenti ieri pomeriggio, nella sede della Lega navale di Crotone, I la mostra ‘Crotone città’ olimpica’. L’esposizione, promossa dalla lega navale di Crotone e dall’ufficio di coordinamento per l’educazione fisica dell’ufficio scolastico provinciale, resterà aperta gratuitamente al pubblico fino al 31 maggio. All’inaugurazione erano presenti ieri Santino Mariano, coordinatore dell’ufficio per l’educazione fisica dell’Atp e curatore dell’esposizione insieme all’archeologo dello sport Gianluca Punzo, Gianni Liotti, consigliere LNI Crotone e Antonio Nicoletta, delegato regionale LNI.

‘l’antica Kroton – ha spiegato Mariano – una città che ha fatto la storia delle Olimpiadi antiche diventando una vera e propria leggenda che ancora oggi resiste nel tempo. Kroton conseguì 50 vittorie in 100 anni. Un primato che nessun’altra città, né Atene e né Sparta, riuscì ad emulare’.

Il “palmares” di Kroton era nell’atletica leggera. Gli atleti si allenavano con sistemi di bocca in bocca nel Mediterraneo. Una fama resa possibile grazie al passaparola in un’epoca in cui non esistevano media e internet e che consacrò al mondo la città come culla di atleti, facendola diventare un mito.

‘E’ con immenso piacere – ha osservato Liotti – che ospitiamo questa mostra per far meglio conoscere soprattutto ai ragazzi il primato che l’antica Kroton deteneva nell’antichità. La collaborazione con l’ufficio scolastico provinciale continua sotto il segno dello sport e dell’amore per il mare. Nelle scorse settimane,come si ricorderà, abbiamo coinvolto nel progetto ambientale 450 studenti di otto istituzioni scolastiche che hanno dato vita sulla spiaggia a un vero villaggio olimpico, con ben nove campi di gioco’.

08/07/2014

Weekend all’insegna del nuoto con i trofei Ugo Pugliese e Amare il mare

Nuoto protagonista del weekend crotonese. Sabato 12 luglio si terrà’ la ventiseiesima edizione del Trofeo Ugo Pugliese, gara di fondo di nuoto di 10 km, mentre domenica 13 luglio sarà la volta di Amare il mare, staffetta 100×100, giunto alla quindicesima edizione. Le due storiche manifestazioni sportive, organizzate da Lega navale Crotone, Coni provinciale, federazione italiana nuoto, Kroton nuoto e Yachting Kroton club, in collaborazione con la Capitaneria di porto, sono state presentate stamani nel corso di una conferenza stampa, tenutasi nella sede della Lega navale di Crotone. La prima manifestazione in programma è il Trofeo “Ugo Pugliese, la storica maratona di nuoto di fondo di 10 chilometri, che quest’anno festeggia il suo 26 compleanno. La gara si terrà il prossimo 12 luglio , a partire dalle 16, i nuotatori di 13 società sportive di Calabria, Campania, Lazio e Puglia si daranno battaglia nello specchio d’acqua antistante il molo Sanità.

“La manifestazione, che dura da ben 26 anni- ha spiegato Giovanni Pugliese, presidente della Lni di Crotone – è ormai una tradizione nella nostra città. Lo stesso vale per Amare il mare, appuntamento che si ripete da 15 anni a questa parte’. ‘Si tratta – ha aggiunto Claudio Perri, delegato provinciale del Coni – di due eventi sportivi molto attesi e partecipati, seguiti con curiosità anche da terra’.

Due manifestazioni sportive che fanno parte della storia della città e che perdurano nel tempo grazie all’efficienza organizzativa della Lega navale di Crotone. In particolare, il supporto logistico di LNI di Crotone soprattutto per il trofeo Pugliese e’ alquanto complesso. ‘In mare ad assistere gli atleti – ha ricordato Pugliese – ci saranno oltre 30 imbarcazioni dei soci di LNI Crotone, senza i quali questa manifestazione non sarebbe possibile’. Al loro fianco, i mezzi della capitaneria di porto, un gommone dei vigili del fuoco, e a terra assistenza medica, qualora ce ne fosse bisogno. ‘Saremo presenti – ha assicurato il capitano Pasquale Mazza della Capitaneria – perché crediamo che iniziative come queste servano a diffondere la cultura ed il rispetto per il mare’.

‘Sarà una gara intensa – ha sottolineato Daniele Paonessa, direttore tecnico Kroton nuoto- con un percorso nuovo, con un circuito lineare, più bello e più visibile per i tanti cittadini e turisti che accorreranno come ogni edizione. In tutto i nuotatori partecipanti saranno 17, 12 maschi e 5 femmine’. Domenica 13 luglio sarà la volta del Trofeo “Amare il mare”, a partire dalle 17.
‘In una corsia di 100 metri posizionata in mare tra molo Sanità e lido Kursal – ha puntualizzato Paonessa – 100 nuotatori si sfideranno in uno staffettone della durata di due ore”.

Obiettivo per tutti, superare il record totalizzato l’anno scorso: 2 ore, 36 minuti e 57 secondi. ‘Se tutto filerà liscio quest’anno – ha rivelato Paonessa- l’anno prossimo con lo staffettone tenteremo di entrare nel Guinness dei primati’.

07/07/2014

Giro d’Italia a Vela, oggi la tappa alla Lega navale di Crotone

Tappa crotonese per il Giro d’Italia a vela, il viaggio de La Fedelissima, l’imbarcazione della Lega Navale di Scario, guidata dal Generale Antonio Gagliardo, verso le Aree Marine Protette sulle coste del bacino ionico e adriatico. L’evento, giunto alla sua seconda edizione, è patrocinato dal Ministero dell’Ambiente, dal Segretario Permanente dell’ A.I. I., dalla Presidenza Nazionale della Lega Navale e dell’Associazione Nazionale Carabinieri, con la collaborazione dell’ISPRA, del Comando generale delle Capitanerie di Porto e delle ambasciate dei paesi balcanici toccati lungo il percorso. L’iniziativa è’ stata illustrata stamattina, nella sede della Lega navale di Crotone, nel corso di un’affollatissima conferenza stampa.

‘Oggi – ha spiegato il presidente della Lega navale di Crotone, Giovanni Pugliese – siamo qui per celebrare l’ambiente e un navigatore che sta attraversando le Aree marine protette per diffondere la cultura del mare, una finalità che si coniuga perfettamente con la mission di Lega navale’. ‘In 8 anni – ha continuato Pugliese – grazie al progetto ambientale promosso da LNI Crotone e Amp Capo Rizzuto abbiamo avvicinato al mare 9000 studenti’. ‘I ragazzi – ha aggiunto Stefania Tammaro, biologa marina, coordinatrice del progetto della LNI Crotone – sono stati coinvolti in lezioni pratiche e teoriche’.

Il viaggio di Gagliardo, con la sua Fedelissima, a Crotone e’ stato un ritorno. ‘Sono stato qui in anni difficili – ha ricordato Gagliardo – a occuparmi di sicurezza e legalità. Oggi torno per portare un messaggio di cultura, legalità, rispetto per l’ambiente da trasmettere alle future generazioni’. A bordo della Fedelissima, insieme a Gagliardo, un gruppo di velisti della LNI di Scario, e una biologa marina.
‘Il Giro d’Italia a vela – ha osservato Gagliardo – ha diverse finalità: scientifica, a bordo c’è’ una sonda parametrica per valutare lo stato di salute delle Amp italiane; di solidarietà, in ogni porto presentiamo una mia raccolta di poesie ‘La fedelissima e io’, il cui ricavato andrà all’Unicef e al WWF’.

Ad accogliere il generale Gagliardo c’erano Franco Lucifero, presidente Banca popolare del Mezzogiorno, il comandante della Capitaneria di porto, Antonio Ranieri, il comandante provinciale carabinieri Crotone, Francesco Iacono, l’assessore provinciale Giovanni Capocasale, l’assessore comunale Michele Marseglia, il direttore dell’Amp Capo Rizzuto, Antonio Leto, il delegato regionale LNI, Antonio Nicoletta .

04/04/2014

Nuoto, tornano i trofei Ugo Pugliese e Amare il mare

L’8 luglio, alle 12, presso la sede della Lega navale di Crotone, si terrà la conferenza stampa di presentazione della ventiseiesima edizione del Trofeo Ugo Pugliese, gara di fondo di nuoto di 10 km, e di Amare il mare, staffetta 100×100, giunto alla quindicesima edizione. Le due storiche manifestazioni sportive sono organizzate da Lega navale Crotone, Coni provinciale, federazione italiana nuoto, Kroton nuoto e Yachting Kroton club.

04/07/2014

Giro d’Italia a Vela, il 7 luglio la presentazione alla Lega navale di Crotone

Il 7 luglio, alle ore 11, nella sede della Lega navale di Crotone, si terrà’ una conferenza stampa per illustrare la tappa crotonese della seconda edizione del Giro d’Italia a Vela, il viaggio de La Fedelissima, l’imbarcazione della Lega Navale di Scario, guidata dal Generale Antonio Gagliardo, verso le Aree Marine Protette sulle coste del bacino ionico e adriatico. L’evento è patrocinato dal Ministero dell’Ambiente, dal Segretario Permanente dell’ A.I.I., dalla Presidenza Nazionale della Lega Navale e dell’Associazione Nazionale Carabinieri, con la collaborazione dell’ISPRA, del Comando generale delle Capitanerie di Porto e delle ambasciate dei paesi balcanici toccati lungo il percorso. Per l’occasione, e’ prevista la partecipazione delle massime autorità’ cittadine.

12/07/2014

Nuoto, Tamborrino vince per la seconda volta consecutiva il Trofeo Ugo Pugliese

E’ Federico Tamborrino, del circolo canottieri Aniene, il dominatore assoluto del Trofeo “Ugo Pugliese”, la storica gara di nuoto di fondo di 10 km, giunta alla 26 edizione, che si è svolta oggi pomeriggio, nello specchio d’acqua antistante la città di Crotone. La gara, organizzata da Lega navale Crotone,Kroton nuoto e Yachting Kroton club, in collaborazione con Coni provinciale e capitaneria di porto, e’ stata una lotta contro le avverse condizioni meteo, al limite del possibile. Ma la voglia di partecipare e vincere, alla fine, hanno avuto la meglio su un vento di ponente, a circa 15 nodi, che non ha smesso un attimo di osteggiare nuotatori e mezzi di supporto.

Tamborrino ha tagliato per primo il traguardo facendo registrare un tempo di 2 ore 17 minuti e 44,4 secondi. Per l’atleta del circolo canottieri Anieni e’ stato un bis, anzi un tris. Il nuotatore pugliese aveva già’ conquistato l’anno scorso il Trofeo Pugliese. E nel 2012 aveva Vinto la5 km. ‘L’andata – ha spiegato Tamborrino – e’ stata molto dura a causa delle forti correnti. Comunque quando ci si allena bene i risultati arrivano’. La classifica degli assoluti maschili vede, alle spalle di Tamborrino, Andrea Attina’, Asd pianeta sport Reggio Calabria, e Salvatore Amideo, Kroton Nuoto. Per quanto riguarda gli assoluti femminili, ha conquistato il podio Fabiana Lamberti, circolo canottieri Napoli, seguita da Lucrezia Casu, Rari Nantes Nomentana, e da Rosamaria Viterbo, R. N. Lamezia terme.

Per i master ha vinto il crotonese Luca Vrenna, della Lacinia nuoto, seguito da Giuseppe Cantisano, tubisider Cosenza, e da Antonello Monoriti, Lacinia nuoto. ‘Protagonista di questa edizione e’ stato sicuramente il tempo – ha osservato Giovanni Pugliese, presidente della Lega navale di Crotone – che ha messo a dura prova tutti, atleti e organizzatori. I nuotatori sono stati bravissimi riuscendo a dar vita alla gara nonostante il forte vento e il mare grosso. A loro va il plauso di tutto il direttivo di Lega navale Crotone. Un riconoscimento anche ai soci di LNI che in mare, con il loro aiuto, hanno supportato i nuotatori’. In mare ad assistere gli atleti ci sono state oltre 30 imbarcazioni dei soci di LNI Crotone, senza i quali questa manifestazione non sarebbe stata possibile. Al loro fianco, i mezzi della capitaneria di porto, un gommone dei vigili del fuoco, e a terra assistenza medica.

‘E’ stata una gara – ha osservato Daniele Paonessa, direttore tecnico Kroton nuoto – altamente competitiva, che ha messo gli atleti a dura prova’. In tutto i partecipanti sono stati 17 di 13 società sportive di Calabria, Campania, Lazio e Puglia. Alle 20, nella sede della Lega navale di Crotone, si è svolta la premiazione dei vincitori. Tra gli altri, riconoscimenti al più giovane partecipante, il crotonese Matteo Arcuri, Kroton nuoto, classe 1999, e al più’ anziano, Stefano Pizzicannella, forum sport center, classe 1955.
Domani sarà la volta del Trofeo “Amare il mare”, a partire dalle 17.

‘In una corsia di 100 metri posizionata in mare tra molo Sanità e lido Kursal – ha puntualizzato Paonessa – 100 nuotatori si sfideranno in uno staffettone della durata di due ore”. Obiettivo per tutti, superare il record totalizzato l’anno scorso: 2 ore, 36 minuti e 57 secondi. ‘Se tutto filerà liscio quest’anno – ha rivelato Paonessa- l’anno prossimo con lo staffettone tenteremo di entrare nel Guinness dei primati’.

12/07/2014

La Lega navale di Crotone accoglie la Madonna di Loreto

La ventiseiesima edizione del Trofeo Ugo Pugliese, la storica gara di nuoto di fondo di 10 Km, quest’anno si svolge sotto l’egida della Madonna di Loreto. Intorno alle 13 e 30 la statua della Madonna nera e’ approdata sul molo della Lega navale di Crotone, in canoa, a poche ore dallo svolgimento della tradizionale manifestazione sportiva, che prenderà il via alle ore 16. La statua della Madonna di Loreto e’ in pellegrinaggio in canoa da Porto Recanati a San Pietro, dove l’attende il 20 agosto, in udienza, Papa Francesco.

Ideatore dell’impresa è il socio Roberto RABBONI della Sezione L.N.I. di Porto Recanati che, partendo dalla Basilica di Loreto raggiungerà la Santa Sede in Vaticano per consegnare al Santo Padre una statuetta della Vergine di Loreto e gli scritti o messaggi destinati a Papa Francesco raccolti lungo il percorso, che saranno custoditi in canoa fino all’arrivo. Roberto e ‘ partito da Loreto l’11 giugno per un viaggio di 1.200 miglia nautiche (oltre 2.200 km), percorrendo il periplo delle coste italiane, toccando le regioni Marche, Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Calabria, Campania e Lazio, fino ad arrivare, prevedibilmente il 18 di agosto, alla base nautica della Lega Navale di Lido di Ostia. Da qui, la notte del 20 agosto, percorrerà a piedi i rimanenti 30 km che lo porteranno fino a Piazza San Pietro, dove sarà consegnata la statuetta per il Santo Padre ed i messaggi raccolti lungo tutto il percorso.

‘Siamo ben felici – ha detto Giovanni Pugliese, presidente della Lega navale di Crotone – di dare ospitalità a Rabboni e alla Madonna di Loreto, nella nostra sede, com ‘e’ consuetudine nello spirito marinaresco. Stasera, al termine delle premiazioni del Trofeo Pugliese, velisti e nuotatori renderanno omaggio all’effigie e consegneremo il Crest della Lega navale di Crotone, così anche un pezzo della LNI di Crotone parteciperà idealmente a questo singolare pellegrinaggio’.

Rabboni non è’ nuovo a queste imprese.
‘Ho già compiuto un pellegrinaggio in canoa – ha raccontato – dalla mia città, Ancona, a San Giovanni Rotondo. A piedi sono stato in pellegrinaggio a Santiago de Compostela’.
Rabboni sosterà nella sede della lega navale di Crotone oggi. Domani, insieme a Lorenzo Moretti, alle prime luci dell’alba ripartirà alla volta di Le Castella.

13/07/2014

Trofeo Amare il mare, 100 nuotatori per una staffetta fa record

La carica dei 100 nuotatori. Ben 100 atleti si sono dati appuntamento in acqua per una staffetta da record. Dalle 17 di oggi pomeriggio, il tratto di mare che va dal molo Sanità fino al lido Kursal si è’ trasformato in una piscina all’aperto. In questo scenario unico, tra mare e cielo, si è’ svolta la quindicesima edizione di Amare il mare, organizzata da Lega navale Crotone,Kroton nuoto e Yachting Kroton club in collaborazione con Coni provinciale, Banca popolare del Mezzogiorno. A vigilare sugli agonisti i mezzi di Capitaneria di porto e Polmar e Croce rossa italiana.

Lo staffettone e’ una manifestazione sportiva singolare nella quale 100 nuotatori crotonesi di qualsiasi età, dovevano essere in grado di nuotare 100 metri in meno di 2 ore, 36 minuti e 57 secondi. Obiettivo per tutti, infatti, e’stato quello di superare il record totalizzato l’anno scorso. Ad aprire la gara il prefetto della città, Maria Tirone, che si è complimentata per l’iniziativa che ha chiamato a raccolta, quest’anno, nuotatori dagli 8 ai 76 anni di età’. Missione compiuta per questo secondo anno di staffettone. La batteria dei 100 nuotatori ha compiuto il tragitto in 2 ore 21 minuti e 05 secondi, battendo il record dell’anno passato, con un netto anticipo di un quarto d’ora.

Una staffetta gigante 100 x 100, come quella di Amare il mare, ossia 100 atleti che nuotano 100 metri ciascuno costruisce un ‘impresa notevole. Un esperimento che dura da due anni a Crotone, mai effettuato in Calabria ed uno dei pochi portati a termine in Italia.’L’obiettivo a questo punto – ha rivelato il presidente della Lega navale di Crotone, Giovanni Pugliese – e’ di verificare la possibilità di tentare il Guinness dei primati per l’edizione 2015′. Il poter riunire contemporaneamente cento nuotatori (senza limiti di età e sesso) capaci di nuotare i cento metri stile libero su tempi di valore indica che la città di Crotone possiede un potenziale natatorio notevole. Un potenziale venuto fuori grazie e soprattutto alla Lega navale di Crotone, che in sodalizio con Kroton nuoto e Yachting Kroton club, ha fortemente creduto in questa manifestazione.

‘L’entusiasmo dei partecipanti – ha continuato Pugliese – di giovani e master e’ stato davvero contagioso’.
‘Anche quest’anno – ha concluso Daniele Paonessa, direttore tecnico di Kroton nuoto – l’organizzazione e’ stata impeccabile e le condizioni meteo marine ottimali. Un grosso contributo e plauso va al personale della Lega navale di Crotone, in particolare a Massimo Brio, Vincenzo Brio e Giuseppe De Luca, per l’allestimento del campo di gara’.
Al termine dello staffettone, nella sede della Lega navale di Crotone si è’ tenuta la premiazione di tutti i nuotatori partecipanti a cui sono andati magliette e gadget.

17/07/2014

Sabato 19 luglio si presenta il comitato “Mare futuro”

Sabato 19 luglio, alle 12, nella sede della Lega navale di Crotone, prima uscita pubblica per il neo comitato “Mare futuro”, sodalizio promosso da Lega navale Crotone e da Yachting Kroton club, allo scopo di gestire e organizzare eventi e manifestazioni di portata e rilevanza nazionale in città. “Mare futuro” comincia da subito e in grande stile. “In occasione della conferenza stampa del 19 luglio – ha spiegato Ugo Pugliese, presidente di “Mare futuro” – verrà presentato l’evento finale di campionato italiano 2014 off-shore classe 3000 che si terrà a Crotone”.

03/09/2014

Vela, Irene Funtò prima assoluta femminile alla Coppa Cadetti a Napoli

A Napoli, alla Coppa Cadetti, la parte della primadonna e’ spettata alla Lega navale di Crotone. Prima assoluta tra le atlete donne e quarta classificata alla Coppa cadetti a Napoli, la skipper della Lega navale di Crotone Irene Funto’ ha centrato un traguardo importante a una delle manifestazioni veliche più’ prestigiose che si tengono in Italia e che vedono la partecipazione dei migliori atleti selezionati nelle varie zone della Penisola. Per un soffio, e’ il caso di dirlo, ha sfiorato il podio. La velista della Lega navale di Crotone, nella tre giorni di regate prevista per la Coppa Cadetti, ha lottato con tenacia fino all’ultimo, tentando di agguantare il podio. Non è’ riuscita a conquistare il bronzo per un solo punto di scarto.

Irene Funto’ ha dovuto misurarsi con 80 skipper, i migliori della sua categoria, i nati nel 2004, ma anche con condizioni meteo estreme. La regata, infatti,soprattutto nelle ultime giornate e’ stata caratterizzata da grande instabilità meteorologica, a causa dei numerosi salti di vento, anche di oltre 100°, causati dal continuo passaggio di fronti temporaleschi, soltanto gli Optimist sono riusciti a portare a termine tutte le prove. E nonostante questo, la skipper della Lega navale Crotone ha tenuto botta, dimostrando grande versatilità e tecnica. Al termine delle regate,la classifica della Coppa cadetti vedeva Irene Funto’ portare comunque in alto l’alfiere della Lega navale Crotone, classificandosi al quarto posto, ad un solo punto di distacco dal terzo. Ma soprattutto è stata la prima tra le femmine; per trovare la successiva bisogna scendere al sedicesimo posto, a conferma della grandezza del suo successo.

Grande prestazione anche per l’altra velista della Lega navale Crotone impegnata però nella Coppa Primavela, riservata ai nati nel 2005, Alice Ruperto, giunta ventiseiesima in classifica generale. La giovanissima skipper, già premiata in aprile al Meeting del Garda quale più piccola tra tutti i partecipanti, sta continuando a crescere in maniera esponenziale e presto raccoglierà i frutti dei suoi sacrifici e della sua grinta. Ad accompagnare le atlete della LNI Crotone c’era Massimo Racco,direttore tecnico e coach della squadra Optimist, che ha espresso a nome del team della Lega navale, grande soddisfazione per la performance delle skipper. ‘Irene e’ stata bravissima – ha osservato Racco – ha condotto la gara ottimamente sia dal punto di vista tattico che tecnico.

Buona anche la prova di Alice alla sua prima volta alla Coppa Primavela. La Coppa Primavela è un evento che per molti ragazzi rappresenta il primo vero appuntamento sportivo a contatto con la Federazione Italiana Vela e con la vela agonistica nazionale’. Un risultato che premia il lavoro e l’attività della scuola vela della Lega navale Crotone, che quest’anno compie 40 anni in Fiv, federazione italiana vela, e che nel corso solo di questa stagione estiva ha registrato il sold out, con 50 nuovi iscritti.
Grandi numeri che si sommano ai vecchi iscritti e che non fanno altro che accrescere il vivaio dei pre agonisti e dei pulcini, future stelle della Vela per la Lega navale Crotone.

01/09/2014

Mare e solidarietà per tre giorni protagonisti della manifestazione “Velart

Il mare e la vita’. L’iniziativa,che si concluderà stasera sotto l’egida di Lega navale Crotone, delle associazioni VelAmando la vita e Gli altri siamo noi di Cosenza e Crotone, e’ un evento artistico e benefico con lo scopo di raccogliere fondi per i ragazzi con sindrome di Down. La manifestazione ha preso il via venerdì scorso con l’allestimento scenico dell’evento a cura dei ragazzi di VelAmando la Vita e dell’associazione Gli Altri siamo Noi.

Di seguito la conferenza stampa di presentazione dell’evento, alla quale hanno partecipato Giovanni Pugliese, presidente Lega navale Crotone, Adriana De Luca, presidente dell’associazione Gli altri siamo noi di Cosenza, Antonio Clausi, Giovanna Manno e Agata Tudisco, del direttivo dell’associazione Gli altri siamo noi di Crotone e Francesco Tudisco, presidente VelAmando la vita.

‘La manifestazione – ha spiegato Francesco Tudisco – ha come scopo quello di raccogliere fondi per l’associazione Gli altri siamo noi in un evento dove i ragazzi sono anche protagonisti dell’iniziativa’. ‘E’ da diversi anni – ha ricordato Pugliese – che con grande entusiasmo, al termine dell’estate, appoggiamo iniziative benefiche e che abbiano come scopo il sociale. Il mare unisce le persone e favorisce l’integrazione’. Nella giornata di sabato vi è’ stata un”Estemporanea d’Arte” con la realizzazione di opere pittoriche dei ragazzi dell’Associazione gli altri siamo noi presso il molo della Lega Navale di Crotone.

‘E’ stato davvero emozionante – ha osservato Gianni Liotti, segretario della Lega navale di Crotone – vedere questi ragazzi speciali mettersi in gioco in questo evento artistico a loro favore’. Stamani fino a mezzogiorno si è’ svolta la Mostra d’Arte con la creazione di un’installazione artistica, creata con materiali di riciclo, da parte dei ragazzi dell’Associazione gli altri siamo Noi.

Alle 18 in programma la cerimonia conclusiva dell’evento, alla quale parteciperà il direttivo della Lega navale di Crotone. Mentre dalle 20 si terrà la sagra di degustazione di prodotti culinari preparati dai ragazzi dell’Associazione Gli Altri siamo Noi.

25/08/2014

Vela, alla Lega navale raduno tecnico con l’allenatore della nazionale Optimist Marcello Meringolo

I migliori giovani velisti della Lega navale di Crotone, di Trani, Bari e Pescara saranno impegnati fino al 24 agosto in un importante raduno tecnico con Marcello Meringolo (Tecnico nazionale della Classe Optimist). In tutto i velisti che partecipano al raduno tecnico sono 30, divisi in tre fasce di livello: gruppo di alto livello, timonieri selezionati per il campionato italiano di categoria che si terrà a Napoli i primi di settembre; gruppo dei cadetti che parteciperanno alla Coppa Primavela e Presidente, che si svolgerà sempre a Napoli dal 31 agosto; gruppo dei pre agonisti, il vivaio della Lega navale di Crotone, il futuro del circolo su cui la scuola vela della LNI di Crotone sta puntando di più’.

‘Questo raduno tecnico – ha spiegato Giovanni Pugliese, presidente della Lega navale di Crotone – si svolge in piena armonia e con il pieno sostegno della VI zona. Abbiamo voluto offrire questa importante possibilità non soltanto ai velisti di Lega avvale Crotone ma anche ai timonieri delle zone vicine. L’obiettivo è’ quello di far crescere i nostri ragazzi dal punto di vista tecnico ma anche dal punto di vista relazionale, facendoli socializzare e confrontare con atleti di altre parti d’Italia’.

‘Il raduno – ha continuato Massimo Racco, direttore sportivo della Lega navale Crotone e preparatore della squadra agonistica – ha come scopo quello di permettere ai giovani timonieri di affinare le loro qualità; tanti gli esercizi proposti in mare: partenze, virate, tattica ma anche tanta ginnastica e preparazione atletica a terra’.

Gli atleti, saranno allenati dal tecnico nazionale Optimist, Meringolo, che ha conquistato l’Argento nel recente mondiale Optimist di Riva del Garda e che illustrerà loro le migliori tattiche di regata e le più efficaci tecniche di conduzione dell’imbarcazione.
‘Un allenamento preparatorio – ha affermato Meringolo – che supporterà i timonieri per affrontare al meglio le prossime competizioni veliche in programma, prima fra tutte il campionato italiano che si terrà a Napoli’.

In questi quattro giorni oltre a Marcello Meringolo, a supportare la flotta di giovani promesse della vela ci sarà il tecnico della squadra agonistica del Circolo Vela Bari, Giuseppe Palumbo, e il team tecnico di Lega navale Crotone composto da Massimo Racco, Giacinto Tesoriere, allenatore squadra pre agonistica e gli istruttori Davide Mangano, Antonio Spagnolo e Danilo Suppa.

24/09/2014

Trofeo Optimist Italia Kinder, Andrea Milano (LNI Crotone) quarto alla tappa di Porto San Giorgio

A un passo dalla vetta. Ancora una volta i colori della Lega navale di Crotone spiccano al Trofeo Optimist Italia Kinder. All’ultima tappa, tenutasi a Porto San Giorgio, lo scorso weekend il velista della LNI di Crotone ha agguantato il quarto posto, alla quinta, e ultima tappa, del Trofeo Optimist Italia Kinder. Dopo Trani, Civitavecchia, Bellano e Grosseto, l’Adriatico ha chiuso questa edizione, che ha avuto sempre grande seguito ed entusiasmo. Oltre 200 gli atleti che hanno preso parte alla regata di Porto San Giorgio.

La Lega navale di Crotone, con la sua nutrita flotta, anche in questa occasione, ha lasciato il segno, portando a casa risultati importanti. Nella categoria juniores (nati 1999/2002), quella cui appartiene Andrea Milano,magnifico quarto posto per il giovane atleta crotonese che ha ribadito e riconfermato anche in questa circostanza la sua classe ed il suo talento. Il programma della manifestazione, strutturato in due giornate, &amp;egrave; stato parzialmente penalizzato dalle condizioni meteo. Infatti, nonostante il primo giorno di regata promettesse bene, il vento che si era disteso verso mezzogiorno, &amp;egrave; prima girato e poi calato drasticamente, lasciando a bocca asciutta tutti. Ci si &amp;egrave; rifatti il giorno successivo: in tarda mattinata si &amp;egrave; alzato lo scirocco che nel finale ha toccato gli 8-10 nodi ed ha permesso di portare a termine tre prove regolari.

Il piazzamento di Andrea Milano in una regata cos&amp;igrave; prestigiosa, a ridosso dei tre skipper che hanno&amp;nbsp; primeggiato nel recente Campionato Nazionale Optimist, &amp;egrave; davvero importante e conferma, ancora una volta, che la stoffa del campione il velista della Lega Navale di Crotone ce l&amp;rsquo;ha.&amp;nbsp; La sua affermazione, inoltre, premia gli sforzi e i sacrifici di tutto il gruppo vela della Lega Navale, e in particolare degli Optimist guidati dal coach Massimo Racco, che con la sua esperienza contribuisce a far crescere il vivaio di questi piccoli campioni. Oltre a Milano, nell’ ultima tappa del Trofeo Kinder il team della Lega Navale di Crotone, accompagnata da Danilo Suppa, era composto da Lorenzo Ruperto e da Liv Helen Taverniti, che hanno gareggiato sempre tra gli juniores.

Tra i cadetti, invece, oltre ad Irene Funt&amp;ograve; sono scesi in acqua, Alice Ruperto, Mauro Ruperto e Gianluca Milano. Le loro prestazioni individuali sono state brillanti, ma il risultato in classifica generale &amp;egrave; stato inficiato dal fatto che sono incorsi in una prova su tre nella &amp;ldquo; bandiera nera&amp;rdquo; , che punisce le partenze anticipate penalizzandole fortemente nel punteggio finale. Una &amp;ldquo;bandiera nera&amp;rdquo; ha penalizzato anche Irene Funt&amp;ograve;, altra atleta di punta della Lega Navale, che nella recente Coppa Cadetti di Napoli (massimo campionato nazionale) aveva conquistato il primo posto tra le donne ed era stata quarta assoluta tra&amp;nbsp; gli 80 skipper migliori d&amp;rsquo; Italia nella sua categoria. Ma con il Trofeo Optimist kinder sport non finisce qui. Ci potrebbe essere, infatti, ancora qualche sorpresa per i velisti della lega navale di Crotone nei prossimi giorni.

La classifica generale dopo&amp;nbsp; 5 tappe ancora non &amp;egrave;’ stata ufficializzata. Si prevedono brividi e suspense, in vista dell’imminente assegnazione del podio del circuito 2014, per gli atleti della LNI Crotone. Per la premiazione del Trofeo si dovr&amp;agrave; attendere per&amp;ograve; Pasqua 2015, in occasione del Meeting di Riva del Garda.

Si chiude, in bellezza, dunque, un weekend di mare e sport, particolarmente impegnativo, per la Lega navale di Crotone con un doppio successo: il quarto posto di Milano a Porto San Giorgio, e il secondo posto juniores per Giuseppe Congi al Campionato interzonale di Windsurf, disputatosi, come si ricorder&amp;agrave; a Crotone.

18/01/2015

Alla Lega navale di Crotone i nuovi istruttori di canoa della Calabria

Crotone, 18 gennaio. Sono arrivati da tutta la Calabria stamane alla
Lega navale gli appassionati di canoa per diventare istruttori di canoa. La Fick, federazione italiana canoa e kayak, in collaborazione con il circolo nautico del Lametino ha scelto la Lega navale di Crotone per il terzo e ultimo appuntamento del corso per aspiranti istruttori di canoa. Il corso per diventare tecnico di base si e’articolato in tre lezioni, la prima a Falerna, la seconda a Reggio Calabria, la terza, stamattina a Crotone.
Il corso e’ stato tenuto dal delegato nazionale della federazione italiana di Canoa-Kayak, Cosimo Mascianà. Presente all’evento crotonese anche il presidente regionale Fick, Daniele D’Agata.

A dare il benvenuto ai corsisti, che proprio a Crotone si sono laureati
istruttori di canoa, il direttore sportivo della Lega navale di Crotone, Massimo Racco ed Elio Siniscalchi e Gianluca Ruperto, consiglieri del direttivo della Lega navale di Crotone.

‘Alleno i ragazzi Optimist – ha detto Racco – da oltre 20 anni. La LNI
di Crotone punta molto sulla vela e, in questi anni, abbiamo raggiunto risultati considerevoli e importanti. Ci piacerebbe promuovere nel nostro territorio tra i giovani anche l’interesse per la canoa e il canottaggio, sport bellissimo e interessante’. ‘Alla Lega navale di Crotone – ha continuato Siniscalchi – siamo impegnati a promuovere tutti quegli sport che hanno a che fare con il mare: la vela, la pesca sportiva, il windsurf e ora anche la canoa’.
Da più di un anno Stefano Megna, istruttore di Canoa per la zona di Crotone, si occupa della scuola di canoa alla Lega navale di Crotone.
‘Lo scopo di questo corso – ha osservato Megna – e’ quello di formare nuovi tecnici per far conoscere tra i giovani la canoa’.
Ai partecipanti e’ stata mostrata la sede della Lega navale Crotone e le molteplici attività portate avanti. Masciana’ si è’ complimentato, in particolare, per il movimento di giovani che ruota attorno alla Lega navale di Crotone.

Il corso ha approfondito aspetti sulla didattica della canoa. Ogni partecipante ha presentato una tesina su un progetto di promozione della canoa nei vari territori della Calabria. Al termine della giornata, a conclusione del percorso formativo, sono stati consegnati gli attestati ai neo istruttori di canoa.

20/12/2014

Alla Lega navale di Crotone assegnati la stella al merito sportivo del Coni e il premio bollino di qualità “Nodo bandiera” scuola vela 2014 Fiv

La Lega navale di Crotone ha ottenuto due importanti e prestigiosi riconoscimenti dal Coni e dalla Fiv, Federazione italiana vela. Il Coni nazionale ha assegnato alla LNI di Crotone la stella al merito sportivo, che sarà ufficialmente consegnata nel corso di una apposita cerimonia durante le festività natalizie. L’onorificenza sportiva e’ stata attribuita da un’importante è qualificata commissione quale quella delle ‘benemerenze sportive nazionale’ e rappresenta, secondo quanto affermato da Pratico’, ‘una meritata affermazione per il ruolo svolto dalla Società, quale testimonianza dell’energia dedicata, minuto per minuto, con abnegazione, serietà, passione, impegno per la crescita sportiva e culturale dei nostri atleti’.

‘Nel mio ruolo di massimo rappresentante dello sport calabrese – ha continuato Pratico’ – mi sento di ringraziare per il contributo dato allo sport ed alla promozione sportiva calabrese sicuro che la G. D. Vela della Lega navale di Crotone possa raggiungere ulteriori traguardi e soddisfazioni prolungando, così, questa straordinaria esperienza’. Oltre alla stella al merito sportiva alla LNI di Crotone e’ stato tributato un altro importante riconoscimento dalla Fiv, che alla sezione pitagorica ha attribuito il bollino di qualità ‘nodo bandiera’ scuola vela Fiv 2014. La scuola vela della LNI di Crotone e’ l’unica nella VI zona, Calabria e Basilicata, che può vantare questo risultato eccellente. Il bollino ‘nodo bandiera’ inoltre comprende un voucher valido per l’acquisto di un defibrillatore. Soddisfazione, a riguardo, e’ stata espressa dal presidente della VI zona Fiv, Fabio Colella. ‘ Complimenti per il lavoro svolto – ha sottolineato Colella – che da sempre porta risultati tangibili e non virtuali.

Allargo i complimenti di questo comitato agli istruttori impegnati nella scuola vela senza tralasciare gli allievi istruttori’.
‘La costanza e la professionalità – ha aggiunto il presidente della LNI Crotone, Giovanni Pugliese- vengono premiati. Mai come quest’anno abbiamo avuto tanti ragazzini che si sono avvicinati alla vela. Ringraziamo il Coni regionale e provinciale il presidente della VI zona Fiv. Con questi riconoscimenti siamo stimolati a fare sempre meglio. E’ un successo di tutto il gruppo degli istruttori della scuola vela con in testa Massimo Racco, Giacinto Tesoriere, Davide Mangano, Danilo Suppa, Salvatore Ruperto, con la collaborazione estiva di Sergio Racco e Antonio Spagnolo’. Soddisfazione anche per l’avviamento della scuola di windsurf, affidata a Fabrizio Riganello, e la sezione di canoa, con S. Megna.
La scuola vela della LNI di Crotone, con questi due successi, conferma di essere un punto di riferimento fermo nel panorama sportivo calabrese. Nel 2014 conta 440 iscritti che partecipano all’attività velica sotto l’egida della LNI di Crotone. Di questi 339 sono cadetti, dai 6 ai 12 anni; 60 juniores, dai 13 ai 18 anni; i restanti adulti.
La promozione e l’avviamento all’attività velica della LNI di Crotone e’ incessante sia nella stagione estiva che in quella invernale. Nutrita e’ la squadra agonistica della LNI di Crotone, con il team Optimist che vanta ben 22 timonieri e quello dei Laser con nove skipper. L’intensa e proficua attività della flotta della Lega navale di Crotone ha prodotto successi e risultati notevoli nel corso del 2014. Si pensi ad Andrea Milano, ‘ sorvegliato speciale’ del Gan, gruppo agonistico nazionale Optimist, che quest’anno ha brillato in regate veliche prestigiose come il Trofeo Optimist Italia Kinder ( quarto classificato) fino alla recente prestazione internazionale alla regata ‘Trofeo città di Palma di Maiorca’.

Per non parlare dei traguardi conseguite dalle atlete delle LNI di Crotone. In particolare, le sorelle Funto’, Giuditta e Irene. Come si ricorderà, Giuditta Funto’, la scorsa estate, a suon di prestazioni convincenti, è stata selezionata per l’ Italian Laser Team (ILT), squadra a cui appartengono atleti che hanno dimostrato grande talento ed hanno oggettive potenzialità di risultato nei campionati internazionali. L’entrata nell’ ILT le ha consentito di partecipare al Laser Radial Youth European Championships &amp; Trophy 2014 in Danimarca. Mentre Irene, prima assoluta tra le atlete donne e quarta classificata alla Coppa cadetti a Napoli, e recentemente, alla Med Cup 2014, classificatasi al primo posto categoria cadetti femminile, ha conquistato il titolo di prima donna nella sua categoria.

07/12/2014

Vela, Andrea Milano (Lega navale Crotone) osservato speciale al Gan

Lega navale italiana Sezione di Crotone Vela, Andrea Milano (Lega navale Crotone) osservato speciale al Gan Lo skipper della Lega navale di Crotone Andrea Milano e’ stato chiamato a partecipare al prossimo raduno del GAN, Gruppo Agonistico Nazionale Optimst, gestito direttamente dall’Associazione Italiana Classe Optimist, che si terrà prossimamente a Scarlino, in provincia di Grosseto.

Milano partecipa nella qualità di ‘sorvegliato speciale’, il tecnico della nazionale Optimist, Marcello Meringolo vuole tenere d’occhio il promettente velista della LNI di Crotone, per i brillanti risultati conseguiti negli ultimi due anni. Meringolo, sempre per questa ragione, aveva voluto osservare da vicino Milano anche a Crotone, dove nei giorni scorsi si è’ tenuto un raduno del Gan, chiamato a partecipare sempre in qualità di gregario. Lo skipper della Lega navale di Crotone, nelle acque della sua città, non ha tradito la fiducia del tecnico nazionale. Nella tre giorni crotonese Andrea Milano ha dato il meglio di se’ nelle prove. Al termine delle regate di allenamento del Gan nella classifica stilata si è’ addirittura posizionato quarto. Grazie a questa ottima performance, l’atleta della LNI Crotone ha staccato il biglietto per la partecipazione al Gan di Scarlino.

Un’occasione anche per il timoniere di inserirsi in un percorso formativo sicuramente stimolante e ricco di interessanti aspetti di crescita sportiva. Un test sicuramente importante per conoscere metodi e aspettative dello staff tecnico coordinato da Marcello Meringolo. La partecipazione a Scarlino arricchisce , quindi,di un altro successo la giovane carriera agonistica di Andrea e premia non solo lui, il suo entusiasmo e la sua caparbietà, ma anche l’intero gruppo Optimist, guidato da Massimo Racco, gli atleti e gli istruttori delle altre classi veliche e la dirigenza della Lega Navale. Ma l’attività del velista non si arresta qui. In questi giorni Andrea Milano sta difendendo i colori della Lega navale di Crotone in un’importantissima e prestigiosa regata velica internazionale, a cui partecipano i migliori Optimist nazionali.

20/12/2014

Alla Lega navale di Crotone assegnati la stella al merito sportivo del Coni e il premio bollino di qualità “Nodo bandiera” scuola vela 2014 Fiv

La Lega navale di Crotone ha ottenuto due importanti e prestigiosi riconoscimenti dal Coni e dalla Fiv, Federazione italiana vela. Il Coni nazionale ha assegnato alla LNI di Crotone la stella al merito sportivo, che sarà ufficialmente consegnata nel corso di una apposita cerimonia durante le festività natalizie. L’onorificenza sportiva e’ stata attribuita da un’importante è qualificata commissione quale quella delle ‘benemerenze sportive nazionale’ e rappresenta, secondo quanto affermato da Pratico’, ‘una meritata affermazione per il ruolo svolto dalla Società, quale testimonianza dell’energia dedicata, minuto per minuto, con abnegazione, serietà, passione, impegno per la crescita sportiva e culturale dei nostri atleti’.

‘Nel mio ruolo di massimo rappresentante dello sport calabrese – ha continuato Pratico’ – mi sento di ringraziare per il contributo dato allo sport ed alla promozione sportiva calabrese sicuro che la G. D. Vela della Lega navale di Crotone possa raggiungere ulteriori traguardi e soddisfazioni prolungando, così, questa straordinaria esperienza’. Oltre alla stella al merito sportiva alla LNI di Crotone e’ stato tributato un altro importante riconoscimento dalla Fiv, che alla sezione pitagorica ha attribuito il bollino di qualità ‘nodo bandiera’ scuola vela Fiv 2014. La scuola vela della LNI di Crotone e’ l’unica nella VI zona, Calabria e Basilicata, che può vantare questo risultato eccellente. Il bollino ‘nodo bandiera’ inoltre comprende un voucher valido per l’acquisto di un defibrillatore. Soddisfazione, a riguardo, e’ stata espressa dal presidente della VI zona Fiv, Fabio Colella. ‘ Complimenti per il lavoro svolto – ha sottolineato Colella – che da sempre porta risultati tangibili e non virtuali.

Allargo i complimenti di questo comitato agli istruttori impegnati nella scuola vela senza tralasciare gli allievi istruttori’.
‘La costanza e la professionalità – ha aggiunto il presidente della LNI Crotone, Giovanni Pugliese- vengono premiati. Mai come quest’anno abbiamo avuto tanti ragazzini che si sono avvicinati alla vela. Ringraziamo il Coni regionale e provinciale il presidente della VI zona Fiv. Con questi riconoscimenti siamo stimolati a fare sempre meglio. E’ un successo di tutto il gruppo degli istruttori della scuola vela con in testa Massimo Racco, Giacinto Tesoriere, Davide Mangano, Danilo Suppa, Salvatore Ruperto, con la collaborazione estiva di Sergio Racco e Antonio Spagnolo’. Soddisfazione anche per l’avviamento della scuola di windsurf, affidata a Fabrizio Riganello, e la sezione di canoa, con S. Megna.
La scuola vela della LNI di Crotone, con questi due successi, conferma di essere un punto di riferimento fermo nel panorama sportivo calabrese. Nel 2014 conta 440 iscritti che partecipano all’attività velica sotto l’egida della LNI di Crotone. Di questi 339 sono cadetti, dai 6 ai 12 anni; 60 juniores, dai 13 ai 18 anni; i restanti adulti.
La promozione e l’avviamento all’attività velica della LNI di Crotone e’ incessante sia nella stagione estiva che in quella invernale. Nutrita e’ la squadra agonistica della LNI di Crotone, con il team Optimist che vanta ben 22 timonieri e quello dei Laser con nove skipper. L’intensa e proficua attività della flotta della Lega navale di Crotone ha prodotto successi e risultati notevoli nel corso del 2014. Si pensi ad Andrea Milano, ‘ sorvegliato speciale’ del Gan, gruppo agonistico nazionale Optimist, che quest’anno ha brillato in regate veliche prestigiose come il Trofeo Optimist Italia Kinder ( quarto classificato) fino alla recente prestazione internazionale alla regata ‘Trofeo città di Palma di Maiorca’.

Per non parlare dei traguardi conseguite dalle atlete delle LNI di Crotone. In particolare, le sorelle Funto’, Giuditta e Irene. Come si ricorderà, Giuditta Funto’, la scorsa estate, a suon di prestazioni convincenti, è stata selezionata per l’ Italian Laser Team (ILT), squadra a cui appartengono atleti che hanno dimostrato grande talento ed hanno oggettive potenzialità di risultato nei campionati internazionali. L’entrata nell’ ILT le ha consentito di partecipare al Laser Radial Youth European Championships &amp; Trophy 2014 in Danimarca. Mentre Irene, prima assoluta tra le atlete donne e quarta classificata alla Coppa cadetti a Napoli, e recentemente, alla Med Cup 2014, classificatasi al primo posto categoria cadetti femminile, ha conquistato il titolo di prima donna nella sua categoria.